Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 288 visitatori e nessun utente online

alluvioniQuesti eventi saranno sempre più frequenti e più impattanti"
Dichiarazione del presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale, Paolo Campo

Mettere in sicurezza idrogeologica la porzione di Tavoliere dominata da Rignano Garganico deve essere la priorità se davvero vogliamo garantire sicurezza e lavoro a chi ci vive e opera.
Stamattina ho visitato l'azienda Prima Bio, la più colpita dall'alluvione della scorsa settimana, che è il baricentro di un informale distretto agroalimentare di qualità animato anche da piccoli e giovani imprenditori ed in cui sono impiegati centinaia di stagionali.
I danni sono già oggi quantificabili in milioni di euro.
Nell'immediato, come già garantito dal vicepresidente della Giunta Raffaele Piemontese, anche la Regione Puglia s'impegnerà nell'azione tecnica e finanziaria di sostegno alla ripresa produttiva.
Per il futuro, mi sono confrontato con il presidente ed il direttore del Consorzio di Bonifica del Gargano, Giovanni Terrenzio e Marco Muciaccia, sul percorso da intraprendere per garantire la sicurezza idrogeologica dell'area e abbiamo concordato sulla necessità che si operi in sinergia anche con l'Autorità di Bacino e la struttura deputata all'emergenza idrogeologica. Perché una cosa deve essere chiara a tutti: eventi come quello che ha colpito Rignano Garganico, San Marco in Lamis e il Gargano settentrionale sono conseguenza diretta dei cambiamenti climatici e saranno sempre più frequenti e sempre più impattanti.
Meglio impegnarci oggi nella cura e nella tutela del territorio, invece di trovarci ad assistere inermi la desolazione di decine di ettari di terreno produttivo sommersi o desertificati.