Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 150 visitatori e nessun utente online

vigili urbani palettaLa rimozione di un’auto parcheggiata in violazione del Codice della Strada è diventato un caso mediatico che, mio malgrado, mi vede coinvolto e mi impone di chiarire il contesto e i termini dell’attività svolta dalla Polizia Locale.
Innanzitutto, nessuna segnalazione riguardante quell’auto è stata portata alla mia attenzione; il che vuol dire che nessuna segnalazione è stata fatta al Comando della Polizia Locale. L’intervento di rimozione, dunque, è avvenuto a seguito delle notizie di stampa e su nostra iniziativa. Contrariamente da quanto affermato da alcuni, solo dopo aver effettuato il sequestro del mezzo abbiamo ricondotto la proprietà dello stesso ad un congiunto del sindaco. È, dunque, tanto infondata quanto offensiva l’accusa rivoltami di aver tardato la rimozione del mezzo per tutelare la ‘famiglia Bonito’.
Altrettanto infondata e offensiva è l’illazione di avvenuti diverbi, su questa vicenda, con componenti dell’Amministrazione e/o dirigenti politici. Chi mi conosce sa quanto mi preoccupi di mantenere la doverosa distanza tra le vicende politiche e le attività d’ufficio, a garenzia dell’imparzialità dell’attività svolta da me e dall’intero corpo della Polizia Locale. Dovere a cui non sono certamente venuto meno in questo caso.

Michele Dalessandro
Comandante facente funzioni della Polizia Locale di Cerignola