Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 167 visitatori e nessun utente online

FrancescoCurci 1Non solo Modugno insegna a “Volare”un laureando dell'Università di Foggia vince il premio letterario Città di Arona.
Affermazione nella sezione “Narrativa inedita”, il 15 novembre il nostro Francesco Curci diverrà ufficialmente «uno scrittore».
Gli auguri del direttore di Dipartimento: «Sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo. Ne va del loro futuro».
Al suo fianco premieranno anche il grande Gianni Minà.
Francesco Curci, laureando presso il Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni Culturali e Scienze della Formazione dell'Università di Foggia, si è aggiudicato il premio letterario Città di Arona – Gian Vincenzo Omodei Zorini (giunto alla 16esima edizione). Primo posto assoluto nella “Sezione Giovani” nati tra il 1989 e il 1996, Curci ha vinto grazie a un brano inedito di narrativa (tema libero in lingua italiana) dal titolo “Volare”: la premiazione avrà luogo il prossimo 15 novembre alle 17,30 presso l'hotel Concorde di Arona (Novara) e oltre al riconoscimento formale che farà di Francesco Curci «uno scrittore» è prevista la consegna di una targa firmata dal Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano. Francesco Curci, che sta lavorando sul teatro del Novecento, è seguito nel suo percorso di laurea in Letteratura Teatrale Italiana dalla dott.ssa Rossella Palmieri del Dipartimento di Studi Umanistici. «Questo premio accresce meriti e coraggio di questo ragazzo – dichiara la prof.ssa Palmieri – ma al tempo stesso testimonia come il livello dei laureandi, presso il nostro Dipartimento, sia elevato. Sono molto felice per lui, seguire un ragazzo e accompagnarlo verso la laurea non è mai solo un fatto formale, diventa inevitabilmente una questione di affetto e di coinvolgimento personale. Specie quando ci troviamo a commentare i loro successi». Il racconto “Volare” sarà pubblicato a breve sul sito del premio, ma potrebbe anche essere pubblicato sul prestigioso quotidiano torinese La Stampa (per via della collaborazione con l'organizzazione che lo bandisce). Molto soddisfatto anche il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici prof. Marcello Marin, che aggiunge «sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo nonostante tutto quel che ruota intorno a loro. Ne va del loro futuro. Questo premio ribadisce che creatività e coraggio molto spesso ripagano dei sacrifici fatti, siamo felici per questa affermazione che, anche se in minima parte, è come se avessimo conseguito anche noi con Francesco». Di seguito il link ufficiale del premio letterario Città di Arona – Gian Vincenzo Omodei Zorini http://www.premiogvoz.altervista.org/, mentre per la consultazione dei risultati definitivi del medesimo si rimanda al link http://www.premiogvoz.altervista.org/testi14/bando.htm. La giuria del premio è composta dal presidente Patrizia Gambarotta e dai membri Giuseppe Armocida, Giovanni Di Bella, Patrizia Gambarotta, Maria Adele Garavaglia, Sergio Marengo, Lia Ongaro, Giannino Piana. Nel corso della cerimonia, inoltre, verranno conferiti il Premio alla carriera al grande Gianni Minà e la Medaglia del Presidente della Repubblica al prof. Giancarlo Andenna.
Per ulteriori informazioni: Francesco Curci, Tel.: 329.5469392


Davide Grittani
Portavoce dell'Università di Foggia