Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 755 visitatori e nessun utente online

Cronaca

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


carabinieri
Questa mattina poco dopo le 04:00, dei delinquenti hanno utilizzato un'auto, rubata nella notte in via D'Addedda a Foggia, per sfondare l'ingresso di un'attività in corso Giannone.
Durante la spaccata, i malviventi hanno, anche, distrutto una panchina pubblica.
Una volta rotta la serranda e la vetrina d'ingresso e nonostante l'allarme entrato in funzione, i malviventi hanno cercato di portare via il più possibile. 
I ladri, sono poi scappati, lasciando l'auto col motore ancora acceso, poichè, sono giunti sul posto immediatamente due volanti della polizia e una dei carabinieri. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


poliziaLa polizia di San Severo ha arrestato Nicola Calabrese, 22enne con l'accusa per truffa aggravata.
Il 2 aprile scorso, un 75enne denunciava, presso il commissariato di polizia, una truffa, raccontando che era stato contattato sul suo cellulare, da un numero non registrato nella rubrica telefonica. Dall'altra parte, vi era un finto tecnico del gas, che avrebbe dovuto risolvere un problema dell’allaccio.
Casualmente, l'uomo quasi un mese prima aveva chiesto il passaggio ad altra società, credeva fosse per questo motivo, ed acconsentiva a ricevere il presunto tecnico intorno alle 16:00.
All'orario stabilito si presentava un giovane vestito con una tuta da lavoro, il quale era disposto ad allacciare il gas per circa 1000 euro, di cui 500 da consegnare subito e altre 500 il 18 aprile. Nella circostanza lasciava all’anziano due buoni di consegna di euro 500.
Non avendo però con sè l'intera disponibilità, il finto tecnico sarebbe passato il giorno dopo allo stesso orario.
La mattina successiva, l'uomo, accortosi della trappola di un truffatore, sporgeva denuncia.
I poliziotti concordavano di farsi trovare in casa all’arrivo del sedicente tecnico, nascondendosi nella stanza da letto.
Sempre intorno alle 16:00, il 75enne dava 250 euro al 21enne, ma nello stesso momento in cui intascava i soldi, i poliziotti lo arrestavano in flagranza.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

bancomat
Questa mattina, intorno alle 04:30, ignoti hanno fatto esplodere lo sportello bancomat della filiale della Banca Popolare di Milano in piazza Umberto Giordano, a Foggia.
I malviventi, hanno prima provato la spaccata con un’auto rubata a Termoli, per poi farlo hanno fatto esplodere.
Le immagini delle videocamere di sorveglianza dell'istituto ha immortalato i rapinatori, almeno tre persone incappucciate, che con una Fiat Panda hanno buttato giù la porta a vetro situata nella stradina laterale alla filiale, e si sono introdotti nei locali dell’istituto di credito. Una volta dentro, hanno posizionato l’esplosivo, che ha provocato seri danni alla filiale. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


carabinieri 2
Un commando armato ha assaltato un furgone portavalori
, a San Nicandro Garganico, davanti all'Ufficio Postale, 
in via Casella, vicino al campo sportivo.
I delinquenti, avrebbero anche esploso alcuni colpi di arma da fuoco in aria per intimorire i vigilantes. Nessuno è rimasto ferito. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carabinieri 4

Sabato mattina i carabinieri di Cerignola, hanno fatto un blitz al quartiere San Samuele, dove sono stati sequestrate delle munizioni e più di 2 chili di stupefacenti vari. 
Durante l'attività di prevenzione del territorio, sono state controllate anche delle aree condominiali dei palazzi, dove i militari hanno trovato 1,9 kg di hashish, suddivisi in 19 panetti e 15 stecche, 100 gr di cocaina, parte della quale divisa in 46 dosi, 85 gr di marijuana, divisa in parte in 18 dosi, 3 ricetrasmittenti, un bilancino di precisione ed 11 cartucce calibro 22.
Molti di questi materiali era nascosti all’interno di casseforti murate in alcuni ambienti condominiali comuni e parte nel vano ascensore di una palazzina. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)