Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

Cronaca

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigili urbaniRIMOZIONE ETERNIT SENZA AUTORIZZAZIONE: SEQUESTRO PENALE DI CIRCA 200 LASTRE TIPO ONDULINO IN PRESUNTO ETERNIT – DUE PERSONE DENUNCIATE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA.



A seguito di controlli di Polizia Ambientale, il 6 maggio scorso gli Agenti del Corpo di Polizia Locale di San Severo sono intervenuti in un’area privata accertando dei lavori di rimozione di lastre in cemento tipo ondulino in presunto eternit da un capannone artigianale.
Nel corso del sopralluogo, eseguito con la collaborazione del personale ASL Servizio S.P.E.S.A.L., sono state rinvenute n.170 lastre in cemento tipo ondulino (1X2 MT) e n.40 colmi per tetto in materiale presunto eternit depositate a terra senza protezione.
Il materiale rinvenuto era stato appena rimosso dalla copertura a tetto di un capannone di circa 500 mq insistente nell’area privata oggetto dei controlli. Sul posto, unitamente al personale ASL, si accertava che i lavori di rimozione del suddetto materiale venivano eseguiti senza alcuna analisi preliminare e in assenza di autorizzazione e/o piano di lavoro e smaltimento del suddetto materiale oggetto di rimozione.
Dal controllo è emerso, altresì, che l’esecutore materiale dei lavori di rimozione operava in assenza dell'iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali, non aveva predisposto il piano di lavoro a norma di legge e non aveva adottato accorgimenti e dispositivi atti a tutelare l’incolumità propria e dell’ambiente circostante. Le lastre di eternit venivano depositate in maniera incontrollata e veniva omesso il rispetto delle norme tecniche che disciplinano il deposito delle sostanze pericolose in violazione all'art.256 del d. lgs. 152/06.
Pertanto, in relazione a quanto accertato, gli Agenti della Polizia Locale procedevano al Sequestro Penale delle n.170 lastre in cemento e dei n.40 colmi rinvenuti depositati sul piazzale e pronti per probabili destinazioni finali di dubbia liceità. Due persone, tra cui l’esecutore materiale della rimozione, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria. Sono in corso le indagini per certificare la pericolosità del materiale oggetto di sequestro penale.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigili urbani
Denunciato un uomo per porto abusivo d'armi bianche, sostanze stupefacenti e guida in stato di ebrezza alcolica - patente ritirata e veicolo sottoposto a fermo.

Durante la serata del 30 marzo, a seguito di un sinistro stradale avvenuto nel centro abitato di San Severo, gli Agenti del Corpo di Polizia Locale hanno controllato un veicolo, con a bordo un uomo.
La persona fermata, all’atto del controllo, deteneva tra le gambe una bottiglia, aperta e smezzata, di un super alcolico.
Gli Agenti, insospettiti, effettuavano accertamenti più accurati constatando lo stato confusionale della persona controllata.
Difatti, al conducente, un soggetto di 40 anni, è stato riscontrato uno stato confusionale dovuto ad uno stato di ebrezza alcolica con ritiro della patente e fermo del veicolo.
Successivamente, gli Agenti di Polizia Locale hanno, inoltre, eseguito una perquisizione del veicolo rinvenendo, all’interno dello stesso, due coltelli a serramanico con lame da 11 e 14 cm, un bilancino elettronico e sostanze stupefacenti.
Pertanto, sia i coltelli, che le sostanze stupefacenti rinvenute, sono stati posti sotto sequestro penale e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
L’uomo è stato denunciato per porto abusivo di arma o oggetto atto a offendere ed è stata fatta una segnalazione amministrativa per consumo di sostanze stupefacenti.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

miglio1IL SINDACO MIGLIO DESTINATARIO DI UN PLICO ANONIMO CONTENENTE 3 PROIETTILI.

Nella tarda mattinata di martedì è pervenuto al Sindaco di San Severo Francesco Miglio, nella Residenza Municipale di Palazzo Celestini, un plico – ovviamente anonimo - contenente tre proiettili di arma da fuoco.

Il Sindaco si è immediatamente recato presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza dove ha consegnato la busta e presentato denuncia di quanto accaduto. Nel contempo è stato informato il Prefetto di Foggia Raffaele Grassi, il quale ha tempestivamente convocato il Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica che si è riunito con urgenza nella giornata di ieri. L’atto di intimidazione al Sindaco Miglio segue di pochi giorni il grave episodio accaduto presso gli uffici dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune, dove un uomo ha estratto un coltello alla presenza dei dipendenti del medesimo ufficio, prima di essere bloccato da un vigilantes di servizio.
“Confidiamo con fermezza nel lavoro delle Istituzioni e non ci lasciamo intimidire neppure da questo episodio – dichiara il Sindaco Miglio –. Il ripetersi di simili atti non trovano precedenti nella storia della nostra città, abitata per larghissima parte da gente perbene, educata, laboriosa e civile. Intendiamo proseguire con onestà, lealtà e passione il nostro impegno per San Severo e per tutti i cittadini sanseveresi”.
Su questo episodio il Sindaco Miglio ed i componenti della Amministrazione Comunale non possono e non intendono rilasciare ulteriori dichiarazioni, oltre quanto riportato nel presente comunicato.


l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italia

“Gli atti intimidatori di cui è stata oggetto la sede cittadina della Lega, a Vico del Gargano, non possono essere né accettati né tollerati. Come coordinatore di Forza Italia di Vico del Gargano, al segretario provinciale della Lega Daniele Cusmai e al segretario cittadino della Lega Carlo Monaco esprimo la mia più completa solidarietà, anche a nome dei componenti di Forza Italia all’interno del Consiglio e della Giunta comunale, associandomi al pensiero espresso dal sindaco Michele Sementino”. E’ Nicola Caputo, coordinatore di Forza Italia, a esprimere con queste parole la ferma condanna degli atti intimidatori e degli episodi di intolleranza politica verificatisi nei giorni scorsi, a Vico del Gargano, a danno della locale sede della Lega. “Vico del Gargano ha una grande tradizione democratica e civile di confronto politico”, ha aggiunto Caputo, “una tradizione onorata anche nei momenti storici più aspri dello scontro tra differenti modelli ideologici e politici completamente agli antipodi tra loro. Faccio appello al senso di civiltà e alla cultura democratica di tutti i miei concittadini affinché episodi di intolleranza e atti intimidatori non si verifichino più”

 

Nicola Caputo, coordinatore Forza Italia Vico del Gargano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigili urbani palettaPOLIZIA LOCALE: ATTIVITÀ DI LARGO RAGGIO CONTROLLI E SANZIONI PER ABBANDONO RIFIUTI NEL CENTRO ABITATO.


Nella mattinata odierna la Polizia Locale, unitamente a personale Buttol srl, ha eseguito una serie di controlli per l’abbandono rifiuti nel centro abitato.

Sono stati controllati diversi siti in Via Tondi, Via don Felice Canelli, Via Belmonte, Via Minuziano e Via Soccorso.
Sono state elevate n.11 sanzioni per abbandono rifiuti e mancata raccolta differenziata con somme da 50€ e 206€ come da Ordinanza Sindacale.
I controlli eseguiti sono programmati settimanalmente e vedono impegnati la Polizia Locale e il personale della Buttol srl.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

 

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)