Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 204 visitatori e nessun utente online

Cronaca

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

poliziaLa polizia di San Severo, ha arrestato un 30enne già noto alle forze dell'ordine, durante un servizio finalizzato alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti.
I militari, hanno fatto irruzione in un locale in uso all’uomo, dove a seguito di una perquisizione è stato recuperato 1kg e mezzo di hashish, 3 involucri in plastica con circa 17 grammi di cocaina, un involucro in plastica con circa 25 grammi di eroina e un bilancino.
Nello stesso locale, vi era tutto il materiale per il confezionamento di dosi, banconote di vario taglio, con ogni probabilità provento dell'attività illecita e varie divise dei carabinieri, risultate rubate. 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

vigilifuocoQuesta notte in un incendio verificatosi nell'insediamento adiacente il CARA di Borgo Mezzanone una persona ha perso la vita. Accanto alle dichiarazioni di cordoglio non sono mancate le uscite di chi inneggia agli sgomberi e alle espulsioni.

“Non è la prima volta che una cosa del genere accade in uno dei tanti ghetti di questa provincia. Le condizioni di vita nei ghetti sono da sempre insostenibili: migliaia di uomini e donne, braccianti spesso sfruttati nelle nostre campagne, sono costretti a convivere con il rischio di malattie e di incidenti di ogni tipo, senza menzionare la fortissima presenza mafiosa che non si è certo risparmiata di intimidire e uccidere per mantenere intatto il proprio sistema di potere.” dichiara Michele Cera, coordinatore di link Foggia.

“Troviamo di cattivo gusto e inappropriato che a fronte di una tragedia umana di questo livello, a fronte dell'ennesima morte ingiusta, le dichiarazioni della solita politica si limitino a puntare il dito e a inneggiare agli sgomberi, alle espulsioni e alla “sicurezza”. Occorre, invece, elaborare soluzioni serie per favorire l'inclusione sociale e per strappare gli abitanti dei ghetti dallo sfruttamento e dalla precarietà. Chi sfrutta e chi minaccia, poi, sono persone italianissime e foggianissime.” conclude lo studente.

“Vogliamo decostruire i troppi luoghi comuni che aleggiano nell’aria e che alimentano le idee razziste, partendo da un’analisi dei bisogni delle persone che scappano da situazioni orribili, sperando in una vita migliore.
Vogliamo costruire una società aperta, multiculturale e solidale, ripartendo dai luoghi della formazione e dai liberi saperi” dichiara Roberta Curci,coordinatrice dell’unione degli studenti Foggia.

“I luoghi della formazione sono gli spazi in cui si costruisce cultura, una cultura non chiusa e settoriale ma aperta, in modo tale da combattere la diffidenza nei confronti delle altre culture, come quelle migranti. Come Rete della Conoscenza esprimiamo la nostra solidarietà non solo per questo evento tragico, ma alla condizione di tutta la comunità migrante.” Conclude la coordinatrice.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


sbarchiimmigrati
I 18 migranti che sono sbarcati sulle Isole Tremiti, sono in una struttura di accoglienza di via Benedettini sull'isola di San Domino.
I 18 curdi, sono arrivati nel primo pomeriggio di ieri a Capraia, l'isola disabitata dell'arcipelago delle Isole Tremiti. Subito soccorsi dalla guardia costiera, sono stati poi rifocillati.
I pochissimi abitanti dell'isola si sono mobilitati per dar loro la miglior assistenza, portando delle coperte, vestiti, latte e cibo.
I migranti, secondo le testimonianze, sono sbarcati sulle coste, a bordo di una barca a vela dalla Turchia, gli scafisti sono poi fuggiti.
La metà sono bambini e due di loro, sono stati visitati dai medici perchè presentavano una forte tosse.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carabinieri 2
Nel pomeriggio di ieri, sulla Statale 16, alcuni delinquenti hanno rapinato un distributore di benzina.
La banda, formata da tre persone, tutti a volto coperto, ed armati di carabina ad aria compressa, hanno minacciato il dipendente con l'arma, costringendolo a farsi consegnare l'incasso della giornata, circa 700 euro.
 Il cane non è in pericolo di vita.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroFurti al Centro per minori di Via Ponchielli: lo sdegno della A.C.

Nei giorni scorsi il Centro Diurno per minori del Comune di San Severo di Via Ponchielli intitolato a Peppino Impastato ha subito furti che ora ne stanno condizionando pesantemente l’attività.
E’ quanto diffondono pubblicamente il Sindaco avv. Francesco Miglio e l’Assessore alle Politiche Sociali avv. Simona Venditti, che hanno seguito sin da subito da vicino la triste vicenda. E’ giusto rimarcare che gli operatori del Centro hanno sporto immediatamente denuncia alle Forze di Polizia per gesti di vandalismo che sono senza precedenti nella città, peraltro perpetrati ai danni di minori che hanno particolari necessità e bisogni.
Nei “raid” è stato portato via di tutto, generi di assoluta prima necessità per il Centro, come materiale ludico, didattico ed educativo presente nella sede di Via Ponchielli.
La Civica Amministrazione Comunale di San Severo esprime sdegno e disappunto per quanto accaduto, unitamente all’incredulità del verificarsi di simili atti che danneggiano quanti hanno più bisogno e sono meno fortunati.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)