Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 409 visitatori e nessun utente online


abusiminoriLa polizia di Foggia, dopo indagini, ha scoperto delle violenze fisiche e psicologiche da parte di un padre sul proprio figlio epilettico, reiterate nel tempo. 
Padre e zia del bambino maltrattato, sono accusati di reati di maltrattamenti e lesioni personali posti in essere ai danni del figlio dell’uomo.
I due cittadini macedoni, il padre 31enne e la zia 27enne, sottoponevano il bambino ad una vita intollerabile, sia materialmente che moralmente, con atti di grave trascuratezza e di sopraffazione, tali da alimentare nel minore un continuo stato di pressione e prostrazione psicologica.
Il piccolo, veniva trascurato nelle necessità quotidiane, senza cura dell'igiene personale e della salute, evitando intenzionalmente di prendersi cura dello stesso, affetto da epilessia, senza che venissero forniti i farmaci necessari.
Inoltre al piccolo venivano inferte violenze fisiche, a volte anche con una cintura, con cui il padre del piccolo colpiva quest’ultimo ripetutamente. Nel gennaio 2019, il cittadino macedone aggrediva il minore con un paletto metallico causando la frattura scomposta dell’avambraccio destro e la frattura della rotula della gamba sinistra.