Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 148 visitatori e nessun utente online

arresto carabinieriLe forze dell'ordine di Foggia, hanno arrestato il bombarolo in bicicletta. Un particolare importante per le indagini è stato e quel tatuaggio sulla mano che lo ha incastrato.
L'albanese 32enne Erjon Rameta, detto Antonio, è il presunto esecutore materiale, degli atti intimidatori messi a segno ai danno di due attività commerciali foggiane, un ristorante-friggitoria nel novembre 2019, e del centro diurno per anziani il 16 gennaio scorso.
Analizzando i numerosi filmati delle videocamere pubbliche e private della città gli inquirenti sono riusciti a, oltre ad inquadrare l’autore nel momento in cui ha posizionato l’ordigno, ne hanno ripreso anche i movimenti a ritroso, accertare il percorso compiuto fino all’arrivo presso il centro anziani, sia il tragitto fatto dall’autore dopo avere collocato l’ordigno.
Ad incastrare l’uomo, un particolare decisivo per l'identificazione, un tatuaggio sulla mano. 
Il 32enne è accusato, di azioni criminali, con specifico riferimento alle eclatanti modalità con cui le azioni sono stata commesse, ovverosia facendo esplodere un ordigno esplosivo dalla spiccata capacità offensiva in un orario notturno, in un luogo aperto al pubblico e sulla pubblica via. Tipiche azioni criminali aggravate dal metodo mafioso ed idonee a provocare allarme sociale nella collettività, rafforzando il messaggio intimidatorio ai danni delle vittime. Indagini in corso per risalire al mandante e per giungere al movente di entrambi gli episodi.