Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 94 visitatori e nessun utente online

polizia di stato

La polizia di Foggia ha arrestato un sorvegliato speciale con le accuse di: rapina, violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale, lesioni, tentata estorsione e danneggiamento a danno di un minorenne.
Il malvivente, con obbligo di dimora a Foggia è stato arrestato, dopo una denuncia, del 10 giugno, di un giovane, vittima di una rapina da parte di un ragazzo che gli aveva sottratto la mini-car dopo che l'aggressore gli aveva sferrato un pugno al naso, causandoli la rottura del setto nasale.
Dopo la rapina, il minorenne, riusciva a trovare il veicolo nelle strade vicine alla rapina, dove però veniva avvicinato ancora una volta dall’aggressore, il quale gli chiedeva un, regalino, per far si che la mini-car ritornasse in suo possesso.
Il ragazzo, rifiutava tale offerta e si recava al pronto soccorso per farsi medicare e sporgeva denuncia alla polizia.