Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 156 visitatori e nessun utente online

Politica

palazzodicittfoggiaNella seduta odierna del Consiglio Comunale di Foggia è stata predisposta ed approvata, da 18 consiglieri comunali, una pregiudiziale all’unico punto all’ordine del giorno (Imposta Unica Comunale IUC2018: approvazione delle aliquote e delle detrazioni IMU e TASI, del Piano Economico Finanziario del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti e delle Tariffe TARI 2018) con la quale si eccepiscono profili di illegittimità contabile con riferimento alla gestione della tariffa per l’impianto di trattamento e biostabilizzazione (TMB) in quanto l’impianto, pur di proprietà del Comune di Foggia e gestito in via quasi esclusiva con risorse rivenienti dal contratto di servizio “temporaneo” che l’Amministrazione foggiana ha sottoscritto per la prima volta nel 2013.
L’assunto di tale atto parte dalla constatazione che nell’impianto TMB, per il quale già l’anno scorso fu richiesto in aula all’Amministrazione comunale e ai rappresentanti dell’Azienda i quali fornirono assenso, la “sistemazione” di un errore formale in un rogito notarile con l’attribuzione della proprietà all’AMIU Puglia s.p.a. e non al Comune di Foggia com’è in realtà, vengono trattati circa170.000 tonnellate di rifiuti di cui meno di un terzo è prodotto dalle utenze, domestiche e non, dei contribuenti foggiani.
E’ da sottolineare che la tariffa applicata per il predetto trattamento presso l’impianto TMB è di euro 48,91 più iva per legge per ogni tonnellata trattata anche per i rifiuti prodotti, dalle utenze comunali foggiane, e conferiti dall’AMIU Puglia spa quindi senza tariffa agevolata per chi è proprietario dell’impianto ed impiegando personale dell’AMIU Puglia s.p.a. il cui costo rientra nel Contratto di servizio “temporaneo” pagato dai soli contribuenti foggiani. Al Comune di Foggia viene riversata dall’AMIU Puglia s.p.a. la quota di soli euro 10,00 per tonnellata, di cui euro 3 per ristoro ambientale ed euro 7 quale ammortamento della parte residua del finanziamento dell’impianto, in ragione dei 48,91 euro per tonnellata introitati!
E’ il caso di sottolineare che più volte è stato richiesto all’Amministrazione comunale, anche in mozioni mai discusse in aula e più volte sollecitate, o dal precedente Collegio dei revisori di definire e sottoscrivere un Contratto definitivo nel quale definire anche questa problematica.
Sulla base delle evidenze sopra riportate e dopo il dibattito in aula il Consiglio comunale di Foggia intende realizzare una copiosa riduzione della TARI per le utenze, domestiche e non, dei propri contribuenti. Per questa finalità hanno votato a favore della pregiudiziale odierna i seguenti 18 consiglieri comunali: Buonarota, Cataneo, Cassitti, Citro, Clemente, Cusmai, De Pellegrino, Fiore, Iaccarrino, Mainiero, Marasco, Pertosa, Rizzi, Russo N., Sciagura, Splendido, Vigiano A., Ursitti.