Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 284 visitatori e nessun utente online

Politica

logoPDConsiglio comunale. Emanuele: "Landella raccatta voti utilitaristici di con-siglieri pronti a fargli da stampella quando sta per cadere"

"Bisogna riconoscere che Landella è davvero bravo a raccattare voti utilitaristici in Consi-glio comunale e bisogna invitare i cittadini a diffidare dei consiglieri che criticano l'Ammi-nistrazione e le offrono una stampella quando sta per cadere". E' il commento del segre-tario cittadino del Partito Democratico Davide Emanuele all'esito del Consiglio comunale "surrealmente officiato da un sindaco che da oltre un anno non ha una maggioranza po-litica ed è costretto ad elemosinare presenze e voti di chi ha smarrito il senso della dignità istituzionale e della coerenza politica".
"In un Consiglio Comunale svolto al rallentarore, senza l’arrivo al fotofinish dei consiglieri Clemente e Cassitti sarebbe mancato il numero legale per l’approvazione del riequilibrio di bilancio con il conseguente scioglimento della seduta. E senza il soccorso verde-nero di Mainiero, Ursitti e Vigiano, sarebbe mancato il numero legale al momento del voto sul Piano Sociale di Zona. Il fantomatico documento di programmazione da quegli stessi consiglieri criticato per l'assenza di condivisione della programmazione e per l'arroganza della vice sindaco Erminia Roberto.
Indifferenti anche al bavaglio imposto al consigliere comunale Alfonso De Pellegrino dal presidente del Consiglio comunale, i soccorritori hanno garantito la sopravvivenza di Landella e della destrorsa armata Brancaleone che lo sostiene. In cambio hanno ottenuto gli ipocriti ringraziamenti del sindaco e l'irridente promessa dell'ampia condivisione di un Piano Sociale di Zona che lo stesso Landella afferma essere immodificabile. Cioè, il nulla condito con il niente!
Intanto oggi è 31 luglio e nulla si sa del contratto definitivo con AMIU che il primo cittadino si era formalmente impegnato a sottoscrivere su sollecitazione della minoranza e di 3 consiglieri eletti nelle fila del centrosinistra e oggi in maggioranza.
Ormai manca meno di un anno alle elezioni e di sceneggiate simili ne vedremo, purtroppo, a decine in Consiglio comunale - conclude Davide Emanuele - nessuna avrà tra i co-protagonisti della farsa i consiglieri del Partito Democratico che continueranno a svolgere la funzione di opposizione con coerenza, dignità e lealtà”.