Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 120 visitatori e nessun utente online

Politica

marasco
Il Piano Sociale di Zona esprime la programmazione strategica per la parte più debole della città che l'Amministrazione Landella ha degradato a banale atto amministrativo e ha fatto approvare stracciando un accordo politico e istituzionale tra i capigruppo con la complicità di consiglieri che si dichiarano di minoranza e si comportano da sodali della maggioranza.

Tutti i partecipanti alla Conferenza dei capigruppo hanno sottoscritto il documento con cui si è concordato di inserire l'argomento all'ordine del giorno, per scongiurare i problemi formali paventati dal presidente del Consiglio comunale, e di svolgere la discussione in una seduta convocata ad hoc il 2 o 3 agosto.
Eravamo tutti consapevoli che non sarebbe stato possibile apportare modifiche. Avremmo, però, potuto conoscere approfonditamente la programmazione ed esprimere un voto consapevole, ancorché critico.
Garantire il numero legale e, quindi, l'approvazione del documento accampando motivazioni del tipo "è per il bene della città" è un'offesa alla dignità dell'istituzione che si rappresenta, e all'intelligenza dei consiglieri comunali e dei cittadini.
L'unico "bene" è quello, politico, che pensano di ricavarne i consiglieri che stanno entrando e ri-entrando nei ranghi del centrodestra con l'approssimarsi delle elezioni amministrative nella speranza di poter sostenere un Landella-bis.