Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 141 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaINTITOLAZIONE AUDITORIUM “CLARISSE” AL MAESTRO PEPPINO PRINCIPE:
SUPERFICIALITÀ E IMPREPARAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE D’ARIENZO
Sabato 15 settembre 2018, il Consiglio Comunale di Monte Sant’Angelo ha intitolato l’auditorium delle “Clarisse” al maestro Peppino Principe, figlio illustre della nostra Monte Sant’Angelo, deceduto nel marzo 2018.
L’idea è giusta e condivisibile, ma non è passato inosservato quanto accaduto durante il Consiglio Comunale, segno ancora una volta che l’Amministrazione d’Arienzo fa le cose solo per farsi pubblicità e non perché senta l’impegno morale e politico di farlo! Infatti, se l’assenza dell’Assessore Giuseppe Totaro può anche non fare notizia perché CambiaMonte ci ha abituato a tutto, fa pensare, invece, l’assenza di tutti i Consiglieri di minoranza i quali hanno voluto dare un messaggio all’Amministrazione d’Arienzo che, con arroganza e superficialità, convoca i Consigli, decide gli argomenti, prepara e scrive male gli atti e poi pretende che sia la Minoranza a votarglieli!
La dedica di un bene comunale a un concittadino illustre, in questo caso di fama mondiale, è un atto senz’altro da condividere solennemente e non da fare come se fosse una qualsiasi deliberazione. A molti è sembrato, invece, che l’Amministrazione d’Arienzo abbia preparato l’evento come una qualunque sagra cittadina, senza l’enfasi e l’importanza che Peppino Principe merita! Ricordiamo che, nel passato, con il rispetto e gli onori giusti, Monte ha dedicato una strada al M° Michele Prencipe, papà di Peppino, e ha concesso la cittadinanza onoraria al prof. Giorgio Otranto. Inoltre, d’Arienzo, Vergura e CambiaMonte non ricordano (glielo ricordiamo noi) che a Peppino Principe va rinnovato il ringraziamento per aver contribuito al raggiungimento del riconoscimento UNESCO della Grotta Micaelica anche quale “testimonial” nel filmato ufficiale del Sito Unesco.
Tutti hanno notato la superficialità con cui il Sindaco prima e l’Assessore alla Cultura poi hanno trattato l’argomento, senza la lettura di un documento ufficiale, ma limitandosi a rileggere, per l’ennesima volta, la biografia di Peppino Principe: d’Arienzo, l’Assessore Palomba e il Presidente del Consiglio Vergura (e l’Addetto stampa dov’era?) non sanno che il maestro Principe è così conosciuto e riconosciuto a livello internazionale che la sua biografia è nota anche alle popolazioni Maori!
Siamo certi che ogni cittadino approvi la scelta di dedicare, anche a futura memoria, l’auditorium delle “Clarisse” al caro maestro Peppino Principe che, oltre ai riconoscimenti internazionali e agli attestati di stima, ha fatto tanto per la nostra Città. Ma ieri l’Amministrazione d’Arienzo, con la sua insensibilità, ha trasformato un evento di orgoglio in un freddo atto amministrativo senza che Monte abbia potuto condividere ampiamente la scelta (d’Arienzo e i suoi devono capire che la città è rappresentata anche dalle Minoranze!), ma intanto loro si sono fatti i selfie!
Alla famiglia del caro maestro Principe va la riconoscenza di Forza Italia per aver dato a Monte un figlio così illustre, divenuto cittadino del mondo grazie alle sue grandi doti umane e artistiche: anche questa è Monte Sant’Angelo! (Fonte: Forza Italia – Monte Sant’Angelo)