Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 250 visitatori e nessun utente online

Politica


italianincomuneDa anni in politica si discute sulla definizione "porto sicuro" e sulla gente che soccorsa in mare non può essere riportata in Libia, terra dalla quale si imbarca per raggiungere l'Europa. L'Italia per contenere gli sbarchi sulle nostre coste, ha addestrato la guardia costiera libanese regalandole addirittura alcune motovedette della nostra flotta nonostante si sospetti sia complice dei mercanti di esseri umani. L'Europa ignora, o fa finta d'ignorare, che i disperati giunti in Libia dopo aver attraversato il deserto del Sahara, vengano imprigionati nei lager gestiti da criminali senza scrupoli, addirittura stringendo accordi economici con i delinquenti per limitare le partenze dalle coste Libiche. I partiti "nazionalisti" per giustificare la chiusura delle frontiere, ribadiscono che i migranti bisogna aiutarli a casa loro. Ma evitano di aggiungere che le ricchezze dell'Africa, il continente più ricco al mondo di risorse naturali, non devono più essere depredate. L'attuale governo per rendere le nostre città più sicure, ha varato un decreto denominato: "decreto sicurezza". Con tale normativa, si sono rese più stringenti le norme per regolarizzare le persone provenienti dall'Africa in cerca di una vita dignitosa. Al varo della norma, migliaia di persone, anche nuclei familiari, si sono ritrovati ad essere improvvisamente clandestine. In pratica si è pensato di rendere le nostre strade più sicure trasformando dall'oggi al domani degli esseri umani in "fantasmi" ai quali si è tolta la possibilità di un riscatto sociale. Di questo vi parleremo sabato 9 marzo dalle ore 17 a Foggia, presso il chiostro Santa Chiara. L'evento sarà presentato da Francesco Paolo Gentile (coordinatore cittadino di Italia in Comune) e Domenico Rizzi (segretario provinciale ARCI). Gli ospiti che ci parleranno del tema in oggetto saranno: Alessio Pascucci (coordinatore nazionale di Italia in Comune – Sindaco di Cerveteri), Antonio Russo (componente della presidenza nazionale ACLI) e Walter Massa (responsabile nazionale ARCI accoglienza, richiedenti asilo e rifugiati ). A moderare ci sarà la giornalista Giovanna Greco. La cittadinanza tutta è invitata.

Italia in Comune Foggia