Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

Politica

Cataneo“Comprendo la necessità di recuperare una credibilità politica, che si sta sempre più affievolendo nel Paese, per i NO finora espressi sulle infrastrutture e sul reiterato cambio di idea che, se avvenisse spontaneamente, sarebbe senz’altro meglio di quello “spintaneo” odierno per i contrasti interni con l’alleato di governo - afferma il consigliere uscente al Comune ed ex consigliere provinciale di Foggia Pasquale Cataneo - , su argomenti come: TAP, ILVA non chiusa, Atlantia non revocata e ora anche in Alitalia, Terzo Valico, F35 confermati, reddito di cittadinanza profondamente diverso da quello promosso elettoralmente, salario minimo legale a costo zero e scollegata dalla riforma fiscale, fuori dal doppio mandato con l’aggiunta di quello “zero”, fine delle dirette streaming, ma arrivare a sostenere che ci hanno messo nuove risorse, con programmazioni e Delibere CIPE fatte dai Governi precedenti, vuol dire prendere per i fondelli i cittadini pugliesi, come già fatto con gli italiani sui temi sopra richiamati, dopo le promesse della campagna elettorale ed i consensi ricevuti”. 

In un articolo apparso ieri sui media i deputati ed i senatori pugliesi M5S si sono autoincensati “……Grazie all’impegno del Movimento 5 Stelle, il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha finanziato con nuove risorse importanti opere ferroviarie per la regione Puglia: grazie alla particolare attenzione e ai maggiori fondi destinati al Sud sarà possibile realizzare, tra le altre, la stazione Alta Velocità Foggia – Cervaro, il raddoppio della tratta Orsara-Bovino, il collegamento ferroviario per l’aeroporto di Brindisi e l’elettrificazione della linea Barletta-Canosa”. Niente di più inesatto e mistificatorio!.
Di questa situazione ne è un esempio eloquente e temporalmente vicino quello relativo alla seconda stazione di Foggia sulla rete TEN-T che insieme agli interventi di sistema correlati e previsti nella mozione, redatta e presentata dal consigliere Cataneo, divenuta Delibera del Consiglio comunale di Foggia n. 13 il 16/03/2017 al pari della Delibera del Consiglio provinciale n. 11/2018, porteranno con costi veramente moderati e con tempi di realizzazione molto contenuti, rispetto ad altri similari interventi, a notevoli benefici per oltre 4,5 milioni di residenti in Puglia e della Basilicata.
“Invece di sproloquiare o fare affermazioni non puntuali ed inesatte, strumentali solo a cercare di recuperare consenso su questioni realizzate da altri, invito ancora una volta i parlamentari M5S pugliesi ed in particolare quelli della Capitanata – sottolinea il politico foggiano Cataneo – ad ascoltare di più ed al confronto, più volte richiesto su questi temi pregnanti, anche con una lettera aperta mai riscontrata, e che per me non hanno logica di parte o schieramento politico.”
Su questa progettualità, solo un anno fa, vi furono proprio in Capitanata esponenti del M5S che si dichiararono palesemente contrari citando questioni ambientali, l’eccessivo consumo di suolo e la diminutio o, secondo la loro visione rovinosa mai supportata però da studi o riferimenti tecnici o da analisi costi/benefici, la perdita della cd “centralità” dell’attuale stazione sulla linea adriatica che, invece, con la stazione AV e gli interventi di sistema correlati e da realizzare anch’essi consolida funzioni e importanza divenendo parte di un Hub intermodale.
“Ai parlamentari pugliesi del M5S, ma anche a quelli delle altre parti politiche eletti nella nostra regione ed in Capitanata, nel concludere- chiosa il rappresentante politico- pongo una mia valutazione e una serie di domande provocatorie. La valutazione è la seguente: gli effetti positivi della seconda stazione saranno estesi dai cittadini residenti anche ai due settori produttivi territoriali, sia sul versante delle merci e sia per quello passeggeri (soprattutto per i flussi turistici) attraverso la maggiore accessibilità ed attrattività che si raggiungerà qui, come già fatto altrove. Le altre infrastrutture puntuali e le reti esistenti dovranno essere connesse con servizi di trasporto alla nuova stazione AV, sulla rete TEN-T, e quest’ultima con un raccordo ferroviario all’aeroporto foggiano, sul quale, sono avviati lavori per allungare la pista e renderlo più efficiente e funzionale alle necessità territoriali. A Bari c’è e sarà esteso! E a Foggia? A Brindisi è in previsione di realizzazione proprio con gli atti approvati dal CIPE il 24.07. u.s. e a Foggia? Cosa avete fatto in merito? Lo avete delineato anche per le funzioni di protezione civile previste dalla Regione Puglia? Il finanziamento per l’elettrificazione della Foggia Manfredonia è stato confermato? Oppure rientra tra gli oltre 500 milioni de-finanziati? Sapete cari parlamentari pugliesi M5S (e non) che vi sono i fondi per l’inizio dei lavori sulla Termoli-Lesina, che è ancora ad unico binario e quindi dovrebbe essere prioritaria in quanto riguarda tutti i foggiani ma anche il resto dei pugliesi ed i settori produttivi dell’intera regione? Quali atti al riguardo avete prodotto finora? Incontriamoci e parliamone, non prendetevi meriti non vostri e vista la stagione vi consiglio, sommessamente, un bagno ……di umiltà!”