Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 412 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaGARA ILLUMINAZIONE PUBBLICA, QUALI I MOTIVI DEL RICORSO?
Nel mese di marzo scorso, il Comune di Monte Sant’Angelo ha pubblicato un avviso per la gestione per 20 anni dell’illuminazione pubblica (Determina n. 187 datata 01/03/2019 – http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=86518&org=montesantangelo); un appalto dai grandi numeri che, ovviamente, ha attirato l’attenzione di importanti gruppi imprenditoriali, anche stranieri.
Dopo formale procedura di gara, con Determina n. 631 del 19/07/2019 (http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=91115&org=montesantangelo), il Comune ha approvato i verbali relativi all’esito di gara e comunicava, quindi, l’impresa vincitrice e le imprese non vincitrici.
Intanto, nelle settimane scorse abbiamo appreso dal sito del Comune che, con Delibera di Giunta n. 160 del 04/10/2019 (http://pubblicazioni.saga.it/publishing/DD/docDetail.do?docId=93052&org=montesantangelo), l’Amministrazione CambiaMonte/PD ha conferito un incarico legale per difendere il Comune davanti al TAR Bari visto che l’impresa terza classificata ha presentato ricorso contro l’esito della gara stessa; di questo ha dato anche grande risalto un noto giornale della nostra provincia.
Il ricorso è stato proposto perché il Comune si è rifiutato di far conoscere tutte le carte relative ai requisiti posseduti dalle due imprese prime classificate. Inoltre, va precisato che, da quando amministra CambiaMonte/PD, la ditta prima classificata ha già vinto un altro appalto con il Comune di Monte Sant’Angelo, anche se nel campo dell’edilizia.
Non è la prima volta che, con CambiaMonte/PD al Comune, qualcuno o qualche impresa si costituisce in giudizio, segno, forse, che le cose non vengono fatte con precisione.
FORZA ITALIA pone a CambiaMonte/PD alcune domande:
• Come mai questo ricorso?
• Come mai il Comune di Monte Sant’Angelo si è opposto alla richiesta della ditta ricorrente a far vedere le carte, così come nel suo diritto?
• Sanno, quelli di CambiaMonte/PD, che opporsi alla richiesta di accesso agli atti è una scelta grave e contro ogni regola della democrazia?
• CambiaMonte/PD sanno che, negli ultimi anni, prima del loro arrivo al Comune, nonostante siano state fatte gare per milioni e milioni di euro, nessuno, ma proprio nessuno, ha mai presentato ricorso?
FORZA ITALIA auspica che quanto accaduto – il rifiuto opposto alla legittima richiesta di un’impresa di poter visionare le carte dei suoi diretti concorrenti – non accada mai più e che ogni cosa venga svolta con la dovuta e obbligatoria trasparenza.

Forza Italia Monte Sant’Angelo