Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 156 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaCANTIERI AVVIATI DA TEMPO, AMMINISTRAZIONE D’ARIENZO VIGILA SUL RISPETTO DEI CONTRATTI?
Grazie soprattutto all’attività di programmazione e progettazione delle precedenti Amministrazioni (Ciliberti, di Iasio, Commissari), a Monte Sant’Angelo diversi sono i cantieri conclusi (Urbanizzazione zona Stamporlando/Niviera; ristrutturazione Scuola Materna Zona C1 ecc.), avviati (Rifacimento Via Garibaldi e Corso V. Emanuele; ristrutturazione Scuola Giovanni XXIII ecc.) o da avviare (sistemazione Piazza Cappelletti, Piazza Beneficenza, Piazza Carlo d’Angiò; ristrutturazione e riqualificazione Edificio “Tancredi”; creazione collegamento Via Zuppetta-Corso Giannone ecc.).
Per quelli avviati, spesso i cittadini si chiedono se i tempi lunghi di esecuzione dei lavori siano regolari o c’è da sapere qualcosa. Infatti, una volta appaltato un lavoro, ed aperto il relativo cantiere, lo stesso va seguito e monitorato nel rispetto dei termini contrattuali (qualità dei lavori, quantità dei lavori, tempi di esecuzione): il Comune di Monte Sant’Angelo fa questo?
Purtroppo, a quanto pare, i tempi previsti dai contratti non vengono mai rispettati! Cosa ancor più grave è che negli appalti avviati mediante “offerta economicamente più vantaggiosa” ai tempi di esecuzione dei lavori viene dato un punteggio maggiore se la loro esecuzione viene indicata in minor tempo rispetto a quanto stabilito dal Comune.
La trasparenza amministrativa impone alle ditte esecutrici di apporre cartelli di cantiere, di dimensioni 100 cm x 200 cm, in cui riportare, oltre a dati contrattuali, finanziamenti, importo dei lavori, soggetti coinvolti nella progettazione, direzione lavori e sicurezza, impresa esecutrice, subappaltatori ecc., anche la data di inizio lavori, il tempo utile, la data prevista di ultimazione e uno spazio per indicare eventuali sospensioni/riprese/proroghe.
Alla luce di questo, FORZA ITALIA e VERSO IL FUTURO pongono all’Amministrazione alcune domande:
- Dei lavori appaltati, quanti sono stati ultimati nel tempo contrattuale previsto?
- Per i lavori ancora in corso, ma non ultimati, è stato predisposto/presentato un nuovo crono-programma con la previsione di ultimazione?
- Per quanti e quali dei lavori in corso e non ultimati è stata applicata la penale prevista contrattualmente? (La normativa e i capitolati speciali d’appalto prevedono una penale addirittura in itinere per il ritardo rispetto al crono-programma di progetto!).
- Come mai la durata dei lavori appaltati supera anche di tre, quattro, cinque, sei volte il tempo contrattuale previsto? Certo ci saranno giustificazioni per tutti i cantieri di: sospensioni e riprese con proroghe (si spera quanto meno con protocollo!), varianti per imprevisti “imprevedibili” con tempi di esecuzione ampliati!

FORZA ITALIA E VERSO IL FUTURO chiedono all’Amministrazione Comunale se tutto quanto previsto dalla normativa vigente e dalle condizioni contrattuali venga rispettato e, se nel caso ciò non avvenisse, quali siano i motivi di tanta negligenza: la trasparenza, oltre ad essere annunciata, deve essere anche praticata.

Forza Italia e Verso il Futuro Monte Sant’Angelo