Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 135 visitatori e nessun utente online

Politica

comunesanseveroIL CONSIGLIO COMUNALE SI E’ ESPRESSO CON VOTO UNANIME PER L’ISTITUZIONE DI UNA SEDE DEL TRIBUNALE.

Il Consiglio Comunale di San Severo, convocato in seduta monotematica, ha espresso voto unanime per la istituzione di una sede del tribunale nella città di San Severo, privata negli anni scorsi, a seguito della riforma del sistema giudiziario, della sede distaccata dello steso tribunale, i cui uffici cittadini erano dislocati nella centrale Via Imbriani.
Il Consiglio, con voto unanime espresso da tutti i consiglieri presenti, ha condiviso quanto dichiarato nelle scorse settimane dal Procuratore dott. Vaccaro, il quale aveva auspicato per la provincia di Foggia - a causa della elevata mole di lavoro esistente nell’unica sede di Tribunale della Capitanata a Foggia e delle notevoli distanze chilometriche tra i centri stessi della Provincia – l’istituzione di tre sedi di tribunale e di altrettante della Procura. San Severo si candida ad ospitare una delle sedi di Tribunale (o in subordine una sede distaccata), mettendo nel contempo a disposizione del Ministero della Giustizia, in maniera del tutto gratuita, un immobile quale sede della istituenda sede. Il C.C. di San Severo ha evidenziato che tale decisione non può non riguardare solo la Capitanata, ma un generale cambiamento del sistema giudiziario italiano, la cui geografia era stata modificata pochi anni fa.
Ai lavori consiliari erano presenti anche i deputati Michele Bordo e Carla Giuliano, entrambi componenti della Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, i quali hanno assicurato il proprio impegno per portare alla massima attenzione camerale tale discussione. Il deliberato del consiglio, oltre che inviato alle più alte autorità governative, sarà altresì comunicato anche alla presidenza della Provincia di Foggia, al fine di invitare le altre municipalità della Capitanata ad esprimersi con apposito O.d.G..

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo