Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 112 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaDECRETO-LEGGE “RILANCIO”, UNA BUONA OPPORTUNITÀ PER IL RIONE JUNNO. APPELLO AI TECNICI E ALLE IMPRESE DEL COMPARTO EDILIZIO.

L’art. 121 del Decreto-legge denominato “RILANCIO” ha istituito il bonus del 110% per lavori di ristrutturazione delle abitazioni singole e degli immobili condominiali.
Gli interventi fondamentali che fanno scattare questa straordinaria detrazione fiscale sono tre: 1) l’isolamento termico delle superfici orizzontali e verticali (cappotto termico); 2) la sostituzione della caldaia con impianti a condensazione con il miglioramento di due classi energetiche; 3) il consolidamento sismico.
È finanziabile anche la sostituzione degli infissi esterni, se viene effettuata congiuntamente ad almeno uno dei tre suddetti interventi. I lavori si possono eseguire dal prossimo primo luglio.
Le ipotesi di intervento da parte dei proprietari e delle imprese sono essenzialmente due: 1) Il proprietario dell’immobile anticipa le somme, che recupera nei cinque anni successivi al 110% (in altre parole, se spendi 50.000 euro, recuperi 55.000 euro, cioè 11.000 euro all’anno); 2) L’impresa esegue i lavori, redige la fattura, il proprietario la gira all’impresa che la sconta (cioè la trasforma in liquidità) presso una banca o una società finanziaria.
In questo secondo caso, il proprietario dell’immobile riceve la prestazione senza spendere alcun euro; l’impresa ricava il 100% della spesa per lavori; la banca o la società finanziaria ha l’utile del 10%.
L’operazione è a totale carico del bilancio dello Stato, che con questa misura contribuisce efficacemente a rilanciare il settore dell’edilizia, creando occupazione e sviluppo.
Il decreto-legge “RILANCIO” costituisce una preziosissima opportunità, principalmente, per il patrimonio edilizio del nostro esteso Centro storico. Infatti, tutte quelle unità unifamiliari potranno essere consolidate e restaurate a costo zero per essere utilizzate a fini abitativi o come piccole residenze turistiche.
SE SI AGISCE, POTRÀ ESSERE REALIZZATO IL COSIDDETTO “ALBERGO DIFFUSO”.
I movimenti politici “Verso Il Futuro” e “Forza Italia” rivolgono un pressante appello ai Tecnici e alle imprese del comparto edilizio: “Organizzatevi subito. Costituite delle unità operative. È possibile rilanciare il tessuto imprenditoriale e attuare un piano di recupero funzionale e produttivo del Rione Junno”.
Non perdiamo questa occasione. Il Comune faccia il suo dovere: metta in campo concrete iniziative di stimolo, di orientamento e di sostegno!

Forza Italia e Verso il Futuro Monte Sant’Angelo