Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 115 visitatori e nessun utente online

Politica

forza italiaSELEZIONE PER ASSUNZIONE VIGILI URBANI, L’AMMINISTRAZIONE D’ARIENZO PUBBLICA UN BANDO PER NIENTE CHIARO E DISCRIMINA I PIÙ GIOVANI
La Giunta d’Arienzo, con deliberazione n. 108 del 10 giugno 2020, impartiva istruzioni al Responsabile della Polizia Locale per attivare una selezione pubblica per soli titoli per la formazione di una graduatoria da utilizzare per l’assunzione a tempo determinato di Agenti di Polizia Locale.
Il Responsabile della Polizia Locale, con determinazione gestionale n. 515 del 12 giugno 2020, ha approvato l’Avviso Pubblico, che all’art. 3 prevede, tra gli altri, il requisito di “90 giorni di servizio attivo come Agente di Polizia Municipale con rapporto a tempo determinato o indeterminato” seguendo alla lettera quanto stabilito dalla Giunta Comunale. Pertanto, alla selezione possono partecipare soltanto coloro i quali hanno già prestato tale servizio alle dipendenze di un Comune.
Non possono, quindi, partecipare tanti ragazzi e ragazze che sono in possesso del Diploma di Scuola Superiore o di Laurea solo perché non hanno già prestato servizio presso un Comune come Vigile urbano! È come dire all’Infermiere professionale che “non puoi partecipare ad una selezione pubblica perché non hai prestato per almeno 90 giorni il servizio come infermiere professionale”!
Peraltro, è importante che l’Amministrazione corregga il bando visto che la validità della graduatoria sarà triennale e, come tale, non deve precludere questa opportunità a tanta gente.
Si tratta di una inaccettabile discriminazione! Ci auguriamo che sia solo frutto di incompetenza o superficialità, perché, illegittimamente, si trasforma un titolo di servizio in requisito per la partecipazione ad una selezione pubblica! Non vogliamo, invece, pensare ad un’ennesima imposizione (l’APU illegittima insegna) da parte dell’Assessore alla Polizia Municipale e alla Viabilità.
Inoltre, è evidente a tutti l’assoluta mancanza di chiarezza del bando. Perché non è riportata una griglia di valutazione dei titoli di studio e di servizio? Che peso sarà dato al Diploma e al suo voto? Perché non si dà la possibilità di dichiarare, quale titolo aggiuntivo da valutare, anche la Laurea, sia essa triennale o quinquennale/specialistica/vecchio ordinamento?
I Movimenti politici “Verso il Futuro” e “Forza Italia” invitano il Sindaco e la Giunta Comunale a modificare in autotutela la delibera n. 108/2020, eliminando il requisito dei “90 giorni di servizio attivo” e integrando il bando con tutte le mancanze fatte da noi notare.
Tutti i giovani diplomati o laureati hanno diritto a partecipare alla selezione e a cogliere un’opportunità di lavoro!

Forza Italia e Verso il Futuro Monte Sant’Angelo