Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 140 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaSECONDA PROVA DEL GRAN PRIX UNDER 14, ATLETI PUGLIESI ALLA GRANDE: UNA VITTORIA, UN SECONDO E UN TERZO POSTO NELLA SCIABOLA A ROVIGO, DUE SECONDI ED UN TERZO POSTO NELLA SPADA A VERCELLI

ROMA - Grandi soddisfazioni per la scherma pugliese nel fine settimana che ha visto la disputa della seconda prova del Gran Prix Under 14 “Kinder Joy of Moving” di spada (a Vercelli) e di sciabola (a Rovigo), ultima tappa di avvicinamento alle finali del Gran Premio Giovanissimi in programma dall’1 all’8 maggio a Riccione.
A Rovigo, nella sciabola, come sempre è la categoria Allieve a regalare le migliori soddisfazioni con una finale targata Circolo Schermistico Dauno e con Leonilda Buenza che si impone nell’ultimo atto su Veronica Gitto per 15-7. Nei turni precedenti Buenza aveva eliminato Martina Cerulli (Scherma Prato) 15-5, Gaia Monachini (Lame Tricolori) 15-3, la compagna di squadra Sofia Maria De Paolis per 15-13 e Matilde Reale (Frascati Scherma) con lo stesso punteggio; Gitto invece aveva messo in riga Maria Antonietta Fiore del Club Scherma San Severo e Diletta Farneti (Fides Livorno) per 15-6, Martina Cattaruzzi (CH4 Torino) per 15-10 e Greta Vinci (Scherma Ariccia) per 15-8.
Terzo posto nei Giovanissimi per Antonio Maria De Paolis del Circolo Schermistico Dauno che supera nel suo cammino Umberto Cellini (Petrarca Scherma) per 10-3, Shouta Ikeda (Accademia Scherma Milano) per 10-1, Francesco Biliotti (Club Scherma Roma) per 10-9 e Davide Teti (Lame Tricolori) per 10-2 e cede in semifinale all’ultima stoccata contro Mattia De Luca (Champ Napoli).
A Vercelli, nella spada, doppio podio per la Virtus Scherma Salento nelle Allieve grazie al secondo posto di Clara De Donno e al terzo di Flavia Verri. De Donno ha messo in riga Agata Stalletti (Club Scherma Sesto) per 15-1, Annie Cecchetti (Circolo della Scherma Terni) per 15-4, Giada Facchini del Circolo Scherma Imola) per 10-9, Chiara Anile (anche lei Circolo della Scherma Terni) per 15-11, Giulia Ferioli (Roma Fencing) per 11-10 e Meggy Matrizi (Malaspina Massa) per 15-11 prima di cedere all’ultima stoccata in finale con Mariasole Romanini del Circolo Ravennate della Spada. Quest’ultima in semifinale aveva sconfitto 15-13 Flavia Verri, che nel suo cammino aveva regolato in sequenza Valentina Francisconi del Circolo Schermistico Forlivese per 15-12, Alessia Penazzi della Schermistica Lughese per 15-5, Francesca Spinelli (anche lei del Circolo Schermistico Forlivese) per 15-9, Maya Boltri (Lodetti Milano) col medesimo punteggio e Benedetta Bianchi del Club Scherma Pisa per 15-13 in semifinale.
Secondo posto per Martina Zezza delle Lame Azzurre Brindisi nelle Bambine: nel suo percorso ha sconfitto 10-7 Beatrice Bertolo (Club Scherma Castelfranco Veneto), 10-8 Olivia Tazzioli (Penta Modena), 10-3 Ada Maria Gravina (Cus Catania), 10-5 Giulia Corazza Rubin (Verona Scherma) e Giulia Gallo (Scherma Doc Varese) all’ultima stoccata ma in finale ha perso col punteggio di 10-5 da Viola Martini (Circolo della Scherma Terni).
Da segnalare inoltre altri sei piazzamenti nei primi otto: Renato Coco del Club Scherma San Severo è quinto nella sciabola Maschietti, Gabriele Morello della Virtus Scherma Salento sesto nella spada Giovanissimi, Virginia Mele dell’Accademia Scherma Lecce ottava nella spada Giovanissime, Sofia Maria De Paolis del Circolo Schermistico Dauno ottava nella sciabola Allieve, Aurora Monaco del Circolo Schermistico Dauno ottava nella sciabola Bambine, Michele Pio Dilillo della Scherma Trani ottavo nella sciabola Allievi.

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

basketGuidati da coach Sandro Ciccone, i cussini della pallacanestro hanno vinto la finale play-off della Divisione regionale 1. La soddisfazione del presidente Claudio Amorese e del Rettore dell"Università di Foggia Lorenzo Lo Muzio

Al termine di una trionfale e vibrante cavalcata, la squadra di basket del Cus Foggia festeggia la sua prima storica promozione nella prossima Serie C unica. Fondamentale la doppia vittoria nella finale play-off giocata con l’Armeni Assi Brindisi. Il successo in Gara-2 ottenuto sabato sera in un gremito PalaRusso ha regalato una gioia enorme, costruita nel tempo con passione, determinazione e solide progettualità.

“Per il secondo anno consecutivo, il Cus Foggia festeggia sul campo un traguardo importantissimo. Nella scorsa stagione fu la nostra squadra di calcio a 5 (che quest'anno ha sfiorato la serie B perdendo la semifinale play-off) a gioire per la promozione in Serie C1 grazie al lavoro di mister Natale Coccia e del dirigente Milko Pollidoro. Questa volta invece vinciamo con la senior della pallacanestro. Credo sia un segnale importante per noi ma anche e soprattutto per il movimento sportivo di Capitanata. Non è un momento facile, fare sport a livello agonistico richiede sforzi economici ed organizzativi di non poco conto. Noi abbiamo scelto la via della competenza e della continuità: lavoriamo ormai da anni con uno staff tecnico e dirigenziale, sia nel basket che nel calcio a 5, capace e lungimirante. Persone che hanno assorbito i valori del Cus Foggia e si impegnano per costruire non solo vittorie e titoli ma anche contesti sportivi e sociali di assoluta qualità. A loro, ai giocatori e a tutti i collaboratori del Cus Foggia, il mio ringraziamento per queste splendide e meritate emozioni”. Questo il commento di Claudio Amorese, orgoglioso presidente del Centro Sportivo dell’Università di Foggia.

Una realtà che continua a fare cose ottime, fuori e dentro il campo.

“Abbiamo un grande gruppo di atleti e tra questi – continua Amorese - il nostro capitano Nicola Padalino, figura emblematica del movimento cestistico locale, ed un giovane talento Enrico Lioce durante la settimana, gestiscono anche la nostra attività di Minibasket. Ciò spiega bene il senso di appartenenza e lo spirito con cui tutti noi viviamo lo sport: vogliamo crescere e vogliamo farlo tutti insieme, giorno dopo giorno, coinvolgendo anche i più giovani”.

“Rivolgo, a nome mio personale e di tutta la comunità accademica, le più sentite congratulazioni alla squadra di basket del Cus Foggia, ai tecnici, ai dirigenti ed ai collaboratori per la promozione in serie C. - Ha dichiarato il Rettore dell’Università di Foggia, Lorenzo Lo Muzio - Il raggiungimento di questo importante traguardo ci riempie di orgoglio non solo perché testimonia il vostro impegno, la vostra passione e la determinazione nella pratica di questo sport sempre più seguito dalla nostra Comunità Unifg ma, anche e soprattutto perché ricorda quanto l’attività agonistica rappresenti un’opportunità unica di crescita personale a completamento del percorso formativo intrapreso dai nostri studenti e studentesse. Il mio personale augurio è di continuare a dare prova del vostro talento divertendovi e sempre nel rispetto dei valori legati all’etica della competizione. Ad Majora! ”

Di giovani, in squadra, la rosa del Cus Foggia quest’anno ne contava tanti. A loro il merito di dare forza ed energia al roster magistralmente costruito dal team manager Saverio Padalino e perfettamente guidato dal coach Sandro Ciccone.

“Saverio Padalino è un dirigente appassionato, abile, unico. Ha dato una dimensione nuova alla nostra sezione di basket. Sempre presente, è una figura per noi preziosa. Così come prezioso è stato il lavoro fatto nelle ultime stagioni dal nostro coach, Sandro Ciccone. Tecnico preparato, persona di grande spessore umano, ha saputo gestire con puntuale professionalità le varie fasi della stagione, dando al gruppo non solo un’anima ma anche un cuore. Quel cuore che ha fatto la differenza nell’ultima partita e che ha conquistato le centinaia di persone presenti al Palazzetto Russo. A questa squadra, che con questo risultato rilancia il movimento cestistico di Capitanata, va il merito di aver regalato a tutti una serata ed una stagione davvero indimenticabile”. - Ha aggiunto Claudio Amorese.

Questa la rosa del Cus Foggia Basket 2023/2024
Nicola Padalino, Eugenio Padalino, Marco Dell’Aquila, Giovanni Chiappinelli, Enrico Lioce, Cristian Marinelli, Giuseppe Aliberti, Francesco Morelli, Andrea Dell’Aquila, Kevin Podio, Davide Olivieri, Jacopo Sebastio, Carlo Zagni.

Della vincente ed avvincente stagione cussina hanno fatto parte anche i dirigenti Marcello Ferraretti, Rino Olivieri, Paolo Zagni ed il secondo coach, Francesco Basile.

Ufficio Stampa, Comunicazione istituzionale ed Eventi di Ateneo
Università di Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

buchefoggia
Questa mattina sopralluogo della sindaca Episcopo e dell’assessore Galasso

Sono 23 le strade cittadine con ripristini definitivi da parte di ENEL in corso d’opera o di prossima esecuzione nei giorni a venire, effettuati dopo gli interventi di realizzazione di sottoservizi stradali con manomissione del sottosuolo e danneggiamento stradale.
Si tratta di lavori già previsti a carico degli enti gestori nelle autorizzazioni rilasciate dal Comune e per i quali l’amministrazione Episcopo ha avviato da subito interlocuzioni finalizzate a pretenderne puntuale esecuzione a perfetta regola d’arte, diversamente da come, in più circostanze, era stato riscontrato essere stati eseguiti tardivamente e con discutibili finiture negli anni passati.
A queste strade vanno ad aggiungersi altre 43 già completate nelle settimane scorse e se ne sommeranno ulteriori 37 il cui ripristino sarà effettuato nei prossimi mesi, al termine del periodo di 60-90gg previsto in autorizzazione per consentire il fisiologico assestamento del piano stradale sotto traffico prima dei ripristini definitivi.
“È il risultato del nuovo modus operandi messo in atto dal Comune di Foggia, basato su continua interlocuzione tra l’amministrazione comunale e le aziende che operano nel sottosuolo - spiega l’assessore ai lavori pubblici, Giuseppe Galasso, che in mattinata ha effettuato un sopralluogo insieme alla sindaca Maria Aida Episcopo in via Bonante, via Miranda, via Napoli, via Nedo Nadi e via Pietro Nenni, tutte strade su cui sono ben visibili lavori in corso da parte di ENEL con fresature, stese di nuovo asfalto e recente rifacimento di nuova segnaletica orizzontale -. Nei prossimi giorni, altre strade andranno ad aggiungersi all’elenco dei ripristini grazie anche alla pronta disponibilità delle altre società gestori sottoservizi, tra cui AqP, Tim- Fiber Coop, Open Fiber, Fastweb, Amgas e Wind Tre. Nella fattispecie del sopralluogo di stamattina, dobbiamo riconoscere a ENEL una pronta risposta per il ripristino del manto stradale lungo strade interessate nei mesi scorsi da importanti lavori di sottoservizi che tanti disagi hanno prodotto a cittadini. Allo stato attuale sono oltre cento le strade cittadine su cui ENEL effettuerà lavori di rifacimento definitivo del manto stradale - specifica Galasso - con evidente e grande beneficio per la nostra città, per lungo tempo privata di ripristini stradali eseguiti bene e diffusamente su tutte le aree precedentemente interessate da lavori di sottoservizi. Continueremo con questa incessante azione di controllo e presto ripeteremo questo sopralluogo anche per lavori eseguiti da altre società di sottoservizi”.

È possibile seguire in tempo reale le attività di ripristino al link: https://www.google.com/maps/d/edit?mid=1IeZBotdCQsdvbDtRHxdOHyJHYr2mN6o&usp=sharing

Di seguito l’elenco delle strade urbane ed extraurbane oggetto di intervento

Strade ripristinate di recente:
• Via La Torre
• Via Mario Altamura
• Via Antonio De Mita
• Via Spera
• Via Benvenuto
• Via Pilotti
• Via Rovelli
• Via Menichella
• Tratturo Camporeale
• Via Napoli
• Via Giuseppe Parini
• Viale Europa
• Via Achille Grandi
• Via Pietro Castellino
• Via Luigi Sbano
• Via Postiglione
• Via Smaldone
• Via Castrillo
• Via Petruzzi
• Via Bruno Buozzi
• Via Imperiale
• Via Michele Papa
• Via Protano
• Via Fortore
• Via Scillitani
• Via Motegrappa
• Via del Carso
• Viale XXIV
• Piazza Cavour
• Via Galliani
• Via Caggese
• Via Guglielmi
• Via S. Severo
• Via Nedo Nadi
• Via Baffi
• Via Ugo La Malfa
• Via Napoli
• Via D’Addedda
• Via Giovanni Gentile
• Via Cavotta
• Via Manerba
• Via Monsignor Farina
• Via Pietro Nenni

Strade in corso di ripristino – da ripristinare:
• Via Francia
• Corso del Mezzogiorno
• Via Castelluccio
• Via Sprecacenere
• Via Molfetta
• Via Carbonari Dauni
• Via Terza Traversa del Corso del Mezzogiorno
• Via Marina Mazzei
• Via Maria Giovanni Galanti
• Via Luigi Pinto
• Via Napoli
• Via Martiri di Via Fani
• Via Telesforo
• Via Mario Natola
• Via Primo Maggio
• Via La Piccirella
• Via L. Radice
• Via D’Adduzio
• Via Luigi Miranda
• Via Bonate
• Via Giuseppe Altobello
• Via Vincenzo Gioberti
• Viale Ofanto

Strade con lavori in corso/lavori già autorizzati e prossimi alla cantierizzazione:
• Via Nicola Stame
• Via Girolamo Caggianelli
• Via Loffredo
• Via D’Aragone
• Via Sprecacenere
• Via Manfredonia
• Via Manfredi
• Via Castiglione
• Via Onorato
• Via Zara
• Via Montegrappa
• Via Gorizia
• Via Trento
• Via Piave
• Via Trieste
• Via Podgora
• Via Alessandro Volta
• Via Bovio
• Via Bari
• Via Michelangelo
• Via Fraccacreta
• Piazza Puglia
• Via Perrone
• Via Lecce
• Via Trani
• Via Giuseppe Pesola
• Via Brindisi
• Via Ciampitti
• Via Colombo
• Via Michele Mastelloni
• Via Guido Grilli
• Piazza S.Pio X
• Via Gaetano Amatrude
• Via Nicola Zingarelli
• Via Carbonari Dauni
• Via dell’Immacolata
• Via Arpaia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


vigilidelfuoco
“Firmata la cessione dei terreni su via Biccari per l’edificazione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco ed approvato atto di indirizzo per l’edificazione di nuove edicole funerarie e gestione integrata del cimitero comunale”


In data 19 aprile 2024 a palazzo Mozzagrugno si sono scritte due pagine di storia di Lucera. In prima battura è stata firmata la cessione del terreno sul quale verrà edificata la nuova CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO. La cessione è avvenuta alla presenza del Notaio incaricato Dott.ssa Benincaso, del Sindaco di Lucera Avv. Giuseppe Pitta, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Dott. Domenico De Pinto, del Dirigente del Provveditorato alle Opere Pubbliche Luisa Scarpa e del Dirigente al patrimonio Dott. Raffaele Cardillo. Nella stanza del Sindaco, dove è avvenuta la storica firma, erano presenti diversi Assessori e Consiglieri Comunali.
“Una giornata storica per la nostra Città che potrà godere di una caserma dei Vigili del Fuoco moderna, sicura ed al passo con i tempi. Il presidio dei Vigili del fuoco è strategico per Lucera ed i Monti Dauni e deve rappresentare una priorità” – afferma il Sindaco Giuseppe Pitta.
Dopo la cessione dei terreni per l’edificazione della caserma, la Giunta Comunale si è riunita per trattare un tema che le amministrazioni degli ultimi decenni hanno lasciato nel dimenticatoio, l’edificazione di nuove edicole funerarie che vadano ad eliminare lo scempio della tomba “San Francesco” parzialmente crollata e del “grande fosso” che adorna da molti anni il monumentale cimitero di Lucera.
La Giunta municipale ha dato atto di indirizzo ai dirigenti di attivare nel più breve tempo possibile una manifestazione di interesse per l’edificazione di quelle due aree cimiteriali e per la fornitura di tutti i servizi connessi alla gestione del cimitero, oggi forniti da società diverse ed in parte con dipendenti comunali.
“Come annunciato dal Sindaco nel corso del consiglio comunale del 15 aprile scorso è stato approvato un atto di indirizzo con il quale si è dato impulso alla risoluzione di molti dei problemi che attanagliano il nostro cimitero comunale ormai da decenni e dei quali le precedenti amministrazioni hanno tanto parlato e mai affrontato” – dichiara l’assessore alle politiche cimiteriale Dott.ssa Emanuela Gentile.
“Alla sterile propaganda preferiamo gli atti che risolvano i problemi della nostra Città e dei nostri Cittadini ed il Cimitero Comunale è sicuramente uno di questi. Alla scarsità dei loculi ed alla parziale inefficienza dei servizi andava posto rimedio con determinazione ed è quello che abbiamo fatto. Adesso vigileremo affinché gli uffici operino celermente nella produzione di tutti gli atti conseguenti e necessari a porre la prima pietra – afferma il Sindaco Avv. Giuseppe Pitta.

Il Sindaco
Giuseppe Pitta

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPD

FOGGIA – «Una buona notizia strillata in modo sgrammaticato e sguaiato da chi scopre Passo di Corvo oggi, dopo che per 7 anni ha condiviso responsabilità del governo municipale di Foggia e lasciato che un pezzo inestimabile del nostro patrimonio storico-archeologico accumulasse solo degrado».
Il gruppo consiliare del Partito Democratico commenta così la nota con cui la consigliera comunale di Fratelli d’Italia, Concetta Soragnese, ha diffuso la notizia del finanziamento di scarsi 200 mila euro per la valorizzazione, il restauro e la riorganizzazione del parco archeologico di Passo di Corvo, previsto nel decreto con cui il ministro della Cultura ha approvato il piano triennale dei lavori pubblici relativi ai beni culturali 2024- 2026.

«La consigliera Soragnese esalta l’intervento del ministro contrapponendolo alla convenzione integrata che il Comune di Foggia ha in corso di definizione con il Ministero e la Sovrintendenza, bollandola come confusa — prosegue il Gruppo PD- , come se non si trattasse di articolazioni dello stesso Governo nazionale, chiamato ad attivarsi per competenza specifica che lo Stato ha il dovere di esercitare su aree archeologiche come quella di Arpinova».

«Quella convenzione, peraltro, punta a dare continuità alla cura e alla valorizzazione di Passo di Corvo — concludono i consiglieri dem —, obiettivo condiviso da tutto il Consiglio comunale che ha votato all’unanimità, gruppi di maggioranza e di minoranza, la delibera che ne approvava lo schema da sottoscrivere».

«Sappiamo distinguere tra propaganda politica e cooperazione istituzionale utile e necessaria a beneficio del patrimonio di tutti — concludono i consiglieri dem — e presto l’Amministrazione comunale e l’assessora alla Cultura, Alice Amatore, saranno in condizione di ufficializzare altre importanti novità positive su Passo di Corvo, da noi assunto come importante polo di una strategia più complessa che vuole proporre Foggia come destinazione culturale e turistica».

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)