Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 130 visitatori e nessun utente online

Primo piano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

GINOLISA
Questa mattina la sindaca di Foggia, Maria Aida Episcopo, insieme alla Presidente del Consiglio Comunale, Lia Azzarone, ha incontrato una rappresentanza di Aeroporti di Puglia composta dal presidente Antonio Vasile, la componente del CdA Vania Romano, il direttore commerciale Nicola Lapenna e dal responsabile delle relazioni esterne Michele Fortunato.

Durante l’incontro istituzionale è stato fatto un primo punto della situazione sull’aeroporto Gino Lisa e successivamente si è deciso di convocare, nelle prossime settimane, un tavolo tecnico per affrontare le tematiche relative allo scalo aeroportuale foggiano.

“Sul Gino Lisa – afferma Episcopo – serve un grande sforzo collettivo di tutti gli attori locali per dare maggiore credibilità al nostro territorio al fine di consolidare il nostro scalo e renderlo soggetto attivo nelle future dinamiche di sviluppo turistico e logistico dell’intera provincia”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carlantino
Venerdì 16 febbraio, a Celenza ci saranno anche i sindaci di Riccia e Gambatesa per dire “stop” a nuove pale
Progetto riguarda Carlantino e Celenza, in parte anche Casalnuovo, Casalvecchio e Torremaggiore

CARLANTINO La provincia di Foggia, e in special modo nella zona dell’Appennino Dauno, è una delle aree d’Europa in cui si concentra il maggior numero di pale eoliche. Dagli anni ’90, ne sono state installate a migliaia (in Puglia se ne contavano 1.615 nel 2021, secondo l’ultimo rapporto ANEV-Associazione Nazionale Energia del Vento). Ora un nuovo parco eolico potrebbe sorgere a cavallo dei territori comunali di Carlantino e Celenza Valfortore. A volerlo è una società che ha sede legale a Potenza, la “Rinnovabili Sud Due S.R.L.”.
Il progetto non è stato discusso né con le Amministrazioni comunali interessate né con i cittadini dei Comuni sul cui territorio dovrebbero essere installati 17 nuovi aerogeneratori, per una potenza complessiva pari a 98 MW. Il piano di lavoro, inoltre, prevede la costruzione di opere di connessione alla RTN e sistema di accumulo da 30 MW ricadenti anche nei comuni di Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia e Torremaggiore.
Per venerdì 16 febbraio, alle ore 17.30, a Celenza Valfortore negli ampi spazi dell’ex Monastero di San Nicola, il sindaco Massimo Venditti e il primo cittadino di Carlantino Graziano Coscia hanno convocato un incontro pubblico con i cittadini. Si discuterà dei passi compiuti e di quelli da compiere per opporsi alla realizzazione della nuova wind farm.
Assieme a loro, all’incontro saranno presenti anche i sindaci dei comuni molisani di Riccia e Gambatesa, rispettivamente Pietro Testa e Carmelina Genovese. Anche il Molise, regione in cui attualmente sono installati 321 aerogeneratori, è interessato al nuovo incremento di progetti inerenti all’installazione di nuovi parchi eolici. A Celenza, inoltre, ci sarà il deputato Giandonato La Salandra che, nei giorni scorsi, ha già presentato in Parlamento alcune interrogazioni sulla questione.
L’impresa che vorrebbe installare i 17 aerogeneratori ha fatto pervenire il progetto già “impacchettato” al Comune di Carlantino il 13 novembre scorso.
Nella relazione dei tecnici comunali incaricati dai due comuni di studiare la fattibilità del progetto, è emerso che lo studio di impatto ambientale svolto dalla società “Rinnovabili Sud Due S.r.l.” non prende in esame tutti i beni paesaggistico-ambientale localizzati nell’area interessata. In particolare, si fa riferimento ai beni sottoposti a vincolo paesaggistico riportati dalla banca dati informatica del Ministero per i Beni Culturali.
Il progetto del parco eolico, infatti, intercetta il Regio tratturo Lucera-Castel di Sangro ma soprattutto incide direttamente sul Tratturo Celano-Foggia, entrambi interessati anche dal vincolo archeologico. Non solo, anche i boschi interessati dal progetto sono sottoposti a vincoli paesaggistici-ambientali.
Inoltre, la relazione dei tecnici ha messo in evidenza come lo studio di impatto ambientale non consideri l’impatto cumulativo degli impianti eolici in relazione a tutti gli altri impianti esistenti o in corso di realizzazione. Lo studio di incidenza, poi, non è conforme alla Linee Guida Nazionali in materia di Valutazione d’incidenza redatte dal MATT NEL 2019. Infine, i tecnici dei due comuni hanno sottolineato come alcune pale non rispettano nemmeno la distanza minima fissata per legge dalle strade comunali, provinciali e statali. Norme previste anche dal nuovo Codice della strada.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

kickboxing copyKICK-BOXING. SABATO 17 FEBBRAIO LA NOTTE DEI GUERRIERI AL PALASPORT BORSELLINO E FALCONE. IN PROGRAMMA 11 INCONTRI CON DUE TITOLI ITALIANI PROFESSIONISTI.

La Notte dei Guerrieri: San Severo è pronta a vibrare a colpi di kick-boxing. C’è grande attesa in città per l’evento sportivo organizzato nel Palasport Comunale Borsellino e Falcone di Viale Castellana, in programma sabato 17 febbraio 2024 a partire dalle ore 20,30.
“Siamo particolarmente lieti di ospitare un grande evento sportivo nel nostro Palasport – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore allo Sport Felice Carrabba – per una riunione che promette tanto spettacolo. San Severo è pronta a vivere una serata indimenticabile, fatta anche di coraggio, sudore e determinazione: la Notte dei Guerrieri farà vivere a tutti i presenti l'emozione dello sport in prima fila!
L'atmosfera sarà carica di energia, pronta a esplodere in 11 incontri di kick-boxing tra dilettanti e professionisti”. Il match principale vede il ritorno sul ring di Giovanni Verga, orgoglio sanseverese della specialità sportiva, che combatterà per il titolo italiano, così come, salirà sul ring per il titolo tricolore, l’altro atleta sanseverese professionista William Pietrantuoni. A confermare l’eccezionalità della serata anche la diretta sul canale 814 della piattaforma Sky, che trasmetterà l’intera riunione a partire dalle 20,30.
Il Palasport Borsellino e Falcone, informano gli organizzatori, non sarà solo il teatro di combattimenti infuocati, ma sarà anche uno spettacolo a tutto tondo. Infatti sarà trasformato in un'arena “all'Americana". Un Led Wall gigante illuminerà la scena, mentre una passerella avvolta da fumo, fuoco e fiamme farà da cornice agli atleti. Sarà uno spettacolo che farà scatenare l'adrenalina degli spettatori, arricchito da effetti speciali che faranno vibrare le emozioni dall'inizio alla fine!.
Il programma prevede ben 11 incontri tra dilettanti e professionisti. Dopo 9 anni di assenza, ma con un palmares impressionante, che include il titolo di campione regionale nel 2006, di campione italiano nel 2008 e 2009, nonché di campione intercontinentale nel 2010, con oltre 50 match, di cui molti vinti per K.O. l’atleta sanseverese Giovanni Verga si giocherà il titolo di campione italiano di kick-boxing categoria 85 kg. contro Michele Del Priore di Foggia. Una sfida tutta casalinga che promette scintille e tensione dal primo all'ultimo round per il titolo italiano attualmente vacante della categoria. Altro match valido per il titolo tricolore (vacante) vedrà salire sul ring William Pietrantuoni di San Severo opposto ad Antonio de Candia - Team Higlander Rimini categoria 60 kg.
Completano i match professionisti le seguenti sfide: Nicola Sanzione (Andria) – Luigi Bucci (Team Casanova), Valerio Modestro (Cerignola) contro Luca Lazazzara (Lovascio Bitonto), infine Antonio Ciannameo (LACALAMITA) contro Apoliciano Tozon (TEAM RASMAN TRIESTE).
Nei numerosi match dilettanti sono da segnalare due atleti di San Severo che saliranno sul ring. Cristian Presutto (Verga San Severo) contro Mattia Lazazzara (TEAM LOVASCIO BITONTO) e Erika Longo (Verga San Severo) opposta a Verinoca Grana (Violante).
Per ulteriori dettagli, anticipazioni e curiosità è possibile visitare la pagina @TeamVerga su Facebook e Instagram.

Il Responsabile dell’Ufficio Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comuneapricenaCarissimi apricenesi, siamo costretti a rubare qualche minuto della vostra attenzione per SMENTIRE, ancora una volta, una notizia ormai vecchia.

Ad Apricena mai e poi mai sarà realizzato un impianto di trattamento di fanghi biologici. Lo abbiamo dichiarato già anni fa, in giunta e in consiglio comunale LA NOSTRA CONTRARIETÀ TOTALE, a questo tipo di iniziativa. Siamo per uno sviluppo eco-sostenibile e quanto fatto e realizzato in questi anni è la riprova che la città è viva, attraente e ormai lanciata verso obiettivi strategici che ci permettono di guardare con grande entusiasmo al futuro.
Le tante infrastrutture, le iniziative imprenditoriali nate grazie alla disponibilità e all’impegno della nostra Amministrazione Comunale, sono un dato di fatto incontrovertibile. Purtroppo c’è un tentativo in atto da parte dell’opposizione in consiglio comunale che spiace dirlo, dopo aver dormito per anni, ne’ aver mai portato un contributo fattivo alla nostra città, si sveglia, A POCHI MESI DALLE ELEZIONI COMUNALI, con un maldestro tentativo di avvelenare i pozzi della discussione democratica. La città vive un grande momento, non possiamo ASSOLUTAMENTE, dare spazio alle polemiche inutili ed inesistenti.
Riguarda alle attività amministrative messe in atto da altri enti pubblici, per esempio dalla Provincia, non cambiano di un millimetro la posizione della nostra Amministrazione Comunale. Il territorio lo governa l’Amministrazione Comunale, questa inziativa non sarà mai realizzata e se necessario metteremo in atto attività amministrative per scongiurarlo, già dalla prossima seduta di giunta, qualora non fosse chiaro il concetto!! Invitiamo i cittadini a non credere alle false notizie, i fatti parlano chiaro: questa amministrazione da 12 anni lavora per il bene comune e in trasparenza. Non abbiamo padroni da tutelare, per noi ogni cittadino va difeso, tutelato, valorizzato.
Non ci sarà mai con questa compagine un nuovo cementificio. Quella storia appartiene al passato nefasto, che tanto male ha fatto alla nostra città e che tutti dobbiamo scongiurare anche nei nostri ricordi. Vi chiediamo scusa ma era DOVEROSO RASSERENARE TUTTI, e lo abbiano fatto per le vie istituzionali al fine di dare la posizione CHIARA E TRASPARENTE.

Buona giornata a tutti, ci vediamo alla festa di Carnevale di giovedì 15 febbraio, dalle ore 18:00 su Corso Roma. A chi vorrebbe farci perdere la gioia e il sorriso per le bellezze che abbiamo, gli rispondiamo con un saluto affettuoso.
In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale e della città di Apricena

Il Sindaco
Antonio Potenza

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

delicetoIl paese ospiterà pittori, scultori, musicisti, ricercatori e creativi che valorizzeranno il borgo
Un grande spazio creativo e etno-demo-antropologico nascerà all’interno del meraviglioso Castello
Nasce l’Archivio della Memoria Viva, tra opere d’arte, musica e recupero della cultura popolare

DELICETO Pittori, scultori, musicisti, designer, fotografi, esperti del suono e dell’immagine, creativi: Deliceto ospiterà gli artisti che aiuteranno il borgo a costruire, promuovere e qualificare la propria offerta culturale e turistica. E non solo. Gli stessi artisti a cui sarà data ospitalità contribuiranno a realizzare l’Archivio della Memoria Viva, una raccolta sistematica, digitalizzata e multimediale capace di raccontare il patrimonio storico e culturale di Deliceto in ogni sua espressione: il dialetto, i canti e la musica popolare, le ricette della tradizione enogastronomica, la storia del borgo, gli usi e i costumi del paese, la poesia, le testimonianze scritte e quelle tramandate oralmente.
Il Comune di Deliceto, a tal proposito, ha pubblicato l’Avviso pubblico per Manifestazione d’interesse rivolto alla ricerca di soggetti interessanti a organizzare “residenze di ricerca artistica” e “residenze di ricerca demo-etno-antropologica”.
Il bando è consultabile al link: https://comunedeliceto.traspare.com/show_albo/109101?page=2).
L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto finanziato dal PNRR denominato “Mystica Harmonia – Deliceto dalle stelle in una grotta, per aspera ad astra”.
“Artisti, ricercatori e creativi”, spiega il sindaco Pasquale Bizzarro, “ci aiuteranno a valorizzare realmente tutti gli attrattori culturali di Deliceto, compresi tutti i ricchissimi elementi del nostro patrimonio immateriale, oltre naturalmente ai luoghi d’interesse storico-architettonico e naturalistico che caratterizzano il borgo e i boschi circostanti. Che sia un quadro, una scultura, una partitura musicale, un’opera teatrale, una produzione cinematografica, l’obiettivo è arricchire e reinterpretare il nostro patrimonio attraverso l’attività di creazione artistica dei protagonisti delle residenze”.
Saranno attivate quattro residenze artistiche. Agli artisti, ricercatori e creativi ospitati sarà garantita anche la massima collaborazione non solo da parte del Comune di Deliceto ma anche quella di tutta la Comunità coinvolta nel progetto. Tra le attività previste, infatti, ci sono anche la raccolta e sistematizzazione della documentazione memorialistica rappresentata da diari, lettere, foto, giornali, interviste video, testimonianze preesistenti o raccolte ex novo che riguardino il borgo e la sua gente. “Spesso i visitatori che giungono a Deliceto ci raccontano che, oltre alle bellezze del borgo e ai suoi sapori, ciò che apprezzano di più è qualcosa difficile da spiegare: l’accoglienza della gente, il profumo che arriva dalle botteghe del pane, la musicalità del nostro dialetto e dei nostri modi di dire, il rintocco delle campane della Chiesa Madre, perfino il suono del vento e la ‘musica’ naturale delle passeggiate nel bosco. Noi vogliamo raccontare tutto questo per creare un turismo sostenibile, che attragga l’interesse di chi ama scoprire destinazioni diverse da quelle di massa e faccia innamorare i viaggiatori attenti all’autenticità, all’unicità dei piccoli borghi. È un progetto ambizioso e innovativo in cui crediamo moltissimo, che apre Deliceto al futuro e, allo stesso tempo, costruisce il domani del borgo partendo dalla riscoperta delle proprie radici e della propria storia”. Gli artisti interessati potranno inviare la propria candidatura rispondendo alla manifestazione di interesse entro l’11 marzo 2024.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)