Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 708 visitatori e nessun utente online

Spettacolo - Cinema - Arte - Cultura


orsaraL’impegno della International School of Studies for Universal Peace

ORSARA DI PUGLIA Sarà devoluto in beneficenza il ricavato del concerto che si terrà a Orsara di Puglia, sabato 28 luglio 2018, alle 17.30 nell’auditorium del Centro Polivalente comunale di Via Di Vittorio. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Orsara, è organizzata da Issup, International School of Studies for Universal Peace e da Libera Condivisione Onlus, l’associazione che sostiene gli orfanotrofi e un lebbrosario. Il “Concerto terapeutico mantra dell’Himalaya” mette insieme la voce di Thea Crudi, harmonium, campane tibetane e suoni dall’India. Musicista e ricercatrice spirituale, Thea Crudi, con la sua voce, accompagnerà gli spettatori in un viaggio spirituale meditativo.
La Issup, ad opera del suo fondatore Mario Brunetti, promuove dal 1960 la ricerca della pace attraverso tutte le tecniche evolutive patrimonio dell'umanità dei 5 continenti, quindi di tutti i popoli di tutti i paesi. Il concerto del 28 luglio nasce dall'incontro con Giorgio Cerquetti, spirito libero che ha dedicato e dedica la sua vita alla diffusione della consapevolezza e della liberazione interiore ed esteriore, fondatore di Libera condivisione Onlus. Il valore rigenerante e terapeutico dei mantra trova riscontro nelle più recenti ricerche della nostra scienza moderna, dove si dimostra il potere di questi suoni che derivano dal sanscrito che è la lingua madre delle nostre lingue indoeuropee. La issup insegna varie discipline tra cui il raja yoga, che prevede anche l'uso dei mantra, per la pacificazione della mente. La scuola Issup è aperta a tutti coloro che volessero intraprendere un percorso individuale di rigenerazione e di pacificazione della mente, attraverso l'insegnamento personale dei mantra. Ha proposto, ed è in via di realizzazione anche nel comune di Orsara di Puglia, la creazione di un "centro di studi comunale per la pace ", con la partecipazione di ricercatori e studiosi dei 5 continenti, con cui la Issup da anni realizza seminari a fini sociali.