Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 310 visitatori e nessun utente online

Spettacolo - Cinema - Arte - Cultura

uniTredici ricerche accettate dal congresso più prestigioso, l’équipe UniFg guidata dal coordinatore della Medicina legale prof. Pietrantonio Ricci.

Diversi i casi analizzati: dalla mafia garganica al crescente fenomenodei suicidi, dall’odore dei soggetti che potrebbero aver commesso
dei reati alla balistica delle mitragliette “modello Kalshnikov”.

Da domani gli interventi della delegazione UniFg, si rinnova l’appuntamento con la vetrina scientifica che in passato aveva collocato la nostra Medicina Legale ai vertici in Italia .

Una delegazione dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Foggia ha raggiunto gli USA per partecipare al 71esimo congresso annuale AAFS (American Academy of Forensic Sciences), quest’anno in programma a Baltimora (Maryland) fino al 23 febbraio. Una partecipazione, quella dell’equipe foggiana coordinata dal prof. Pietrantonio Ricci, che non passerà inosservata grazie alle tredici ricerche scientifiche che saranno presentate a una platea di scienziati, investigatori, medici legali, biologi, genetisti ed operatori forensi che da tutto il mondo parteciperanno al più importante e prestigioso congresso della disciplina.
Tra i casi proposti dall’équipe UniFg – i cui interventi cominceranno domani – un focus sarà dedicato a un importante problema sociale: il dott. Giuseppe Bertozzi esporrà i risultati di uno studio sperimentale con lo scopo di individuare una possibile predisposizione genetica correlata ai casi di suicidio “complesso”, al fine di identificare le persone ritenute potenzialmente a rischio. La dott.ssa Francesca Maglietta, invece, presenterà i risultati della analisi degli elementi caratterizzanti gli omicidi perpetrati dalla mafia garganica, che dagli inquirenti viene definita come «la mafia più cruenta d’Italia». E ancora il dott. Francesco Sessa presenterà, insieme al dott. Marcello Rendine, uno studio sperimentale volto a dimostrare come, una certa predisposizione genetica degli individui, possa modificare completamente il loro odore in presenza di fattori stressogeni: condizione, questa, con risvolti di grandissimo interesse per la preparazione di unità cinofile specializzate nella ricerca di persone scomparse (che, da circa dieci anni, rappresentano un’eccellenza a disposizione dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Foggia). Sempre il dott. Sessa illustrerà la difficoltà di identificazione di soggetti rinvenuti in mare, anche alla luce degli intensi flussi migratori, evidenziando insieme al dott. Emilio Nuzzolese, odontoiatra forense, l’importanza di un approccio multidisciplinare. Plurimi lavori saranno presentati anche durante la sessione “poster”. In questa vetrina la prof.ssa Irene Riezzo illustrerà le evidenze di uno studio condotto sulla balistica terminale e sulle lesioni provocate dall’impiego della storica mitraglietta “modello Kalshnikov”, che per l’appunto sarebbe l’arma maggiormente utilizzata dai clan della mafia garganica. A tal proposito, il dott. Rendine illustrerà, in un altro studio condotto con la preziosa collaborazione del famoso perito balistico Gianfranco Guccia, le potenzialità olfattive dei cani impiegati nell’individuazione e segnalazione dei gunshot residues (GSR), argomento di grande interesse per la comunità scientifica forense da sempre coinvolta in questo tipo di accertamenti. La dott.ssa Stefania De Simone, presenterà la proposta dell’Istituto foggiano alla definizione di un protocollo per la diagnosi di ipertermia mortale. Il dott. Bertozzi presenterà, inoltre, un caso particolare di “morte da colpo di frusta”, la cui diagnosi è stata possibile solo introducendo nella dissezione autoptica tecniche di neurochirurgia; ed insieme alla dott.ssa Maglietta un inusuale caso di morte da confinamento a seguito di fuoriuscita accidentale di anidride carbonica da estintori; quest’ultima presenterà un caso relativo ad un decesso da serotoninergici e, ancora, con il dott. Bertozzi e il dott. Sessa, la complessa analisi di un omicidio, risoltosi come legittima difesa. Infine il dott. Sessa presenterà un importante studio di ricerca sperimentale sull’identificazione di nuovi marcatori molecolari presenti in soggetti utilizzatori di sostanze dopanti, tema quest’ultimo finito spesso alla ribalta delle cronache locali e nazionali.
Un’equipe di alto profilo scientifico per presentare tredici lavori di ricerca che, ancora una volta, collocano l’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Foggia nelle posizioni di vertice della medicina legale italiana.
Questi, di seguito, gli studi che saranno presentati .

• ORAL PRESENTATIONS
Giovedì 21 febbraio|1.45 p.m. – 2.00 p.m.
Complex Suicides and Where to Find Them: Disclosing the Mystery.
Giuseppe Bertozzi, MD*; Francesca Maglietta, MD*; Mauro Ciavarella; Carmela Fiore, MD; Irene Riezzo, MD, PhD; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Francesco Sessa, MS
Giovedì 21 febbraio|4.00 p.m. – 4.15 p.m.
Gargano Mafia: The Fifth Italian Mafia With an Analysis of 129 Murders.
Francesca Maglietta, MD*; Mauro A. Ciavarella; Giuseppe Bertozzi, MD;Giuseppe Davide Albano, MD; Angelo Montana, MD; Anna Cornacchio;Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Monica Salerno, MD, PhD*
Venerdì 22 febbraio|9.00 a.m. – 9.15 a.m.
The Smell of DNA: How Genetics and Fear Influence the Human Scent. Francesco Sessa, MS*; Marcello Rendine, QEFD, DBA*; Carmela Fiore, MD; Stefania De Simone, MD; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Irene Riezzo, MD, PhD
Venerdì 22 febbraio|3.00 a.m. – 3.15 a.m.
A Cemetery Named the Mediterranean Sea: Best Practice in Human Identification.
Francesco Sessa, MS*; Stefania C. Bello, MD; Giuseppe Bertozzi, MD;Francesca Maglietta, MD; Emilio Nuzzolese, PhD*

• POSTER SESSION
Mercoledì 20 febbraio|11.30 a.m. – 1.00 p.m.
The Strange Trajectories of Death: Avtomat Kalashnikov – The New Weapon of the Garganic Mafia.
Irene Riezzo, Md, PhD*; Mauro A. Ciavarella, MD; Lorenzo Spagnolo, MD; Santina Cantatore; Gianfranco Guccia; Marcello Rendine, QFED, DBA; Pietrantonio Ricc, MD, PhD.
Funny Games: Homicide Among Neighbors.
Francesco Sessa, MS*; Michela Ferrara, MD; Francesca Maglietta, MD*; Giuseppe Bertozzi, MD*; Irene Riezzo, MD, PhD; Marcello Rendine, QFED, DBA; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Natascha Pascale, MD.
A Mafia Ritual of Hiding Murders: Sheep in Boots!
Francesco Sessa, MS*; Elena Varotto*; Laura Landini, MS; Francesca Maglietta, MD*; Santina Cantatore; Pietrantonio Ricci, MD, PhD.
“Hot Deaths”: A Review of Foggia Hyperthermia Cases.
Stefania De Simone, MD*; Francesca Maglietta, MD; Lorenzo Spagnolo, MD; Santina Cantatore; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Monica Salerno, MD, PhD; Francesco Sessa, MS; Giuseppe Bertozzi, MD*.
Which Came First, the Chicken or the Egg? A Key to Shed Light on a “Road Murder”.
Giuseppe Bertozzi, MD*; Stefania De Simone, MD; Michela Ferrara, MD;Lorenzo Spagnolo, MD; Giuseppe Davide Albano, MD; Pietrantonio Ricci, MD, PhD;Francesca Maglietta, MD; Monica Salerno, MD, PhD
Gone in 60 Seconds: A Fatal Case of Asphyxiation in a Confined Working Space.
Giuseppe Davide Albano, MD; Giuseppe Bertozzi, MD*; Mauro A. Ciavarella; Stefania De Simone, MD; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Irene Riezzo, MD, PhD; Francesca Maglietta, MD*.
The Faithless Nurse: A Strange Case of Hyperthermia.
Francesca Maglietta, MD*; Lorenzo Spagnolo, MD; Michela Ferrara, MD; Dania De Carlo, MD; Giuseppe Davide Albano, MD; Mauro Ciavarella, MD.
Venerdì 22 febbraio|11.30 a.m. – 1.00 p.m.
Anabolic Androgenic Steroids Abuse: New Molecular Biomarkers.
Francesco Sessa, MS*; Monica Salerno, MD, PhD; Pietrantonio Ricci, MD, PhD; Cristoforo Pomara, MD, PhD.
Canine Detection of Organic and Inorganic Gunshot Residues (GSR) on the Suspected Shooters.
Marcello Rendine, QFED, DBA*; Irene Riezzo, MD, PhD; Carmela Fiore, MD; Michela Ferrara, MD; Francesco Sessa, MS; Gianfranco Guccia; Pietrantonio Ricci, MD, PhD.


Davide Grittani