Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 176 visitatori e nessun utente online

Foggia ritorna in campo dopo la sconfitta di Taranto. Turno infrasettimanale dove  l'unica cosa che risalta agli occhi sono gli spalti vuoti.
Il Foggia è chiamato a riscattare la brutta prova in terra Ionica, ma è subito la Spal che si rende pericolosa con un pallonetto di Arma, manca il bersaglio, dopo un malinteso della difesa. Dopo un tiro da fuori di Venitucci senza nessuna pretesa è ancora Arma al 20esimo a graziare la difesa foggiana, con un colpo di testa fiacco. Partita abbastanza noiosa, Stringra tira fuori Velardi per Defrel. Poi fase di stanca della partita, fino a che arriva il vantaggio della squadra ospite. 39esimo un batti e ribatti la palla arriva a Fortunato che batte Botticella. Nel giro di 5 minuti la Spal chiude la pratica Foggia. al 44esimo Agnelli mette al centro dove Zamboni è lesto a radoppiare. Nella ripresa ti aspetti un foggia all'arrembaggio, ma così non è. Il primo tiro in porta per cercare di riaprire la partita viene fatto al 67esimo, con deviazione plastica del portiere ferrarese Capecchi. Non succede più nulla se non la solita girandola di cambi e la'ennessima puntuale esplulsione da parte di un giocatore foggiano, Defrel. La spal batte così il Foggia è conquista tre punti importantissimi in funzione dei play-out.