Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 289 visitatori e nessun utente online


Mai definizione è stata cosi appropriata. Infatti gli errori o” inciampare in un errore “ e’ molto facile .Questi sbagli si commettono purtroppo anche con i farmaci la cui assunzione viene molte volte sottovalutata e al quale prestiamo poca attenzione “tanto che mai farà” questo soprattutto se le terapia sono auto gestite .
Cosa si intende per errore di terapia Per errore di terapia farmacologia si intende ogni evento prevedibile che può causare un uso inappropriato del farmaco o un evento avverso da farmaco per il paziente L’errore può verificarsi nelle fasi di prescrizione, trasmissione della prescrizione, allestimento, confezionamento, etichettatura, distribuzione, dispensazione, somministrazione.
Fondamentalmente vengono riconosciute queste categorie di errore terapeutico:
errore di prescrizione,
errore di trascrizione/interpretazione,
errore di distribuzione,
errore di preparazione,
errore di somministrazione.
PROVIAMO A CHIARIRCI LE IDEE
Errore di prescrizione
Riguarda sia la decisione di prescrivere un farmaco sia la scrittura della prescrizione.
Errore di trascrizione e/o interpretazione
Riguarda l’ errata comprensione di parte o della totalità della prescrizione medica e/o delle abbreviazioni e/o di scrittura.
Errore di etichettatura/confezionamento
Riguarda le etichette ed il confezionamento che possono generare scambi di farmaci.
Errore di allestimento/preparazione
Avviene nella fase di preparazione o di manipolazione di un farmaco prima della somministrazione (per esempio diluizione non corretta, mescolanza di farmaci incompatibili), può accadere sia quando il farmaco è preparato dagli operatori sanitari sia quando è preparato dal paziente stesso
Errore di distribuzione
Avviene nella fase di distribuzione del farmaco, quando questo è distribuito dalla farmacia alle unità operative o ai pazienti
Errore di somministrazione
Avviene nella fase di somministrazione della terapia, da parte degli operatori sanitari o di altre persone di assistenza, o quando il farmaco viene assunto autonomamente dal paziente stesso.
Inconvenienti e distrazioni
La programmazione è adeguata ma le azioni associate non vanno come previsto
Questi ultimi (inconvenienti e distrazioni) sono dovuti a problemi di esecuzione
Avvengono durante l’esecuzione di compiti di routine, generalmente in un ambiente ben conosciuto, accade qualcosa che attira l’attenzione e distrae dal compito iniziato(es. squillo del telefono programma televisivo o chiacchiere ).
Spesso pensiamo che sono solo le persone anziane a commettere tali errori Non è affatto vero possono riguardare anche la fascia di età medio giovane. Ricordiamo che i farmaci non sono adatti tutti ma si devono prendere solo dopo attenta prescrizione medica e che i farmaci per adulti non vanno MAI somministrati ai bambini .Infatti come sottolinea il farmacista del CAV dott. Leonardo Pennisi la composizione di un farmaco pediatrico e assai differente da quella di un farmaco per adulti non commettiamo l’errore di rompere la compressa o diminuire il quantitativo della bustina o qual si voglia farmaco e somministrarlo ad un bambino potrebbero dare effetti dannosi . Al bambino vanno somministrati solo ed esclusivamente farmaci pediatrici studiati per loro e sempre sotto controllo medico.
Prima di commettere errori aspetta…
Contatta il CAV di FG
Siamo sempre pronti a dare e/o consigliare una risposta .
Vogliamo ricordarvi che il CAV compie 10 anni e 19/20/21 Novembre corrente anno si terra il
x Convegno di Tossicologia Clinica.
“Incontrarsi - Confrontarsi - Migliorarsi”

 

logo          

Tel h24 per emergenza/urgenza 0881/732326
fax 0881/736003
interno uff. CAV 0881/736268
interno uff. Resp.CAV 0881/736453