menù Rimedi e utilità

Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 139 visitatori e nessun utente online

I  RIMEDI  DELLA NONNA.

  • Se il forno è molto unto, mettete al suo interno una pentola con due litri di acqua calda, alla quale va aggiunto un cucchiaio di ammoniaca, da lasciare per tutta la notte. La mattina dopo. passate le pareti del forno con una spugna e il grasso verrà via facilmente.
  • Per pulire gli stracci in pelle di daino lavateli con acqua calda e un pizzico di sale.
  • L'inchiostro sul marmo va asciugato ed eliminato, dopo 15 minuti, con acqua minerale gassata.
  • Per pulire l'unto che si forma intorno alle manopole dei fornelli e a tutte le etichette di metallo, usare acqua e ammoniaca e un vecchio spazzolino da denti.
  • Il phon utilizzato ad alta temperatura serve a togliere i cerotti e a risolvere piccoli problemi reumatici. Se utilizzato ad aria fredda è utile per asciugare lo smalto e manterlo lucido e brillante.
  • Per togliere l'odore di chiuso dal frigorifero, basta poggiare su un ripiano una ciotola riempita con bicarbonato di sodio.
  • Per pulire i lampadari a goccia, mescolare un bicchiere di acqua calda e uno di alcool in una tazza. Immergere le gocce del lampadario ed asciugarle subito con un panno di cotone liscio, senza peli.
  • Un velluto color pastello può essere rinnovato esponendolo per 10 minuti al vapore di una pentola in cui si è fatto bollire acqua e carbonato di ammoniaca. Far asciugare all'aria.
  • Per pulire le caraffe di vetro, riempitele per un quarto di acqua fredda e aggiungete dei gusci d'uovo a pezzetti. Se la brocca è molto sporca, lavatela con aceto caldo al quale aggiungerete sale e gusci d'uovo.
  • I fili dei bottoni saranno più resistenti se passerete lo smalto trasparente sui fori dei bottoni.
  • Il melograno è utile per profumare la biancheria all'interno degli armadi e allontanare le tarme.
  • Per alleviare tosse, raffreddore e raucedine, fare una tisana mettendo in infusione una manciata di semi di melograno spellati in acqua bollente. Dolcificare con acqua o zucchero e bere caldo.
  • Il velluto di cotone e quello sintetico sono lavabili in lavatrice a 40°, mentre quello di lino è meglio lavarlo a secco per evitare che si deformi.
  • Per togliere le macchie gialle o sconosciute: - dai tessuti di cotone e di lana mettere in ammollo in 1 litro d'acqua e 1 cucchiaino di ammoniaca per qualche ora poi lavare in lavatrice aggiungendo 3 cucchiai di sale grosso al detersivo; - dai tessuti di seta mettere in ammollo in 2 litri d'acqua e 1 cucchiaino di ammoniaca per qualche ora poi lavare in lavatrice aggiungendo 3 cucchiai di sale grosso al detersivo; - dai tessuti sintetici mettere in ammollo in 1 litro d'acqua e 1 cucchiaino di ammoniaca per qualche ora poi lavare in lavatrice aggiungendo 3 cucchiai di sale grosso al detersivo.
  • Per togliere le macchie di pomodoro dal cotone e dalla lana mescolare in un bicchiere d'acqua tiepida 1 cucchiaino di ammoniaca e tamponare la macchia, poi applicare acqua e sapone di marsiglia sciolto, alla fine risciacquare; invece per togliere le macchie di pomodoro dalla seta  mescolare in 2 bicchieri d'acqua fredda 1 cucchiaino di ammoniaca, poi applicare acqua e sapone di marsiglia sciolto e risciacquare; infine per togliere le macchie di pomodoro dai tessuti sintetici mescolarein 2 bicchieri di acqua tiepida 1 cucchiaino di ammoniaca e tamponare, poi applicare acqua e sapone di marsiglia sciolto e risciacquare.
  • I capi in velluto a tinte forti manterranno il loro colore se verranno immersi in acqua fredda con abbondante aceto. Ripetere quest'operazione a lavaggi alternati.
  • Per togliere l'unto (di colli e polsini) su camicie o qualsiasi capo in cotone,lana o sintetico  applicare del sapone di marsiglia (ottimi sul mercato le confezioni a spruzzo) e lavare; in caso di unto ostinato prima di lavare attendere qualche ora prima del lavaggio.
  • Per lucidare i mobili in mogano e ottenere dei mobili splendenti, basta imbere un panno con dell'infuso di the nero e lucidare così i mobili.
  • Per non far appannare vetri, specchi o le lenti degli occhiali, sfregatele con una fettina di patata cruda.
  • Per eliminare le macchie di salsa di pomodoro o sugo dal cotone o dalla lana bisogna tamponare con 1 una soluzione così composta: 1 bicchiere d'acqua, 1/2 bicchiere di acqua ossigenata e 1/2 cucchiaino di ammoniaca; per eliminare le stesse macchie da capi in seta o sintetici, tamponare con: 2 bicchieri d'acqua,1/2bicchiere di acqua ossigenata e 1/2 cucchiaino di ammoniaca.
  • Per togliere le macchie di unto dal velluto cospargerlo di sabbia o di crusca fine, che devono essere calde. Spazzolare. Altra alternativa è quella di passare sulla macchia  della gomma umida.
  • Se i calzini colorati hanno lasciato un pò di colore su quelli bianchi, insaponate le macchie di colore e immergete i calzini bianchi in una pentola d'acqua bollente. Fate bollire per 2/3 minuti e i colori andranno via!
  • Per sterilizzare i calzini bianchi da ginnastica fateli bollire in acqua con un succo di limone.
  • Le macchie di vino sulla moquette vanno via con acqua gassata o aceto bianco e poi pulite con acqua calda.
  • Per un deodorante fatto in casa unite in una tazza di acqua fredda la stessa quantità di alcool, un cucchiaio di vaniglia ( o limone, arancia, eucalipto o menta ), e un cucchiaio di zenzero ( o altre spezie come cannella o fiori di garofano ). Mescolate il tutto e bollite a fuoco medio per 2 minuti. Quando si è raffredato, filtrate il liquido e spruzzate.
  • Se non avete più detersivo potete usare una patata lessata da sfregare sui capi di lino e di cotone, che torneranno bianchi.
  • Per annullare l'elettricità statica sulla moquette mettete una parte di ammorbidente per cinque parti di acqua in uno spruzzino e nebulizzate il liquido sulla moquette.
  • L'acqua di cottura delle patate serve per pulire l'argenteria e dar volume ai tessuti, grazie alla presenza di amido.
  • Se si soffre di una fastidiosa infiammazione del cavo orale prova questo efficace infuso: far bollire in un pentolino 1 litro di acqua e aggiungere 10 grammi di origano ( la parte fiorita) e lasciare in infusione per circa 10'; berne 2 o 3 tazze al giorno. essendo l'origano antibatterico, antifungino e antisettico, si può usare l'infuso anche contro afte e stomatiti.
  • Per eliminare le macchie di inchostro dai tessuti in cotone e lana tamponare dal rovescio con alcool poi immergere la zonain acqua salata e aceto bianco in parti uguali; per eliminare, invece, dai tessuti in seta o sintetici tamponare dal rovescio con acqua (3 cucchiai) ed alcool (1 cucchiaio) poi immergere la zona in acqua salata ed aceto bianco in parti uguali.
  • Per togliere le macchie di gelato dai tessuti in cotone,lana, seta, sintetici tamponare con acqua fredda molto salata e sapone di marsiglia. Per macchie persistenti tamponare con acqua (1 cucchiaio) alcool (1 cucchiaio)ed ammoniaca (1/2 cucchiaino).
  • Per togliere le appiccicosissime gomme da masticare o chewin-gum dal cotone o lana  poggiare un cubetto di ghiaccio poi tamponare con acqua ed acqua ossigenata in parti uguali oppure poggiare un cubetto di ghiaccio, tamponare con succo di limone ed aceto in parti uguali e far asciugare al sole per un'ora; se si tratta di seta o sintetici poggiare un cubetto di ghiaccio poi tamponare con acqua (2 cucchiai) ed acqua ossigenata (1 cucchiaio).
  • Per eliminare le macchie di caffè dal cotone o lana tamponare con acqua tiepida (7 cucchiai) ed acqua ossigenata (1 cucchiaio); se si tratta di capi in seta tamponare con acqua tiepida (8 cucchiai) ed acqua ossigenata (1 cucchiaio); se la macchia è sui tessuti sintetici tamponare con acqua tiepida (7cucchiai) ed alcool (1 cucchiaio) poi sciacquare con acqua ( 6 cucchiai) ed ammoniaca (1 cucchiaio). Per macchie resistenti tamponare con glicerina.
  • Per togliere le macchie di erba dal cotone si può tamponare con sapone di marsiglia e bicarbonato, in parti uguali, sciolti in poca acqua e far asciugare; invece se i capi sono in lana o sintetici si può tamponare con alcool; se si tratta di capi delicati come la seta si può tamponare con alcool e lavare con acqua tiepida (1 litro) ed acqua ossigenata (1 cucchiaio).
  • Per eliminare cioccolato, cioccolata e cacao dal cotone lavare subito con acqua calda molto salata; se si tratta di capi in lana tamponare con acqua (1 cucchiaio), alcool (1 cucchiaio) ed aceto (1 cucchiaino) lavare subito con acqua tiepida molto salata; se i capi sono in seta tamponare con acqua ( 1 bicchiere) ed ammoniaca (1 cucchiaio) lavare subito con acqua tiepida molto salata; se i capi sono sintetici tamponare con acqua (4 cucchiai), acqua ossigenata (1 cucchiaio) ed ammoniaca (1 cucchiaio) lavare subito con acqua tiepida molto salata. Se le macchie sono molto resistenti applicare un impasto di sapone grattuggiato (1 bicchiere), candeggina (1 cucchiaino) ed un tuorlo d'uovo, lasciar agire per 10 minuti e sciacquare con acqua calda molto salata.
  • Per toglire le macchie di vino rossodal cotone tamponare con carta assorbente e coprire immediatamente con vino bianco ( la macchia sparirà da sola) oppure tamponare con carta assorbente, coprire con sale per almeno 10 minuti poi tamponare con succo di limone caldo; se i capi sono in lana tamponare con carta assorbente, coprire con sale per 10 minuti, poi tamponare con acqua fredda ( 6 cucchiai) ed acqua ossigenata (1 cucchiaio); se il capo è in seta tamponare con acqua fredda ( 6 cucchiai) ed aceto bianco ( 1 cucchiaio); se si tratta di capi sintetici tamponare con carta assorbente, coprire con sale per 10 minuti, poi tamponare con acqua fredda (6 cucchiai) ed aceto bianco ( 1  cucchiaio).