Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 219 visitatori e nessun utente online

Spettacolo, cinema, arte e cultura

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA L’ADESIONE AL FESTIVAL LEGALITRIA.

La Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Francesco Miglio, su proposta e relazione dell’Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Celeste Iacovino, ha deliberato l’ADESIONE AL FESTIVAL LEGALITRIA, edizione 2021, un grande progetto nazionale, il primo in Puglia sulla legalità.
“Per continuare in maniera attiva e concreta il percorso di legalità intrapreso della nostra Città grazie all’impegno e alla determinazione della nostra amministrazione sia nella precedente che nell’attuale consiliatura, abbiamo accolto con grande entusiasmo – dichiarano il Sindaco Miglio e l’Assessore Iacovino – la proposta del dott. Leonardo Palmisano, Presidente della Società Cooperativa Radici Future Produzioni, di aderire ufficialmente alla Quarta Edizione del Festival Legalitria 2021, per coinvolgere ancora di più in questo difficile percorso le giovani generazioni”. “La richiesta di adesione al Festival LEGALITRIA è stata portata in discussione dinanzi alla Prima commissione consiliare consultiva, “Scuola, cultura, tempo libero, sport , politiche giovanili” - dichiara il Presidente della Prima Commissione, il Consigliere Comunale Antonio Stornelli – e tutti i componenti della Commissione hanno espresso l’approvazione e la volontà di partecipare al Festival con la finalità di sensibilizzare la cittadinanza verso le problematiche proposte dal Festival e di condivisione degli obiettivi da perseguire. Già nella precedente consiliatura avevo avuto modo di avviare alcune iniziative insieme a Leonardo Palmisano. Ne avevamo mantenuto un ottimo ricordo ed è stato un piacere sentirlo e raccogliere il suo invito ad aderire al festival Legalitria per i temi che tratta e per il percorso di formazione da avviare con gli studenti. Un invito, quello ad aderire, che ho portato in discussione in prima commissione, dove sono presidente, e che ha riscontrato un favore unanime per cui vorrei ringraziare, sinceramente tutti i componenti e i capigruppo che prendono parte ai lavori. Come sempre proviamo a stimolare discussioni, idee, dibattito, che possa trasformarsi poi in concrete occasioni e opportunità per la nostra città. Un doveroso grazie va anche al Sindaco Miglio e all’Assessore Iacovino che ha presentato in giunta, per la definitiva delibera, la proposta e che, in questa come in tante altre occasioni, si dimostrano sempre pronti a recepire stimoli positivi, di alto interesse, frutto del lavoro di condivisone con i consiglieri”.
“Il Festival Legalitria – continua l’Assessore Iacovino - è un punto di riferimento di carattere nazionale per imparare a conoscere e a riconoscere le mafie, attraverso progetti di lettura, di confronto con i protagonisti del mondo giudiziario e giornalistico, del mondo dell’antimafia e dell’Italia resistente, dando la possibilità di incontrare i familiari delle vittime di mafie, premiando chi – nel mondo del giornalismo e dell’arte – si sia distinto nell’affrontare il tema della criminalità in ogni sua forma. Tante le ricadute positive e tante le opportunità che offre alla città di San Severo e ai suoi cittadini la partecipazione a questo festival che verrà supportato dall’Amministrazione, tramite l’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, nella organizzazione degli eventi, nella formazione del pubblico, nella promozione dell’iniziativa progettuale e nella diffusione dei risultati attraverso i propri canali di informazione e la propria rete di contatti”.
“La partecipazione del Comune di San Severo a Legalitria 2021 è molto significativa - dichiara Leonardo Palmisano, Presidente della cooperativa Radici future e direttore artistico del Festival Legalitria 2021 -. Con il Comune, con i giovani e con la cittadinanza vogliamo restituire consapevolezza culturale indirizzata al rispetto sociale del principio di legalità. Vedo personalmente l’inizio di una collaborazione duratura, anche per l’affetto che mi lega a San Severo. La parte bella e sana della provincia di Foggia sta aderendo a Legalitria, e questo è un successo per tutta la Puglia”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

luminarieInaugurazione martedì 8 dicembre, tante date così da distribuire le visite

VICO DEL GARGANO “La via dei Presepi” si farà. Sarà inaugurato martedì 8 dicembre, dalle ore 18 alle 21, il percorso lungo il quale sarà possibile ammirare non solo l’arte presepiale, ma anche 10 luoghi della fede a Vico del Gargano e uno a San Menaio. “Sia l’itinerario che la disposizione dei presepi sono stati studiati per evitare assembramenti, grazie all’allargamento del percorso”, ha spiegato Vincenzo Azzarone, consigliere comunale con delega a eventi e manifestazioni. Sarà possibile visitare i presepi anche l’11, il 12 e il 13 dicembre, poi dal 18 al 20 dicembre e, infine dal 24 dicembre al 3 gennaio sempre nella fascia oraria che va dalle ore 18 alle 21. La premiazione delle migliori opere, invece, si terrà mercoledì 6 gennaio 2021 nella Chiesa Madre. L’evento, giunto alla sua tredicesima edizione, è organizzato dal Comune di Vico del Gargano in collaborazione con le Confraternite e la Pro Loco. “Faremo tutti grande attenzione affinché non vi siano assembramenti”, ha aggiunto Azzarone. “Anche per questo motivo sono davvero molte le giornate in cui sarà possibile visitare i presepi. Sarà anche l’occasione per godersi una passeggiata all’aria aperta tra le vie di Vico del Gargano rese ancora più belle dalle luminarie e dal sistema di filodiffusione che diffonderà sottofondi musicali. Per la prima volta, le luminarie sono state installate anche a San Menaio. Particolarmente suggestivi gli addobbi luminosi che rendono ancora più maestosa la quercia che si trova accanto al Convento dei Cappuccini a Vico del Gargano. Classificato come “esemplare d’eccezionale valore storico o monumentale” dal Corpo forestale dello Stato, questo magnifico leccio era già stato segnalato alla fine del Novecento da Adriano Fiori, uno dei massimi esponenti della botanica italiana ed europea. Il leccio dei Cappuccini è un albero plurisecolare, una targa riporta che venne piantato da un frate cappuccino, Fra Nicola da Vico del Gargano, e fatto poi benedire dal padre superiore. Questa storia stima l’età dell’albero in circa 400 anni. Guardando il leccio da lontano si nota subito la sua maestosità, con una chioma verde scuro che può raggiungere un’ampiezza di 50 m. Più da vicino si nota il suo possente tronco di 5 metri di circonferenza, una enorme carie longitudinale e la mancanza di una branca, spezzata da una tempesta nel 1934. “Ci siamo privati di molte cose in questi mesi di emergenza sanitaria e dovremo continuare a farlo, perché la lotta contro la diffusione del virus è vitale”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino, “non c’era ragione alcuna, tuttavia, per privarsi anche di quel po’ di luci, calore e conforto che può venire da iniziative come questa, che curano lo spirito e rinsaldano il senso di appartenenza a una Comunità molto provata dall’emergenza Covid”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

biccari
Dal 15 al 19 ottobre, giornalisti in bici e in mongolfiera per raccontare il territorio

Un altro punto di vista. O meglio un “Alto” punto di vista. E’ quello che sarà
offerto ai partecipanti del press tour durante i giorni di permanenza a Biccari, dal 15 al 19 ottobre 2020, tra escursioni in e-bike, trekking e – tempo permettendo – un giro in mongolfiera sorvolando le alture dei Monti Dauni.
”La Puglia da un ALTO punto di vista” è il press tour organizzato dal Comune di Biccari e approvato e finanziato dalla Regione Puglia grazie al Programma Operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 "Attrattori culturali, naturali e turismo", Asse VI - Tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali - Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.
Un gruppo di blogger e giornalisti provenienti da tutta Italia, dal 15 al 19 ottobre, soggiorneranno a Biccari e scopriranno il patrimonio ambientale, storico e culturale del paese per raccontarlo attraverso post, articoli e reportage. Tutte le fasi del press tour saranno raccontate attraverso i social. Situato a circa 450 metri sul livello del mare nel centro dell’Appennino Dauno, il Comune di Biccari si è particolarmente contraddistinto in questi anni per la capacità di investire nella promozione del proprio territorio. Favorito dalla vicinanza dei grandi centri urbani di Lucera e Foggia e dalla posizione geografica che lo colloca alle pendici del Monte Cornacchia, in prossimità del lago Pescara, e inserito nel circuito dei Borghi Autentici d’Italia, Biccari è riuscito a mettere a valore le proprie peculiarità naturalistiche e paesaggistiche attraverso la promozione di una serie di iniziative che hanno aumentato sostanzialmente la presenza turistica nel piccolo borgo.
La rete sinergica promossa e supportata dall’amministrazione comunale ha reso possibile - grazie anche alla partecipazione attiva degli stakeholder locali -
la realizzazione di un Parco Avventura - gestito da una cooperativa locale con
oltre 5000 visitatori l’anno- e di una Cooperativa di comunità, che oggi gestisce le “bubble room” sul Lago Pescara e promuove le aziende agroalimentari della zona. Queste due azioni, oltre ad aver contribuito ad arrestare il fenomeno della decrescita demografica, hanno permesso al Comune di Biccari di crescere da un punto di vista turistico e dare vita a un circuito virtuoso di promozione turistica che ha permesso anche la strutturazione e il consolidamento di numerosi eventi culturali ed enogastronomici come il Cine Food Festival.
Il vero punto di forza di Biccari, però, rimane lo splendido patrimonio naturalistico in cui è immerso il borgo.
Al fine di implementare l’offerta turistica rivolta prevalentemente a un pubblico amante delle attività en plein air, l’amministrazione comunale ha investito in questi anni in alcune attività che ora saranno sviluppate anche in chiave di destagionalizzazione. Una di queste è il cicloturismo. Da tempo nel territorio comunale è attivo un percorso specifico denominato AgriBike che permette ai ciclisti di raggiungere fattorie e agriturismi e conciliare così l’attività sportiva - semplicemente una passeggiata in bicicletta - con la degustazione delle migliori produzioni locali.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA LA PRIMA EDIZIONE DEL CONCORSO “LUCI, FIORI E IDEE PER IL MIO NATALE A SAN SEVERO”.

Il Comune di San Severo – Assessorato alla Cultura ha indetto la I Edizione del Concorso “Luci, Fiori e Idee per il mio Natale a San Severo”.

“Il Natale che si avvicina – dichiarano il Sindaco Francesco Miglio e l’Assessore Celeste Iacovino - sarà molto diverso per tutti a causa dell’emergenza Coronavirus, ma abbiamo ritenuto che la nostra comunità non dovesse rinunciare all’atmosfera che caratterizza il periodo natalizio. Intendiamo, pertanto, promuovere un progetto legato alle Festività Natalizie che possa contribuire a creare un’immagine della nostra San Severo più calorosa ed accogliente, possibilmente in linea con lo spirito stesso del Natale”.
La Civica Amministrazione, su proposta dell’Assessore alla Cultura Iacovino, ha approvato una delibera giuntale, con cui, al fine di creare un’atmosfera tipica del Natale, rendendo più suggestive le vie della nostra città, si invitano tutti i cittadini a partecipare ad un concorso a premi, che consiste nel cimentarsi nell’addobbo della migliore facciata di un palazzo, di un balcone, di una terrazza, di una veranda, di una porta, di un portone, tutti visibili dalla pubblica via, dando vita ad angoli suggestivi in tutte le zone della nostra città, utilizzando anche materiali di riciclo.
I soggetti destinatari sono i privati cittadini, invitati a manifestare, nell’ambito del concorso, la propria creatività decorando – appunto - la facciata di un palazzo, di un balcone, di una terrazza, di una veranda, di una porta, di un portone, contribuendo in tal modo a rendere festose le pubbliche vie. Le migliori decorazioni verranno premiate da una Commissione giudicatrice, che valuterà le immagini dei decori suddivise in tre sezioni differenti:
1) Sezione giochi di luci e illuminazioni;
2) Sezione addobbi con fiori e piante;
3) Sezione allestimenti originali con materiale riciclato;
Saranno previsti premi in denaro, da spendere nelle attività commerciali cittadine, per i primi tre classificati di ogni menzionata sezione per un totale di nove premialità.
Per ogni categoria i premi saranno attribuiti ai primi tre classificati, suddivisi in tal modo:
- Primo classificato € 300,00;
- Secondo classificato € 200,00;
- Terzo classificato € 100,00.
La partecipazione al concorso è gratuita e comporta l’accettazione incondizionata delle norme contenute nel Regolamento, che potrà essere interamente consultato sul sito istituzionale del comune www.comune.san-severo.fg.it o sulla pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura del Comune di San Severo.
Gli allestimenti dovranno essere pronti a partire dal 15 Dicembre 2020.
I partecipanti al Concorso dovranno inviare la domanda di partecipazione – scaricabile dal sito istituzionale del Comune - ed una o più fotografie del proprio addobbo natalizio entro e non oltre le ore 12.00 del 15 Dicembre p.v. a mezzo mail ai seguenti indirizzi:
a.inglese@comune.san-severo.fg.it
pubblicaistruzione@comune.san-severo.fg.it

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

libri1
Due opere letterarie sul borgo saranno pubblicate in un libro e diffuse da Puglia Promozione
19 i “racconti vichesi” che hanno partecipato al bando, due i vincitori selezionati

VICO DEL GARGANO Sono due i racconti ambientati a Vico del Gargano che Puglia Promozione, Agenzia Regionale del Turismo, ha selezionato per la pubblicazione in un libro destinato a essere divulgato e distribuito per valorizzare alcune delle località turistiche pugliesi più belle. Al bando del progetto Hamlet, per quanto riguarda i racconti ambientati a Vico del Gargano, hanno partecipato 19 persone e, di queste, due sono risultate vincitrici: Grazia Daltilia, con il racconto breve intitolato “Lo sguardo”, e Federico Scarabino con “Il bastone santo di Vico”. Attraverso il medesimo bando, sono stati selezionati altri 8 racconti brevi e i relativi autori per descrivere anche i borghi di Bovino, Cisternino, Galatone e Pulsano. Il progetto è internazionale poiché, oltre ai già citati borghi della Puglia, riguarda anche le località turistiche di Albania e Montenegro.
Il progetto HAMLET sostiene la valorizzazione di centri storici, villaggi e piccole città attraverso lo sviluppo sostenibile del settore turistico ed economico, mettendo in evidenza i beni ambientali e culturali dei territori selezionati. Sviluppando una strategia comune di gestione del turismo, il progetto mira a rafforzare la cooperazione e il collegamento in rete tra Italia, Albania e Montenegro, portando allo stesso livello prodotti e servizi offerti, riuniti sotto un’unica identità transfrontaliera, in grado identificare le peculiarità dell’area adriatica.
I racconti saranno inseriti in un libro unico da distribuire in tutta l'area del Programma INTERREG Italia-Albania- Montenegro. Per facilitare la comprensione e il godimento della storia sia da parte dei turisti internazionali sia dei cittadini dell'area del Programma, il libro prevede due versioni di ogni storia, la prima nella lingua originale in cui è stata scritta e la seconda in inglese. Alcuni degli scrittori selezionati avranno l'opportunità di presentare il loro racconto al Festival Adriatico che si terrà in Albania, Montenegro e Italia. Il Festival Adriatico è un evento itinerante attraverso cui saranno evidenziati tutti i risultati derivanti dalle precedenti attività del progetto.
“La divulgazione e la promozione del patrimonio culturale, storico e identitario di Vico del Gargano sono molto importanti”, hanno dichiarato il sindaco Michele Sementino e Rita Selvaggio, assessore comunale alla Cultura. “Ci congratuliamo con i vincitori, che ringraziamo, e allo stesso tempo porgiamo il nostro grazie anche agli altri scrittori che hanno partecipato al bando con racconti che descrivono paesaggi, riti e usanze di Vico del Gargano”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)