Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 318 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

carlantino
Il sindaco Coscia: “Importanti gli interventi come Area Interna, rilevanti gli interventi sulla viabilità”
Azioni per l’efficientamento energetico, il contrasto al dissesto idrogeologico, cultura e turismo

Grazie alla programmazione attuata su più fronti, oltre agli 8 milioni di euro investiti negli ultimi 5 anni con fondi rinvenienti da finanziamenti regionali-statali ed europei, Carlantino ha usufruito di ulteriori risorse per azioni relative a diverse direttrici di intervento.
“In questo ulteriore ambito”, spiega il sindaco Graziano Coscia, “particolare attenzione è stata riservata a tre linee programmatiche: gestione del territorio, welfare e turismo.
In merito alla gestione del territorio, Carlantino ha aderito alla programmazione dell’Area Interna Monti Dauni, condividendo la strategia che ha permesso di ottenere finanziamenti destinati alla manutenzione di strade provinciali, alla realizzazione di infrastrutture nell’ambito degli assi di intervento individuati dalla Regione Puglia (efficientamento energetico, dissesto idrogeologico, cultura, istruzione) e in parte a quanto messo in campo dal Piano di Sviluppo Rurale. Inoltre, il Comune di Carlantino ha aderito al protocollo d'intesa per la costituzione della "OIL FREE ZONE" dei Monti Dauni. In questo modo si è voluto promuovere su base sperimentale e sussidiaria la progressiva fuoriuscita dall’economia basata sul ciclo del carbonio cercando di raggiungere gli standard europei in materia di sostenibilità ambientale. Non solo, con le "Oil free zone" si vuole promuovere altresì la "Strategia Nazionale delle Green Community" con cui si riconosce il valore dei territori rurali e di montagna e con la quale si intende sfruttare in modo equilibrato le risorse principali di cui si dispone, tra cui in primo luogo acqua, boschi e paesaggio. Sempre in tema di gestione del territorio, l’amministrazione comunale di Carlantino ha approvato l’adesione al Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia. L’adesione a questo patto rappresenta una priorità strategica per l’ente, con l’obiettivo di contribuire al contenimento delle emissioni inquinanti perseguito dalle politiche comunitarie e, contestualmente, attuare nel proprio territorio scelte energetiche e ambientali che consentano di migliorare considerevolmente la qualità della vita e della salute dei cittadini. L’adesione al Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia rappresenta condizione necessaria per accedere a una pluralità di strumenti di finanziamento messi a disposizione dall’Unione europea per attuare azioni connesse alle politiche energetiche, ambientali e di sviluppo sostenibile. Nel 2023, il Comune di Carlantino ha aderito all’Associazione Nazionale Città Dell’olio per la valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici. A livello sociale, invece, l’Amministrazione comunale del sindaco Graziano Coscia ha dato vita ai progetti di servizio civile per un totale di 30 volontari impegnati nei settori cultura, salute e benessere e mondo digitale. In collaborazione con l’Asl di Foggia, l’ente comunale ha promosso eventi di prevenzione del tumore al seno (mediante l’installazione di un centro mobile per la diagnosi) e di promozione dell’invecchiamento attivo. Senza dimenticare l’assegnazione di contributi ai nuclei familiari bisognosi di Carlantino. Infine, relativamente al turismo, l’amministrazione comunale si è attivata nell’organizzazione di manifestazioni culturali e di eventi enogastronomici con il fine di promuovere gli interessi culturali della cittadinanza nonché arricchire l’offerta turistica del territorio. Tra le iniziative in questi ambiti, rientrano le attività volte alla valorizzazione territoriale e alla promozione del patrimonio ambientale con l’obiettivo di incrementare i flussi turistici che sono occasione di sviluppo per l’economia.
“Uno dei risultati più importanti”, dichiara il sindaco Coscia, “è rappresentato dalla riattivazione della Proloco di Carlantino. L’associazione, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ha organizzato diverse iniziative, prima fra tutte la festa della “Madonna della Ricotta, un evento che unisce Puglia, Molise e Abruzzo nel segno della transumanza, e poi la festa patronale del 7 agosto e gli eventi per le festività di Natale. Dopo tanti anni di assenza, Carlantino ha di nuovo la sua Pro Loco impegnata nella valorizzazione delle risorse turistico-culturali del luogo tramite visite guidate, escursioni e attività di animazione locale. Non solo, sono stati e saranno ulteriormente potenziati servizi di accoglienza e informazione turistica, oltre ad attività di promozione sull’utilità dello sport e la solidarietà sociale. Si sono programmati eventi che hanno esercitato un forte richiamo e hanno convogliato in paese i turisti anche dalle vicine località come la festa della “Madonna della Ricotta” e gli eventi natalizi con i concerti a tema”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

tortacompleannoMaria Cristina Marella ha compiuto un secolo di vita, tutto il paese ha partecipato ai festeggiamenti
Una vita di sacrifici, il lavoro nei campi, l’amore di tre figli, 6 nipoti, 13 pro-nipoti e 3 tris-nipoti

CELLE DI SAN VITO Ha compiuto 100 anni Maria Cristina Marella e alla sua festa di compleanno ha partecipato un intero paese. Celle di San Vito ha festeggiato Nonna Cristina con grande gioia. Accanto alla nonna centenaria non poteva mancare la sindaca Palma Maria Giannini, che alla festeggiata ha donato un fermacarte con lo stemma del Comune.
“È stato un giorno davvero particolare per me”, ha dichiarato la sindaca, “perché non avrei mai immaginato, in qualità di sindaco, di festeggiare una centenaria. Nel mio cuore ho sempre sperato che un giorno accadesse ed ora, finalmente, è successo dopo 15 anni di servizio amministrativo”.
Maria Cristina Marella, per tutti nonna Cristina, è nata a Celle di San Vito il primo maggio 1924. A soli 14 anni, nel 1938, lascia il paese natio e si sposta a Borgo Segezia, a pochi chilometri dal capoluogo foggiano. Si sposa nel 1946 con Vincenzo Scarpiello. Dal matrimonio nascono tre figli: Francesco nel 1947, Filomena nel 1948 e Norina nel 1958. Nel 1983 nonna Cristina rimane vedova a soli 59 anni, ma la famiglia di nonna Cristina, nel corso degli anni, diventa sempre più grande con 6 nipoti, 13 pro-nipoti e 3 tris-nipoti.
Dunque, per nonna Cristina una vita lunga un secolo di storia e piena di momenti tristi e felici. Una vita passata a tirare su tre figli e a lavorare in campagna insieme al suo amato marito. Ha vissuto gli anni della seconda guerra mondiale, conoscendone le sofferenze e i grandi cambiamenti. Ha dovuto lasciare il suo paese natio alla ricerca di un futuro migliore per sé e i suoi figli. La sua vita lavorativa è stata segnata dalle fatiche nei campi, per contribuire con grande impegno all’economia familiare. Ha visto crescere figli e nipoti, insegnando loro sani principi. Oggi l’amore e le cure dei suoi cari le restituiscono i sacrifici compiuti.
“Nonna Cristina rappresenta un prezioso patrimonio di tradizioni, valori culturali e civili che non solo sono alla base della nostra comunità ma oggi ispirano giovani e adulti – ha concluso la sindaca – la nostra centenaria è un esempio di forza, saggezza e amore. La sua longevità e la sua dedizione alla famiglia e alla comunità rappresentano un esempio per tutti noi”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

Dell Aquila
Nelle aree di Piazza Cavour, Corso Vittorio Emanuele, Corso Garibaldi e Piazza XX Settembre
Dell’Aquila: “L’impegno dell’Amministrazione comunale per migliorare fruibilità e qualità della vita”

FOGGIA Più cura e maggiore attenzione all’arredo urbano: sono iniziati gli interventi di riparazione, restauro e rifacimento per 36 panchine allocate nelle zone centrali della città. Ad annunciarlo, a nome del Pd Foggia, il capogruppo consiliare del Partito Democratico Pasquale Dell’Aquila. “Gli interventi”, spiega Dell’Aquila, “che riguarderanno 36 panchine ubicate nelle aree di Piazza Cavour, Corso Vittorio Emanuele, Corso Garibaldi e Piazza XX Settembre, sono un altro segnale concreto dell’impegno che l’Amministrazione comunale sta mettendo in campo per riqualificare progressivamente l’arredo urbano e migliorare la qualità della vita delle foggiane e dei foggiani. Grazie a una stretta collaborazione con il Servizio Lavori Pubblici, è stato possibile pianificare e avviare gli interventi di riqualificazione. Il progetto prevede la manutenzione straordinaria delle parti in legno e una revisione della struttura metallica delle panchine, al fine di garantirne sicurezza e comfort a vantaggio della Comunità. L'importanza di queste iniziative di micro-rigenerazione urbana - sottolinea il capogruppo consiliare del Pd Foggia - è fondamentale per accrescere benessere e vivibilità della città. Le panchine sono un punto di incontro e di riposo per i cittadini, e la loro riqualificazione contribuisce a rendere le nostre strade più accoglienti e fruibili".
“Il Partito Democratico di Foggia - conclude Dell'Aquila -, continuerà a impegnarsi per migliorare la città e promuovere progetti che valorizzino gli spazi pubblici e la qualità della vita dei cittadini. La riqualificazione delle panchine è solo un esempio degli sforzi continui dell’Amministrazione comunale della sindaca Maria Aida Episcopo per creare una città più bella e funzionale”.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

videosorveglianzaNUOVI INVESTIMENTI PER DUE IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Finanziato con 225.000 euro il progetto inserito nel Piano Annuale delle Opere Pubbliche
Valutato positivamente dalla Prefettura un secondo innovativo progetto

L’amministrazione Comunale vuole potenziare il sistema di videosorveglianza cittadino, dotando di nuovi e innovativi strumenti le Forze dell’Ordine e la Polizia Locale.

Un primo progetto è stato inserito all’interno del Piano Annuale delle Opere Pubbliche 2024 ed approvato definitivamente durante lo scorso Consiglio Comunale. La dotazione finanziaria è di 225.000 euro, con sui saranno acquistate videocamere da posizionare in punti nevralgici e sensibili della città.

Parallelamente, la Prefettura ha inserito Cerignola tra i comuni candidabili ai finanziamenti stanziati dal Ministero dell’Interno da utilizzare per l’acquisto di altri dispositivi. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è creare una rete capillare di videosorveglianza in grado di controllare tutte le zone della città.

“La videosorveglianza è il modo più tempestivo ed efficace per controllare al meglio le “zone calde” della città, fornendo un valido supporto per il contrasto allo spaccio di droga, agli atti di vandalismo, alle scorribande delle baby gang. Senza dimenticare il costante controllo della viabilità. Abbiamo già individuato, di concerto con le Forze dell’Ordine e la Prefettura, dove collocare le videocamere che acquisteremo con i fondi già disponibili. Ora attendiamo fiduciosi l’esito del secondo progetto”, commenta l’assessora alla Sicurezza Teresa Cicolella.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

san severinoRIAPERTA DOPO TRE ANNI DI RESTAURO LA CHIESA DI SAN SEVERINO. IL SINDACO MIGLIO: “E’ BELLISSIMA, TORNATA AL SUO ANTICO SPLENDORE”.

Da ieri sera è tornata riaperta ai fedeli ed all’intera comunità sanseverese la Chiesa di San Severino, chiesa Matrice di San Severo. Il Sindaco Francesco Miglio, accompagnato dagli Assessori Celeste Iacovino e Leonardo Irmici e dal Consigliere Comunale Michele Santarelli, ha preso parte al momento liturgico, cominciato con la Santa Messa presso la Chiesa del Carmine e proseguito con la processione del simulacro del Santo sino alla chiesa di San Severino, dove il Vescovo Mons. Giuseppe Mengoli e il Sindaco Miglio, hanno effettuato il rito di apertura della porta.

“E’ stato un momento tra i più emozionanti della mia sindacatura – ha dichiarato il Sindaco Miglio – riaprire al culto la chiesa che quest’anno celebra gli 800 anni della consacrazione e che ha raggiunto un nuovo traguardo con il completamento del restauro dopo tre lunghi anni. La chiesa è bellissima, ricca, maestosa, tornata al suo antico splendore, invito tutti i nostri concittadini a rendere omaggio al nostro San Severino. Ribadisco tutto il mio ringraziamento e quello dell’intera Amministrazione Comunale al Vescovo Mons. Mengoli e al Parroco don Quirino Faienza per il meraviglioso lavoro portato a conclusione e per ridato alla nostra San Severo il suo luogo di culto più antico”.

Il Responsabile dell’Ufficio Stampa
Michele Princigallo

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)