Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 190 visitatori e nessun utente online

Attualità

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


italianincomuneIl 21 settembre Italia in Comune Foggia convocò una conferenza stampa davanti ai cancelli della scuola elementare San Lorenzo per comunicare alla stampa e ai genitori quello che i consiglieri comunali Vincenzo Rizzi e Marcello Sciagura avevano raccolto in merito alla reale situazione dell’impianto di riscaldamento della scuola stessa.

I genitori vista la natura del danno, appreso dell'importo necessario al ripristino dell'impianto di riscaldamento, del fatto che non era stato aperto nessun capitolo di spesa a riguardo e non era stata, di conseguenza, avviata alcuna procedura per la realizzazione del bando per l'esecuzione dei lavori, decisero, il 27 settembre, di presentare, una richiesta di incontro con il sindaco Landella. Ad oggi l’unica risposta ricevuta in merito alla richiesta fatta è stata una pec, inviata alla scuola dall’area tecnica del Comune in data 10 ottobre con la quale informava: “si è in attesa di riscontro sui fondi da reperire per l’intervento dal nostro Servizio Finanziario, lavori che saranno realizzati in tempi rapidi dopo che il servizio ha provveduto alla quantificazione della spesa occorrente, nelle more della imputazione della stessa al Bilancio comunale (Servizio Finanziario)”.

Il silenzio del Sindaco alla richiesta d’incontro pervenutagli dai genitori della San Lorenzo, fa presagire che anche per quest’anno i bambini e i docenti dovranno combattere con il freddo in aule prive di riscaldamento.

Italia in Comune

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

asili copiaSarà inaugurato giovedì 11 ottobre ed entrerà subito in funzione
Struttura all’avanguardia con mensa e tempo prolungato

VICO DEL GARGANO A Vico del Gargano, finalmente, aprirà i battenti il primo asilo nido. Sarà inaugurato giovedì 11 ottobre, alle ore 10.30, in via della Salandra. “Sarà una giornata storica per Vico del Gargano”, dichiara la vicesindaco Tiziana Casavecchia, assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità. “La struttura, che accoglierà 30 bambini compresi nella fascia d’età che va dai 3 ai 36 mesi, è dotata di mensa e opererà per l’intera giornata: per le mamme lavoratrici, il tempo prolungato è una cosa davvero importante”, ha aggiunto Casavecchia. La realizzazione e gestione dell’asilo sono frutto di fondi PAC, con le risorse necessarie assicurate attraverso il Piano Socio Sanitario di Zona. “La cura, l’educazione e la felicità dei più piccoli sono una priorità”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Questa è una gran bella notizia per tante famiglie, perché nella vita di un nucleo familiare la gestione dei bambini, di quelli più piccoli soprattutto, è centrale e influisce sulla qualità della vita di grandi e piccini”. Assieme all’omologa struttura di Vieste, anch’essa realizzata nell’ambito del Piano Sociale di Zona, l’asilo nido di Vico del Gargano è l’unico del comprensorio. Il nido sarà attivo già da giovedì 11 ottobre. Al suo interno, tutte le attrezzature sono tra le migliori e le più moderne. I locali sono ampi, colorati e pienamente rispondenti alle norme per la sicurezza, l’igiene e le funzionalità richieste dal piano educativo. “La scuola, le necessità di bambini e ragazzi vichesi, così come il progressivo miglioramento della qualità della vita delle famiglie sono una priorità di questa amministrazione comunale. Le cose da fare sono ancora molte e noi intendiamo raggiungere nuovi obiettivi, anno dopo anno, per consolidare e migliorare le strutture a disposizione di Vico del Gargano”, hanno detto l’assessore Casavecchia e il sindaco Sementino. Dopo l’apertura dell’asilo nido, il 15 ottobre comincerà anche il servizio mensa scolastica per le scuole materne e elementari. Dal 15 ottobre 2018 al 31 maggio 2019, oltre 300 alunni delle scuole materne ed elementari vichesi potranno fruire della mensa scolastica. E’ quanto deliberato dal Comune di Vico del Gargano. Il servizio è stato esteso temporalmente, poiché sarà attivo per un arco di tempo più lungo rispetto a quanto avvenuto nel recente passato. In questo modo, si viene incontro alle istanze e alle esigenze più volte espresse dalle famiglie vichesi. La mensa scolastica è un servizio importante, di cui possono fruire tanti alunni, con un beneficio di rilievo per moltissime famiglie di Vico del Gargano. Negli anni scorsi, mamme e papà avevano espresso più volte la necessità di iniziare prima l’erogazione del servizio e, più in generale, la necessità che la mensa fosse attiva per un periodo più ampio dell’anno scolastico.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

noi salviniLEGA: ALTRO GRAVE EPISODIO A BORGO MEZZANONE: SOLIDARIETÀ AGLI AGENTI, GRAZIE AL DECRETO SALVINI ESPULSI IMMEDIATAMENTE.

“Ancora una volta la provincia di Foggia e Borgo Mezzanone risaltano sulle cronache nazionali per atti spiacevoli che riguardano l’immigrazione incontrollata in cui questi anni è stata coinvolta l’Italia. Dal quartiere Ferrovia ad altri luoghi protagonisti di furti e violenze, siamo sempre stati in prima linea con azioni, gazebo, sit-in, interrogazioni consiliari, contro il degrado e l’insicurezza che hanno interessato e interessano il nostro territorio; ultima l’aggressione a calci e pugni ad una pattuglia di Polizia che ha avuto l’unica colpa di fare un semplice posto di blocco al fine di controllare il territorio. Diamo la totale solidarietà agli operatori coinvolti con augurio di una pronta guarigione e al contempo esprimiamo il più convinto apprezzamento per tutti gli agenti che ogni giorno sulle nostre strade rischiano la vita per garantire la sicurezza a tutti noi, con la certezza che grazie al Decreto Salvini questi violenti saranno espulsi e torneranno presto al loro Paese d’origine.”

La Segreteria Provinciale Lega Foggia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


strada statale 30Il 22 ottobre inaugurazione del primo stralcio della tangenziale est di San Severo.

Il prossimo 22 ottobre 2018 – lunedì – alle ore 10,30, si terrà la cerimonia di inaugurazione del primo stralcio della tangenziale est di San Severo. In particolare i lavori hanno riguardato il tratto di strada che dalla S.S..89 San Severo – Apricena conduce alla S.S. 16 Adriatica. Il percorso rientra nel quadro generale dei lavori di costruzione della tangenziale est di San Severo lotto I collegamento tra il km 639+075 della S.S. 16 Adriatica ed il casello autostradale A14 San Severo.
“Il 22 ottobre sarà un giorno importante per tutta la nostra comunità – dichiara il Sindaco avv. Francesco Miglio – l’inaugurazione del primo tratto della tangenziale est rappresenta una svolta epocale per il trasporto su gomme del comprensorio del Nord Tavoliere. Il percorso che sarà aperto al traffico prevede la possibilità di raggiungere la S.S. 16 in direzione Termoli dalla SS.89 e viceversa. I lavori proseguono per completare il percorso anulare attorno alla nostra città, recentemente finanziato con un’ulteriore spesa di quasi 16 milioni di euro per il completamento nel tratto dal Casello autostradale A14 alla S.S. 16 Adriatica in direzione Foggia. Tutti questi interventi si inseriscono in un più ampio, articolato e funzionale quadro di interventi che interessa il nostro territorio e che si aggiunge ai lavori per la strada per Lucera già appaltati e presto cantierizzati ed a quelli che riguardano la SS.16 per Foggia, finanziati con oltre 130 milioni di euro. Insomma una serie di infrastrutture che rappresentano traguardi importanti per tutta la Capitanata! Il nostro impegno è concreto ed al servizio della comunità, frutto di una progettualità innovativa ed indispensabile per migliorare il benessere comune”.

Il Portavoce
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


spicgilEletti i 76 delegati per il Congresso Provinciale di Foggia che si terrà l’11 e il 12 ottobre
In Capitanata più disoccupati, meno salute e troppo degrado: periferie abbandonate
Mancano luoghi pubblici di aggregazione per bambini, famiglie e anziani

FOGGIA Più di 2mila persone partecipanti, 22 tra città e paesi della Daunia toccati dalla carovana congressuale, 1843 chilometri percorsi sulle strade della Capitanata in 30 giorni intensi, ricchi di partecipazione e di momenti significativi. Sono questi i numeri della fase preparatoria del Congresso Provinciale SPI Cgil di Foggia che si terrà nel capoluogo, giovedì 11 e venerdì 12 ottobre 2018, nella Sala Convegni della Camera del Lavoro di via della Repubblica 68. A quei numeri, che sintetizzano i congressi locali svolti da settembre dal Sindacato Pensionati, se ne aggiunge un altro: saranno 76 i delegati chiamati a votare i documenti che delineano lotte, azioni, priorità del sindacato su lavoro, giovani, pensioni, diritti e stato sociale. I congressi che hanno preparato l’appuntamento più importante, quello del Congresso Provinciale, si sono svolti a Biccari, Rignano Garganico, Apricena, San Paolo Civitate, Pietramontecorvino. Sono proseguiti poi a Foggia, Monte Sant’Angelo, Zapponeta, Cagnano, Torremaggiore e Cerignola. Dopo la Casa del Popolo “Giuseppe Di Vittorio”, i congressi hanno toccato Sannicandro, Lucera, Mattinata, Ischitella, Vieste, Manfredonia, San Severo, San Giovanni Rotondo, Vico del Gargano, Orsara e infine Ortanova.
IL TERMOMETRO DEL TERRITORIO. Il quadro emerso dai congressi preparatori di quello provinciale mette in evidenza molte difficoltà, troppi disagi patiti soprattutto dalle fasce deboli della popolazione. Secondo gli ultimi dati dallo studio del Bilancio Inps, in provincia di Foggia l’occupazione è rimasta sostanzialmente stabile, eccetto la crescita occupazionale registrata nei servizi turistici e commerciali, nell’industria e agricoltura, a fronte però di un notevole calo nell’edilizia. La diminuzione degli inattivi si è riflessa in un aumento del tasso di disoccupazione, che in Puglia si attesta al 20,2%, circa 0,6 punti percentuali in più rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Soffrono gli over 45enni che hanno perso il lavoro e non riescono a ricollocarsi, vivono un limbo di attese e precariato i giovani e le donne senza una occupazione.
RIFIUTI, SALUTE, SOCIALITA’: NON CI SIAMO. Il disastro ambientale di Cerignola, con tonnellate di immondizia per strada e poi ammassata all’Interporto, è solo la punta di un iceberg. La questione relativa al ciclo dei rifiuti riguarda anche la salute dei cittadini e richiama, in modo inquietante, anche l’allarme sulla forte incidenza di alcune gravi patologie. La stasi o l’andamento al rallentatore dei Piani Socio Sanitari di Zona, inoltre, è una problematica che incide fortemente sulla qualità della vita delle popolazioni, così come le liste d’attesa per gli esami medici. Nella maggior parte dei comuni della Capitanata, mancano luoghi e spazi attrezzati, all’aperto e non, dove le famiglie, i bambini e gli anziani possano stare insieme, essere protagonisti di iniziative culturali, ludiche e sportive.
CURA E DECORO DELLE CITTA’. A cominciare proprio da Foggia, in troppe realtà urbane ci sono intere zone abbandonate a incuria e degrado, con il permanere di barriere architettoniche e di inciviltà dovuta anche a un traffico veicolare caotico, con parcheggi senza regole, marciapiedi dissestati e pericolosi. Dove non c’è cura della città, si aggravano le condizioni di disagio della cittadinanza. Anche per questo SPI Cgil ha moltiplicato le iniziative di aggregazione, sia con “Carosello” che con il pullman dei diritti e le tante occasioni di incontro che combattono la solitudine e animano le piazze per restituirle alla gente, alle famiglie e ai bambini, agli anziani che continuano a lottare per una società migliore e per il futuro di figli e nipoti.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)