Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 401 visitatori e nessun utente online

Politica

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

logoPDManfredonia. Campo: "Provvedimento del Governo severo monito alla città e alla classe politica. Abbiamo commesso errori. Rialziamoci"
Dichiarazione di Paolo Campo, presidente del Gruppo del PD in Consiglio regionale


Il provvedimento con cui si è proceduto allo scioglimento del Consiglio Comunale di Manfredonia paventando il rischio d’infiltrazione mafiosa nell’attività amministrativa costituisce un monito severo alla città e alla sua classe politica.
Aldilà delle responsabilità dei singoli e degli elementi su cui esso si fonda - che valuteremo quando conosceremo gli atti - non v’è dubbio che si debba fare i conti col fallimento di un’esperienza amministrativa che sin dall’avvio aveva mostrato un profilo di netta e non positiva discontinuità rispetto al recente passato.
L’idea che i partiti politici fossero un’associazione di nostalgici piuttosto che una palestra di democrazia, l’esaltazione ossessiva e acritica del “nuovo” alimentato da liste civiche prive di cifra politica ma unicamente funzionali alla ricerca del consenso, l’esasperazione del protagonismo mediatico che ha soverchiato la discussione pubblica informata, il dietrofront ostinato rispetto a scelte strategiche che avevano caratterizzato i precedenti governi, restituivano immediatamente la sensazione di una bussola impazzita orientata evidentemente su un disegno politico rischioso, per le conseguenze che esso ha prodotto.
Portare al governo tutto e il contrario di tutto ha fatto sì che si smarrisse, tra l’altro, la comune identità d’intenti che in questi anni ci aveva consentito di arginare il prevedibile tentativo di condizionamento amministrativo che il progredire di una dinamica criminale inevitabilmente reca con se.
Da anni denuncio il rischio che di pari passo al diffondersi di certi “fenomeni”, v’è la mala piaga del manifestarsi opportunistico di una graduale accettazione sociale degli stessi, che fa il paio con l’arrendevolezza crescente di pezzi significativi del mondo imprenditoriale, delle professioni e dell’associazionismo locale.
Vi è la responsabilità politica di aver tratto in ritardo le conseguenze di una analisi che pure andavamo conducendo per tempo e di non aver impedito tempestivamente e con determinazione che in pochi anni si gettasse a mare il lavoro di una vita.
Avverto anch'io, pur non avendo avuto responsabilità amministrative da oltre nove anni, il peso politico per quanto avvenuto; ma al tempo stesso non me ne starò in disparte a guardare il bambino che vola via con l’acqua sporca, né ho intenzione di sorbirmi l’insano moralismo di masanielli improvvisati e di opportunisti d’antan. Si tratta di lavorare per riportare la politica ai suoi “luoghi”, per sollecitare nuovi protagonismi sociali che si riconoscano in un progetto politico condiviso piuttosto che nel servizio ad un destino personale.
Il Partito Democratico serve a questo; se vogliamo prendere sul serio il monito di chi ci ha invitato a rialzarci abbiamo una sola cosa da fare. Rialzarci.


Ufficio stampa
Unione provinciale Partito Democratico Foggia

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunesanseveroLA GIUNTA APPROVA IL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVI PER LE FUNZIONI TECNICHE.

La Giunta Comunale presieduta dal Sindaco avv. Francesco Miglio, su proposta dell’Assessore al Personale dott.ssa Valentina Stocola, ha deliberato l’approvazione del Regolamento Comunale per la costituzione e la ripartizione del Fondo Incentivi per le funzioni tecniche, di cui all’articolo 113 del Decreto Legislativo 50/2016. 

L’approvazione della Giunta ha concluso un complesso e lungo iter procedurale analizzato e trattato anche dalla delegazione trattante, composta dalla parte datoriale, dalla RSU e dai rappresentanti provinciali delle sigle sindacali che hanno sottoscritto il CCNL per il triennio 2016-2018 funzioni locali. Al termine della discussione, la delegazione trattante ha espresso parere favorevole, invitando, tuttavia, l’amministrazione comunale, in fase di approvazione, a tenere in debita considerazione quanto rappresentato dalla RSU in merito all’equiparazione tra lavori, servizi e forniture delle percentuali adottate per la quantificazione del fondo e, chiedendo, inoltre, che la proposta di deliberazione del regolamento fosse portata all’attenzione della delegazione stessa prima della approvazione definitiva mediante informativa. Le istanze sono state puntualmente recepite ed accolte dalla Civica Amministrazione.
“Abbiamo ravvisato la necessità – dichiarano il Sindaco Miglio e l’Assessore Stocola - di provvedere all’approvazione del Regolamento in grado di stabilire criteri e modalità di costituzione e ripartizione del fondo destinato agli incentivi per le funzioni tecniche. Il Regolamento è finalizzato a dotare l’Amministrazione di uno strumento efficace ed aggiornato alla normativa vigente per la gestione dei processi di programmazione e controllo delle opere o lavori, dei servizi e delle forniture che possa garantire l’esecuzione dei contratti nel rispetto dei documenti a base di gara, dei progetti, dei tempi e dei costi stabiliti”.

l’Addetto Stampa
Michele Princigallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)


forza italiaSERVIZI SOCIALI INESISTENTI, L’ASSESSORE RINALDI SI DIMETTA, SE HA ORGOGLIO!
Sono trascorsi più di due anni da quando si è insediata l’Amministrazione d’Arienzo, quella detta di CambiaMonte, ma ad oggi nulla è cambiato; se qualcosa è cambiato, è stato solo in peggio!
È sotto gli occhi di tutti che è ripresa, in maniera insistente, l’emigrazione verso il Nord di padri di famiglia, e non, che vanno in cerca di lavoro, ma per l’Amministrazione sembra non ci siano problemi!
Fino a qualche tempo fa, la presenza dei Servizi Sociali in città era evidente, come lo era anche ai tavoli istituzionali sovracomunali: nell’Ambito Sociale, Monte era considerata e rispettata. Nel passato era stata organizzata una struttura che, per quanto possibile, ogni giorno rispondeva ai bisogni dei cittadini: le Politiche Sociali erano diventate il fiore all’occhiello del Comune, un fatto riconosciuto da più parti; con l’uso oculato e corretto dei soldi pubblici, sebbene pochi, Monte riuscì persino ad attivare autonomamente molti servizi, senza far ricorso all’Ambito Sociale.
L’estate appena trascorsa ha consegnato, caso mai ci fosse stato bisogno di conferma, un dato chiaro: per l’Amministrazione PD, i Servizi Sociali non sono una priorità. Infatti, mentre per tutte le manifestazioni estive di intrattenimento sono stati stanziati circa 90.000 euro (novantamilaeuro), per i Servizi Sociali in bilancio non c’è nulla, tanto che, per il terzo anno consecutivo (sono tre estati che è in carica l’Amministrazione PD), non è stato attivato il Centro estivo per bambini, un’occasione di divertimento per quei bambini le cui famiglie hanno difficoltà a portarli al mare.
Inoltre, non passa inosservato il fatto che l’Amministrazione PD non ha più attivato diversi servizi, come Educatori nelle Scuole (non quelli dell’Ambito, ma quelli di diretta decisione del Comune), il sostegno economico alle scuole per l’acquisto di sussidi per alunni H, i progetti di inserimento lavorativo Servizio Civico “Mi sento utile”, “Ci siamo anche noi”, “Welcome to Monte Sant’Angelo”, quest’ultimo a favore di giovani laureati per animare il Punto Informazione Turistica situato nei pressi del Castello (di quel punto oggi non si sa chi lo gestisca e che uso ne faccia!) e tanti altri ancora.
FORZA ITALIA si chiede, inoltre, come mai l’Amministrazione PD non ha mai attivato il servizio Nonni vigili che, oltre ad essere un momento di integrazione sociale per gli anziani della città, è un valido supporto alla Polizia Municipale nel momento dell’ingresso e dell’uscita degli alunni da scuola. E perché non vengono reinsediati la Consulta delle Politiche Sociali, il Forum dei ragazzi (Consulta dei piccoli) e il Consigliere Giovane aggiunto? E perché il “Piedibus”, un progetto che a inizio 2015 fu proprio il Comune di Monte Sant’Angelo a volere con forza, non ha mai preso avvio?
È chiaro che nell’Amministrazione PD, l’Assessore ai Servizi Sociali non venga considerata, anzi le sono state sottratte tutte le fonti economiche per mettere in atto vere politiche sociali.
FORZA ITALIA auspica che l’Assessore ai Servizi Sociali, Agnese Rinaldi, prenda atto di questa situazione e tragga le conclusioni dimettendosi, abbandonando – e non farebbe male – una barca, quella dell’Amministrazione PD, che ha come unico interesse “far fare bella figura” ai suoi assessori, favorire cioè l’attività amministrativa dei soli assessori PD a scapito di quanti non si riconoscono, o dicono di non riconoscersi, nel PD; una scelta che, se fatta, oltre che a vantaggio dei cittadini che chiedono aiuto e sostegno, ridarebbe dignità e orgoglio all’Assessore Rinaldi

 Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

comunefoggiastemmsLa proposta di Pino Lonigro e di Luigi Di Claudio segretario provinciale di Socialismo Dauno
L’appello esteso a tutta la Capitanata, per mettere in campo visione e concretezza
“Foggia è in condizioni pietose: trasporto pubblico, ciclo dei rifiuti e cura della città non funzionano”

FOGGIA “Un patto federativo per unire tutte le persone che si riconoscono nei valori, nella modernità e nella storia socialista”. E’ quanto propongono attraverso una nota stampa Pino Lonigro, un impegno ultraventennale in politica e sempre sotto le insegne socialiste, e Luigi Di Claudio, segretario provinciale di Socialismo Dauno.
“La priorità non è rappresentata dalle prossime scadenze elettorali”, ha spiegato Lonigro, “ma dalla ricomposizione di un quadro politico frammentato, che disorienta gran parte dell’elettorato e, in modo particolare, quanti si sono sempre riconosciuti nella visione e nella concretezza dei valori socialisti legati indissolubilmente a temi come il lavoro, il sostegno alle fasce sociali più deboli, la tutela dell’ambiente, il diritto alla salute, all’istruzione e ad avere un tetto sotto il quale vivere dignitosamente e poter progettare il futuro”. E’ di poco più di un anno fa, il 28 giugno 2018, l’inaugurazione della nuova sede di Socialismo Dauno in viale Giotto 134, un luogo simbolico per Foggia, posto tra i quartieri popolari di Borgo Croci e Rione Candelaro. “La città versa in condizioni pietose, il servizio di trasporto pubblico è al collasso, basti pensare alle condizioni degli autobus urbani, per non parlare del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti”, ha aggiunto Lonigro. “Non c’è alcuna cura della città, che si presenta sporca, con strade pericolosissime a causa delle buche del manto stradale, e marciapiedi dissestati, in alcuni punti ormai del tutto inesistenti. Lo abbiamo detto in campagna elettorale, alle recenti elezioni comunali, lo ripetiamo oggi perché i problemi sono ancora tutti lì, come l’emergenza socio-economica che riguarda una fascia sempre più ampia della popolazione. Ecco perché oggi, più ancora che in passato, è necessaria la presenza riconosciuta e riconoscibile di un soggetto politico socialista, per ripartire dalla città capoluogo e dalla provincia di Foggia, per ricostruire un rapporto più saldo della Capitanata con la Regione Puglia, non improntato al vittimismo strumentale di Franco Landella o dei leghisti in salsa foggiana che già battono in ritirata rispetto ai problemi concreti di questa città e della sua provincia, dimostrando ancora una volta di essere solo fatti di slogan vuoti. Dov’è la città più sicura che avevano promesso? Ora la Lega di Salvini è al governo della città e Foggia è più insicura e degradata che mai”.
“Ci sono esperienze, competenze e valori nelle persone che, a Foggia e in tutta la provincia, si sono sempre riconosciute nei principi del socialismo, nella capacità di coniugare solidarietà e riformismo, progresso e stato sociale: il nostro è un appello a ricostruire una forza che sappia interpretare un progetto nuovo, ancorato a salde radici”, hanno concluso Lonigro e Di Claudio.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

forza italiaI GIOVANI CHIEDONO UN NUOVO SISTEMA FORMATIVO, MA L’AMMINISTRAZIONE PD NON RISPONDE
Durante la campagna elettorale, la coalizione “CambiaMonte” promise che avrebbe affrontato il tema di un nuovo sistema formativo per i giovani di Monte Sant’Angelo: la solita promessa disattesa! Infatti, fino ad ora, questo argomento decisivo per le sorti della nostra comunità non è stato mai sottoposto al dibattito in Consiglio Comunale.
Eppure si stanno per spendere milioni di euro per il rinnovo dell’edilizia scolastica senza che l’Amministrazione PD abbia una visione strategica circa il futuro del nostro sistema scolastico in relazione alle nuove esigenze formative per assicurare un domani ai nostri giovani.
Un’Amministrazione responsabile e saggia avrebbe fatto precedere questo cospicuo investimento di risorse pubbliche da un dibattito pubblico e da un confronto tra i rappresentanti delle diverse agenzie formative (famiglia, scuola, ente locale, mondo imprenditoriale e sindacale) per rispondere a questa ormai ineludibile domanda: “QUALE SISTEMA SCOLASTICO A MONTE SANT’ANGELO NEI PROSSIMI ANNI?”.
Il Movimento “VERSO IL FUTURO” e il Partito “FORZA ITALIA” intendono aprire questo dibattito, mettendo a disposizione della Comunità una serie di dati relativi all’andamento della popolazione scolastica potenziale a partire dall’anno scolastico 2018/2019 e fino all’anno scolastico 2029/2030.
In via preliminare, va detto che la riduzione progressiva delle nascite e della popolazione residente, a lungo andare, si riflette negativamente anche sulla consistenza della popolazione scolastica e sui posti di lavoro del comparto istruzione.
SCUOLA DELL’INFANZIA – Il numero dei bambini di età tra i 3 e i 5 anni subisce una drastica riduzione. Infatti, si passa dai 276 bambini dell’anno scolastico 2018/2019 ai 173 dell’anno scolastico 2029/2030 con un decremento del 37,4%. Le sezioni di scuola materna, pertanto, passano da 14 a 9 circa.
SCUOLA PRIMARIA – Altrettanto consistente è la riduzione del numero degli alunni della scuola primaria. I 560 alunni della scuola primaria dell’anno scolastico 2018/2019 si riducono a 319 alunni nell’anno scolastico 2029/2030 con un decremento pari al 43%. Le classi di scuola primaria passano, pertanto, da 24 a 14.
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO – Gli alunni della scuola media inferiore passano da 312 dell’anno scolastico 2018/2019 ai 238 alunni dell’anno scolastico 2029/2030 con un decremento pari al 24%. Le 13 classi, pertanto, si riducono a 10.
SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO – I 582 alunni della scuola media superiore dell’anno scolastico 2018/2019 si riducono ai 548 alunni potenziali dell’anno scolastico 2029/2030 (almeno il 20% di questi alunni frequenta Istituti scolastici superiori nei Comuni viciniori: Manfredonia, San Giovanni Rotondo, Vieste). Il decremento di appena il 6% aumenterà consistentemente nel quinquennio successivo (2030/2035).
Naturalmente, tutti questi dati statistici vanno ridimensionati a causa del triplice fenomeno della dispersione scolastica, dell’interruzione del percorso formativo dopo il conseguimento del diploma di licenza media e del decremento demografico.
Alla luce di questi dati, “VERSO IL FUTURO” e “FORZA ITALIA” ritengono che il confronto tra le agenzie formative locali si debba incentrare su tre fondamentali questioni:
1) organizzazione dei diversi livelli di istruzione scolastica;
2) razionalizzazione dell’uso dei plessi scolastici;
3) nuova offerta formativa relativa all’istruzione secondaria superiore.
Il Movimento “VERSO IL FUTURO” e il Partito “FORZA ITALIA” propongono che il Consiglio Comunale sia chiamato dal Presidente Vergura a svolgere su queste tre problematiche una discussione preliminare per impostare subito dopo in città un ampio e qualificato dibattito che coinvolga l’intera comunità.

Verso il Futuro e Forza Italia Monte Sant’Angelo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)