Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 233 visitatori e nessun utente online

Motori

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

Per rilanciarsi dopo un anno difficile in questo 2021 Ford punta forte su elettrificato e SUV, con le nuove Ford Puma e Ford Kuga pronte ad invadere il mercato, ma tra le tante novità in arrivo c’è anche un nome storico in una nuova veste, il SUV sportivo 100% elettrico Mustang Mach-E con una potenza che arriva fino a 350 CV.

fordIn questi primi tre mesi del 2021 il marchio Ford è riuscito a mantenere invariata la sua quota di mercato in Italia confermando il 6,5% del 2019. Le nuove immatricolazioni nel primo trimestre sono state 29.345, merito soprattutto della nuova Ford Puma che da sola rappresenta circa un terzo delle vendite, con 10.527 unità. Buoni i numeri anche nel mercato dell’usato dove a farla da padrone è invece la classica Ford Fiesta, una delle auto più richieste presso il concessionario online autoo, anche grazie al prezzo contenuto che per un veicolo del 2017/2018 si aggira sui 9.000 euro.

Una delle novità più attese per il 2021 e disponibile sul mercato già da aprile è la nuovissima Mustang Mach-E, primo SUV elettrico targato Ford, in grado di combinare prestazioni, emissioni zero e sportività. L’autonomia della batteria arriva fino a 600 km e con una ricarica rapida di soli 10 minuti si può avere un’autonomia di 100 km. A questo si aggiunge la potenza del motore che a seconda della versione scelta va da 258 a 350 CV e la possibilità offerta agli automobilisti di scegliere tra 3 diverse modalità di guida: Whisper, Active e Untamed. Ogni modalità offre un’esperienza distinta, sia a livello di guida che a livello prestazioni o di effetti come le animazioni del pannello di controllo.

È già una realtà la nuova Ford Puma ST che si propone agli automobilisti con motore turbo tre cilindri da 1,6 litri e 200 CV di potenza massima. L’assetto rinnovato di questo Crossover pone ancora di più l’accento sulla sportività per cui il piacere al momento della guida è assicurato. È previsto invece per l’estate il lancio della nuova generazione del Crossover Ford Ecosport, che ha voglia di riprendersi la scena rispetto alla Ford Puma, con un abitacolo più capiente ed un passo allungato fino a 430-435 cm. Le motorizzazioni vanno dal 1.0 EcoBoost da 100, 125 e 155 CV, al diesel 1.5 EcoBlue da 120 CV, mentre a breve termine si prevede l’arrivo sul mercato di una versione completamente elettrica anche di questo SUV d’assalto marchiato Ford. 

Se guardiamo alle vendite, nel mercato italiano la Ford Kuga è seconda solo dietro al SUV Volkswagen Tiguan nel segmento D con 4.940 nuove immatricolazioni nei primi 3 mesi del 2021, in crescita rispetto alle 4.756 del 2019, tenendo conto che l’annus horribilis 2020 non fa testo. I prezzi di questo modello vanno dai 28.750 euro per la versione benzina da 150 CV con cambio manuale, agli 29.750 euro del diesel 1.5 da 120 CV, cui vanno aggiunti 2.000 euro nel caso di preferire il cambio automatico. La versione ibrida parte da 30.800 euro, la plug-in da 37.550 euro a cui vanno scontati gli ecoincentivi.

Non va poi dimenticata la mitica Ford Fiesta, che dopo oltre 40 anni e 20 milioni di esemplari venduti continua ad essere una delle auto più amate dagli italiani, anche grazie alle nuove versioni lanciate solo pochi mesi fa, tra cui il diesel Ford Fiesta Titanium 5 Porte 1.5 TDCi EcoBlue 85 CV e l’ibrida leggera dotata di motore 3 cilindri turbo benzina EcoBoost Hybrid da 125 CV.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

rc auto 640x342Complici forse le continue limitazioni alla mobilità imposte dal contenimento della pandemia, le tariffe auto continuano la loro fase di contrazione dei prezzi a beneficio degli assicurati.

Uno studio condotto da Facile.it per il mese di febbraio, comparando i prezzi dei premi con quelli di febbraio 2020, non lascia molto spazio a dubbi: il mese appena passato ha registrato un calo del 13,5%

Se i dati di febbraio 2021 si confrontano con gennaio dello stesso anno, si ha invece un aumento del 1,4%. Si tratta comunque di un rialzo minimo e il suo sviluppo futuro dipende molto dalla ripresa o meno della circolazione in relazione alla pandemia.

Buone notizie quindi per gli automobilisti, che possono continuare a trarre beneficio da questo trend dei premi a loro favore. 

Ricevere un preventivo non richiede più che ci si rechi personalmente in un’agenzia. Strumenti online, come il preventivatore di Genertel, permettono in pochi click di ricevere un preventivo per un’ assicurazione auto online chiaro e conveniente.

Confrontando i prezzi dei premi, comunque, a livello nazionale permangono differenze tariffarie, dovute soprattutto alla presenza di alte percentuali di sinistri. La regione di residenza è quindi una variabile determinante sul preventivo finale del premio.

A febbraio 2021, le regioni dove l’RC auto costa di più risultano ancora una volta quelle del Sud, e rispettivamente Campania, Calabria e Puglia. 

Invece, i cali dei premi meno incisivi per il mese di febbraio 2021 rispetto al 2020 hanno interessato Valle d’Aosta (-5,13%), Molise (-9.70%) e Basilicata (-10,15%). L’Emilia Romagna invece ottiene il primo posto con un calo del -16,5%. 

Per quanto riguarda le assicurazioni online, l’effetto lockdown ne ha rafforzato la digitalizzazione, le relazioni di presenza sono sostituite da tastiera e schermo. Diventa fondamentale, quindi, l’utilizzo della tecnologia come mezzo per avvicinarsi ai propri clienti e rafforzare il rapporto di fiducia tra agenzia e assicurato.

Genertel risponde a questa chiamata offrendo un servizio clienti a tutto tondo. I suoi consulenti possono essere contattati tramite chat, numero verde ed email. Inoltre la gestione della polizza può avvenire tramite l’app dedicata.

Per rendere il quadro ancora più a favore degli automobilisti, a fine aprile scatterà anche il decreto ministeriale sul “contratto base”. Tutte le compagnie assicurative, online e offline, dovranno utilizzare un modello standard per agevolare la trasparenza dei prezzi e delle garanzie aggiuntive.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

motori 0055Quello dei motori è un mercato che vive di cambiamenti profondi, spesso radicali. Fino a qualche anno fa, ad esempio, era impensabile riuscire ad immaginare un presente così caratterizzato dalle nuove tecnologie, come ad esempio le auto a guida autonoma oppure alle auto ibride ed elettriche. Allo stesso tempo negli anni scorsi esisteva solo un modo per possedere un’auto, ossia acquistarla.

Negli ultimi anni, però, si è fatto largo il concetto di noleggio a lungo termine che ha portato ad un netto calo dell’acquisto delle auto con il susseguente aumento di nuovi contratti di noleggio che permettono di minimizzare le uscite per tenere a disposizione una liquidità maggiore. C’è un aumento di interesse per il noleggio a lungo termine da parte di privati senza partita IVA, dunque non più soltanto aziende e liberi professionisti.

L’acquisto di una macchina nuova, spesso agognato e a lungo pianificato, comporta infatti l’investimento immediato di una grossa cifra. Con il noleggio, invece, la situazione è diversa in quanto viene generalmente richiesto un anticipo che comunque rappresenta un investimento di dimensioni inferiori. Tradotto: il resto delle finanze potrà essere impiegato diversamente e in altre attività più o meno urgenti.

Il noleggio a lungo termine non è altro che un contratto attraverso il quale, con il pagamento del canone mensile, la persona dovrà occuparsi solo del carburante dal momento che il resto – assicurazione, tagliandi, bollo auto e così via – resterà di competenza dell’operatore.

Un’iniezione di tranquillità, per affrontare senza stress e preoccupazioni le attività di tutti i giorni: il tempo a disposizione aumenta e la qualità della vita migliora. Infine tra gli elementi che stanno decretando il successo del noleggio auto a lungo termine c’è la possibilità di scegliere l’ultimo modello, la novità vista in tv o nel salone: questione di status symbol.

I vantaggi del noleggio a lungo termine

I vantaggi legati al noleggio a lungo termine sono tanti, tanto che sono aumentate le offerte di noleggio a lungo termine su brumbrum.

Come sappiamo, infatti, il noleggio non è un’opzione riservata soltanto alle società e alle varie flotte aziendali, visto che si è diffusa a macchia d’olio, incontrando l’apprezzamento di molte famiglie della Penisola.

Oltre al risparmio economico il contratto di noleggio a lungo termine prevede una serie di opzioni molto convenienti, dato che può includere ad esempio il bollo e l’assicurazione, insieme al cambio gomme e alla manutenzione della vettura. Molti sono i vantaggi dal punto di vista fiscale, come ad esempio la deducibilità. La deducibilità si applica su tutto il canone, ovvero sia sulla quota locazione sia sulla quota servizi. In base al tipo di utilizzo del veicolo, sono previste diverse percentuali di deducibilità.

Se il veicolo è in uso ad un agente di commercio, la deducibilità della quota locazione è fissata ad un importo massimo di €5.164,57; la deducibilità, invece, per quanto riguarda la quota servizi è di €4.131,66. I possessori di Partita IVA hanno anche la possibilità di detrarre l’IVA sui canoni di noleggio. Anche in questo caso, le detrazioni sono commisurate in funzione all’utilizzo del veicolo.

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

Il mercato dell’auto è in continuo cambiamento e rinnovamento e dopo il periodo difficile che abbiamo affrontato nel corso del 2020 si è compreso che possedere un’auto di proprietà non sia più un’esigenza così sentita come poteva essere in passato. Gli italiani, infatti, al pari di molti altri cittadini del mondo, stanno percependo l’esigenza di ricercare nuove formule per la mobilità guardando a soluzioni che siano più pratiche ed efficienti.

noleggio a

Così anche gli italiani nel corso del 2020 e in questo inizio di 2021 si sono rivolti maggiormente ad una mobilità smart, a forme commerciali non solo digitali ma anche immediate, che portino verso formule flessibili e anche convenienti. Hanno trovato tutto questo nel mondo del noleggio a lungo termine che oggi anche per i privati si presenta come la soluzione più adeguata per esigenze diverse e rinnovate.

Insomma si va verso un cambio di rotta per il mondo dell’automotive che si evolve e preannuncia che il futuro sarà sempre più segnato dalla praticità di fittare un’auto con un costo fisso piuttosto che comprarla e sostenere spese variabili e che a volte possono diventare gravose per una famiglia. Strategie nuove che stanno riscuotendo sempre più successo e che di volta in volta sono pronte ad adattarsi a tutte le esigenze che si pongono, sia quelle dei privati, delle aziende che dei professionisti.

Lo sa bene Rent4you, l’agenzia specializzata in mobilità e noleggio che tra in tanti servizi offerti propone anche quello di noleggio lungo termine privati. Tantissimi i vantaggi associati a questa formula per ogni singolo cittadino, sia di natura economica che del tempo investito. Perché? Sarà come possedere un’automobile ma con un notevole risparmio in quanto il veicolo non sarà di proprietà e dunque esulerà da tutti i pensieri, gli oneri e le spese che vi sono legate, diventando così un vero e proprio servizio del quale godere in tranquillità e con tanti benefici associati.

Così la formula del noleggio per privati si dimostra essere molto conveniente oltre che una vera opportunità. Sarà possibile guidare un’auto sempre in ottime condizioni, scegliendone il modello, anche quello che avreste sempre desiderato, avendo alle spalle un network di professionisti che in tutta Italia sono in grado di darvi supporto in modo da non avere nessuna preoccupazione per la gestione del veicolo.

La formula di noleggio per privati è praticamente adatta a tutti perché, grazie al vasto parco macchine disponibile in Rend4you, si adatta a ogni tipo di necessità: che siate una famiglia numerosa, una giovane coppia, un single, che abbiate con voi anziani o persone che abbiamo bisogno di specifiche necessità, ci sarà sempre una vettura che si adatta alle vostre esigenze. Basta solo provare!

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (2 Voti)

Google si dimostra ancora una volta un'azienda all'avanguardia e attenta all'innovazione tecnologica tanto che - secondo indiscrezioni trapelate dalla rivista di settore Quartz - avrebbe presentato la sua ultima ideazione: un camion senza guidatore che, a breve, verrà utilizzato per le consegne degli acquisti effettuati on line. google carNon si tratta, in effetti, completamente di una novità in quanto da tempo Google utilizza abitualmente la Google Car, un'auto senza conducente che gira per le città in cerca di immagini da catturare per Google View. Il brevetto presentato, però, ne è un'evoluzione in quanto è sicuramente un mezzo più grande che non solo non prevede la presenza di un conducente ma permetterà anche ai propri clienti di ritirare da soli i propri pacchi. Il retro del camion, infatti, sarà composto di tante piccole cassette la cui apertura sarà sbloccata solo dopo l'inserimento di un codice di pagamento o di una carta di credito. In questo modo, ognuno potrà pagare e ritirare il proprio pacco, permettendo così al camion deputato alle consegne di indirizzarsi verso il successivo cliente. Un sistema innovativo, dunque, che permetterà di razionalizzare il sistema delle consegne, fino ad ora un punto dolente per tutto il sistema di e-commerce in quanto o troppo caro oppure troppo impreciso in termini di puntualità.

In attesa, dunque, di veder sfrecciare sulle nostre strade camioncini delle consegne forniti solo del logo Google ma senza guidare, il colosso di Mountain View riporta un'altra vittoria. Secondo l'influente quotidiano economico Bloomberg, Google avrebbe presentato agli addetti di settore il nuovo brevetto poco dopo aver incassato il consenso della NHTSA - National highway traffic safety administration (l'ente che supervisiona la sicurezza stradale e dei veicoli in circolazione) sulla possibilità che un software o un robot possano essere identificati come guidatori e quindi lasciati alla libera circolazione stradale. Questa ammissione - in risposta ad una specifica richiesta proveniente proprio da Google - è un primo passo verso la diffusione di questi camioncini automatici che sono la ricetta dell'azienda americana per rilanciare l'e-commerce, leggermente in calo di vendite negli ultimi dati ufficiali forniti.

Se per Google, però, questa rivoluzione vuole solo dire un miglioramento della logistica, per il resto del mondo rappresenta una rivoluzione storica per quanto riguarda il concetto di guida. Fra qualche anno, insomma, la strada potrebbe non essere più come oggi siamo abituati ad immaginarla. Tuttavia, sembra che il team creativo di Google non intenda fermarsi qui! Infatti, da più fonti ultimamente trapela un'altra notizia destinata a mutare profondamente il mondo della logistica. L'azienda, infatti, sta lavorando con impegno anche ad un altro brevetto - che al momento prende il nome di Project Wing - che prevede l'utilizzo di droni (piccoli oggetti volanti di dimensioni diverse ma tutti rigorosamente senza guidatore) per la consegna di pacchi dal cielo. Allo stato attuale delle cose, i droni vengono impiegati da diversi Paesi soprattutto a scopo militare ma mai nessuno aveva fino ad ora pensato di utilizzarli anche per compiti diversi, in particolare nella logistica.

Se Project Wing è ancora in una fase di studio ben lontana dal brevetto vero e proprio, il camioncino senza guidatore è ad un passo dalla realtà. L'autorizzazione informale ottenuta dalla NHTSA, infatti, è una mossa preliminare alla diffusione in massa di quest'ultima innovazione tecnologica targata Google. Per il momento chi ha un camion dovrà ancora, per forza di cose, attendere qualche anno per vedere che la rivoluzione di Google si configuri su larga scala. Sarebbe un grande passo avanti, indubbiamente, ma per il momento chi ha intenzione di acquistare un autocarro ricordate sempre di controllare le offerte che le compagnie assicurative propongono per le polizze per uso privato. Non resta, dunque, che attendere ancora un po’ prima di vedere i nostri pacchi consegnati - senza alcun problema di traffico o condizioni meteorologiche - da un robot in attesa che i futuri ci cadano, invece, direttamente dal cielo!

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (2 Voti)