Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 330 visitatori e nessun utente online

Stato:

Italia

Regione:

Puglia

Provincia:

Foggia

Coordinate:

41°41′26″N 15°22′36″E/ 41.69056°N 15.37667°E

Altitudine:

86m s.l.m.

Superficie:

333,17 km²

Abitanti:

55.396

 

Densità:

167,55 ab./km²

Comuni contigui:

Apricena, Foggia, Lucera, Rignano Garganico, San Marco in Lamis, San Paolo di Civitate, Torremaggiore

CAP:

71016

Pref. telefonico:

0882

Nome abitanti:

sanseveresi

Santo patrono:

Madonna del Soccorso,
San Severino abate,
San Severo vescovo

Giorno festivo:

lunedì seguente la terza domenica di maggio

San Severo è un comune italiano di 55.396 abitanti. Capoluogo di Capitanata e Molise fino al 1579, la città è sede vescovile dal XVI secolo. Centro di antiche tradizioni mercantili e agricole, oggi essenzialmente dedito al terziario e sede universitaria, il comune, al centro di un reticolo viario nel Tavoliere settentrionale, è una città d'arte.

 
TERRITORIO

San Severo è il trentaduesimo comune italiano per estensione territoriale e il nono della Puglia. Confina con Apricena a nord, Rignano Garganico e San Marco in Lamis a est, Foggia e Lucera a sud, Torremaggiore e San Paolo di Civitate a ovest. Il nome onora il santo a cui è dedicata una chiesa in loco. La città sorge in territorio pianeggiante, al centro dell'Alto Tavoliere, a 86 m s.l.m.. Il suo territorio, che geologicamente appartiene al Quaternario antico (con sabbia e argilla fossilifere, di origine marina), segue un andamento altimetrico decrescente da ovest (163 m s.l.m.) a est (23 m s.l.m.), mutando progressivamente dalle lievi crespe collinose occidentali alla più regolare piana a oriente, in corrispondenza del bacino del Candelaro. Minimi i corsi d'acqua: oltre al Candelaro, attraversano l'agro sanseverese i torrenti Triolo, Salsola, Radicosa, Vènolo, Ferrante, Santa Maria e Potesano. Alla scarsità di acque in superficie, quasi del tutto assenti nella stagione estiva, corrisponde una notevole presenza di acque freatiche salmastre, soprattutto nel sottosuolo della città.
Il clima è mediterraneo, con inverni relativamente freddi di 7 C° ed estati molto calde, caratterizzate da forti escursioni termiche diurne, di 30 C°. I venti sono frequenti e, seppur talvolta piuttosto forti, sono mediamente moderati.

 

L'Hanno Detto........

" Oh San Severo,la città del mio pensiero,dove prospera la vite e l'inverno è alquanto mite".
Andrea Pazienza

 

GONFALONE

Dal XVI secolo lo stemma civico, per memoria del miracolo del 1528, rappresenta in campo di cielo san Severino in abito sacerdotale, a cavallo, con una bandiera rossa caricata della croce nella destra e la sinistra distesa a protezione della città, raffigurata nella punta dello scudo. Lo stemma è sormontato dalla corona aurea turrita, propria delle città.
I colori ufficiali del comune sono il giallo e il rosso: il caratteristico gonfalone cittadino, che rappresenta un vero e proprio unicum nell'araldica civica italiana, è un drappo bifido scaccato di questi due colori, frangiato d'oro e caricato dello stemma civico.