Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 173 visitatori e nessun utente online

Sport

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaSECONDA PROVA NAZIONALE MASTER A CARRARA, MARIA GRAZIA LATTANZIO DEL DAUNIA FENCING CLUB VINCE NEL FIORETTO FEMMINILE CATEGORIA 2

CARRARA - Nella seconda prova stagionale del Circuito Master, disputata a Carrara, la foggiana Maria Grazia Lattanzio del Daunia Fencing Club si è aggiudicata la prova nel fioretto femminile categoria 2, dedicata agli atleti over 50.
La fiorettista pugliese ha sconfitto nei quarti di finale Francesca Azin del Comini Padova per 10-6, in semifinale Liqin Wei dell’Accademia Scherma Cremona con un rotondo 10-0 ed in finale Silvia Ardigò, anche lei dell’Accademia Scherma Cremona, all’ultima stoccata.
In virtù di questo successo Maria Grazia Lattanzio, già salita sul podio nella prima prova stagionale disputata a Terni, partirà tra le favorite per la vittoria finale in occasione delle finali dei Campionati Italiani Master in programma da giovedì 24 a domenica 27 giugno a Bressanone.

PRIMA PROVA NAZIONALE MASTER - FIORETTO FEMMINILE - CAT. 2 - Carrara, 6 giugno 2021
Finale
Lattanzio (Daunia Fencing Club) b. Ardigò (Accademia Scherma Cremona) 10-9

Semifinali
Ardigò (Accademia Scherma Cremona) b. Benucci 10-8
Lattanzio (Daunia Fencing Club) b. Wei (Accademia Scherma Cremona) 10-0

Quarti
Benucci (Circolo della Scherma Terni) b. Asquini (Udinese Scherma) 10-2
Ardigò (Accademia Scherma Cremona) b. Martini (Circolo della Scherma R. Fonst) 10-2
Lattanzio (Daunia Fencing Club) b. Azin (Comini Padova) 10-6
Wei (Accademia Scherma Cremona) b. Riboldi (Cuneo Scherma) 9-7

Classifica (8): 1. Maria Grazia Lattanzio (Daunia Fencing Club), 2. Silvia Ardigò (Accademia Scherma Cremona), 3. Elena Benucci (Circolo della Scherma Terni) e Liqin Wei (Accademia Scherma Cremona), 5. Lavinia Martini (Circolo della Scherma R. Fonst), 7. Umberta Riboldi (Cuneo Scherma), 8. Alessandra Asquini (Udinese Scherma).

Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

Contatti PUGLIA: Siro Palladino

 

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaCAMPIONATI ITALIANI CADETTI E GIOVANI RICCIONE2021, IL PUGLIESE EMANUELE NARDELLA DEL C.S. ESERCITO SECONDO CLASSIFICATO NELLA SCIABOLA MASCHILE UNDER 20

RICCIONE - Seconda giornata di gare dei Campionati italiani Cadetti e Giovani 2021 a Riccione e secondo podio per la scherma pugliese: dopo il terzo posto nella sciabola maschile Cadetti di Gabriele Vetturi della Scherma Trani arriva il secondo posto per il sanseverese Emanuele Nardella, ora in forza al Centro Sportivo Esercito, nella sciabola Under 20.
Nardella ha esordito in tabellone regolando per 15-7 Tommaso Pietromarchi (Società del Giardino Milano) poi ha sconfitto col punteggio di 15-8 Antonio Tallarico (Antoniana Scherma Padova). Il livello tecnico degli assalti si è innalzato a partire dagli ottavi di finale dove Nardella ha affrontato e superato per 15-12 Lorenzo Ottaviani delle Fiamme Gialle poi nei quarti è stata la volta di Edoardo Cantini della Fides Livorno, sconfitto per 15-11. In semifinale Nardella ha avuto la meglio su Salvatore Pugliese del Circolo Schermistico Mazarese per 15-9 approdando così in finale dove ha ritrovato Pietro Torre delle Fiamme Oro in una sorta di remake della finale di sciabola Cadetti ai Campionati Europei Foggia2019: stavolta però, a differenza di allora, la vittoria è andata a Torre col punteggio di 15-7. Il terzo gradino del podio, assieme a Salvatore Pugliese, si completa con Leonardo Tocci (Frascati Scherma).
Nardella ha commentato il risultato con grande fair play: “È stata una gara ben preparata, ho sbagliato poco o niente ed ho mostrato grande determinazione e tranquillità in tutti gli assalti, anche quando mi sono ritrovato sotto nel punteggio. Il segreto è tirare ogni stoccata come se fosse l’ultima e mostrare una mentalità da numero uno: questo è fondamentale per farsi forza ed incutere timore agli avversari. Torre ha meritato pienamente la vittoria, gli faccio i miei complimenti e lo abbraccio, ci conosciamo bene per essere stati compagni di camera nelle trasferte in Nazionale: non ho nessun rimpianto per il secondo posto, è stata comunque una finale combattuta. Ringrazio tutti coloro che mi sostengono nel mio percorso di crescita e naturalmente anche l’Esercito Italiano che è ormai la mia nuova famiglia. Ora testa ai Campionati Italiani Assoluti di Cassino!”.

CAMPIONATI ITALIANI GIOVANI - SCIABOLA MASCHILE - Riccione, 12 maggio 2021
Finale
Torre (Fiamme Oro) b. Nardella (Esercito) 15-7

Semifinale
Nardella (Esercito) b. Pugliese (Circolo Schermistico Mazarese) 15-9
Torre (Fiamme Oro) b. Tocci (Frascati Scherma) 15-8

Quarti
Pugliese (Circolo Schermistico Mazarese) b. Di Gianvito (Club Scherma Roma) 15-10
Nardella (Esercito) b. Cantini (Fides Livorno) 15-11
Tocci (Frascati Scherma) b. Conversi (Club Scherma Roma) 15-14
Torre (Fiamme Oro) b. Marciano (Fiamme Azzurre) 15-13

Tabellone dei 16
Nardella (Esercito) b. Ottaviani (Fiamme Gialle) 15-12

Tabellone dei 32
Nardella (Esercito) b. Tallarico (Antoniana Scherma Padova) 15-8

Tabellone dei 64
Nardella (Esercito) b. Pietromarchi (Società del Giardino Milano) 15-7

Classifica (78): 1. Pietro Torre (Fiamme Oro), 2. Leonardo Nardella (Esercito), 3. Leonardo Tocci (Frascati Scherma), 3. Salvatore Pugliese (Circolo Schermistico Mazarese), 5. Edoardo Cantini (Fides Livorno), 6. Pietro Di Gianvito (Club Scherma Roma), 7. Giorgio Marciano (Fiamme Azzurre), 8. Alessandro Conversi (Club Scherma Roma).

Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaCOPPA DEL MONDO DI SCIABOLA FEMMINILE, A BUDAPEST L’ITALIA CHIUDE AL SECONDO POSTO: SUL PODIO ANCHE MARTINA CRISCIO E MICHELA BATTISTON

COPPA DEL MONDO SCIABOLA FEMMINILE - A Budapest l’Italia conquista il primo podio del 2021 con il secondo posto nella tappa ungherese di Coppa del Mondo di sciabola che ha segnato da una parte la ripresa dell'attività agonistica internazionale e dall'altra la conclusione della fase di qualificazione olimpica a Tokyo2020. La formazione guidata dal CT Giovanni Sirovich è stata fermata solo in finale all’ultima stoccata dalla Polonia: nel quartetto azzurro presenti la pugliese Martina Criscio e Michela Battiston, friulana in forza all’Aeronautica Militare ma trapiantata a Foggia per motivi schermistici; le altre due componenti del team italiano erano Rossella Gregorio ed Irene Vecchi.
Il cammino del quartetto azzurro è iniziato agli ottavi di finale con la netta vittoria per 45-26 contro l'Azerbaijan con il netto punteggio di 45-26. Successivamente le sciabolatrici italiane hanno superato le padrone di casa dell'Ungheria con lo score di 45-39. In semifinale è giunta poi la sfida contro la Francia, conclusa con il punteggio di 45-43 al termine di una lunga rimonta.
Grazie al secondo posto ottenuto sulle pedane magiare, l'Italia conclude la fase di qualificazione da numero 2 del ranking mondiale.
Questo il commento di Martina Criscio: “Sono molto contenta per come è andata la gara perché abbiamo dimostrato ancora una volta di essere un team completo e compatto, in cui se una di noi va in saldo negativo l’altra è pronta per riportare la squadra in vantaggio. Grandi le vittorie negli assalti con Francia ed Ungheria: l’esito della gara ci dà stimoli per fare ancora meglio per cercare di diventare le numero uno e puntare in alto a Tokyo. Personalmente mi resta un po’ di amaro in bocca per la finale perché non ho espresso la mia scherma al meglio e avrei potuto lasciare un po’ di vantaggio alle mie compagne. Ma ora la testa è focalizzata sui Campionati Europei di giugno e bisognerà lavorare sodo”.
Molto buona la prestazione di Michela Battiston, in particolare negli assalti contro l’Ungheria padrona di casa dove ha fatto registrare un ottimo +7.

COPPA DEL MONDO - SCIABOLA FEMMINILE - GARA A SQUADRE - Budapest, 14 marzo 2021
Finale
Polonia b. ITALIA 45-44

Finale 3°-4° posto
Corea del Sud b. Francia 45-41

Semifinali
Polonia b. Corea del Sud 45-41
ITALIA b. Francia 45-43

Quarti
Polonia b. Russia 45-42
Cora del Sud b. Ucraina 45-36
ITALIA b. Ungheria 45-39
Francia b. Giappone 45-41

Tabellone dei 16
ITALIA b. Azerbaijan 45-26

Classifica (27): 1. Polonia, 2. ITALIA, 3. Corea del Sud, 4. Francia, 5. Russia, 6. Giappone, 7. Ungheria, 8. Ucraina.

ITALIA: Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Martina Criscio, Michela Battiston.

 

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaTERNI - Si rimette in moto anche il settore Master e la scherma pugliese sale subito sul podio con il terzo posto della foggiana Maria Grazia Lattanzio del Daunia Fencing Club nel fioretto femminile categoria 2. Alla prima prova nazionale Master, disputata a Terni, hanno preso parte centinaia di atleti alle sei armi. Lattanzio ha conquistato il podio nel fioretto femminile Over 50 battendo per 10-5 nei quarti di finale la quotata fiorettista campana Gianna Della Corte (Giannone Caserta) poi si è arresa in semifinale col punteggio di 10-3 ad Elena Benucci del Circolo della Scherma Terni. L’atleta di casa si è poi aggiudicata la vittoria battendo in finale col medesimo punteggio Liqin Wei dell’Accademia Scherma Cremona.

PRIMA PROVA NAZIONALE MASTER - FIORETTO FEMMINILE - CAT. 2 - Terni, 8 maggio 2021
Finale
Benucci (Circolo della Scherma Terni) b. Wei (Accademia Scherma Cremona) 10/3

Semifinali
Benucci (Circolo della Scherma Terni) b. Lattanzio (Daunia Fencing Club) 10-3
Wei (Accademia Scherma Cremona) b. Ardigò (Accademia Scherma Cremona) 10-6

Quarti
Benucci (Circolo della Scherma Terni) b. Asquini (Udinese Scherma) 10-2
Lattanzio (Daunia Fencing Club) b. Della Corte (Giannone Caserta) 10-5
Wei (Accademia Scherma Cremona) b. Martini (Circolo della Scherma R. Fonst) 10-9
Ardigò (Accademia Scherma Cremona) b. Moschetta (Scherma Pistoia) 10-4

Classifica (8): 1. Elena Benucci (Circolo della Scherma Terni), 2. Liqin Wei (Accademia Scherma Cremona), 3. Silvia Ardigò (Accademia Scherma Cremona) e Maria Grazia Lattanzio (Daunia Fencing Club), 5. Gianna Della Corte (Giannone Caserta), 6. Lavinia Martini (Circolo della Scherma R. Fonst), 7. Anna Maria Moschetta (Scherma Pistoia), 8. Alessandra Asquini (Udinese Scherma).

 

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)
0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)

schermaLO SCIABOLATORE PUGLIESE EMANUELE NARDELLA ENTRA A FAR PARTE DEL GRUPPO SPORTIVO DELL’ESERCITO:
«UN SOGNO CHE SI REALIZZA, IL LAVORO PAGA SEMPRE»

ROMA – Il nuovo anno si è aperto con una bellissima notizia per lo sciabolatore pugliese Emanuele Nardella: appena compiuta la maggiore età, è stato arruolato nel Gruppo Sportivo dell’Esercito Italiano. Un risultato straordinario, soprattutto se si tiene conto che Nardella ha compiuto 18 anni lo scorso 2 gennaio ed è atteso quest’anno dagli esami di maturità.
Il sanseverese Emanuele Nardella, ora al Circolo Schermistico Dauno Foggia, è cresciuto dal punto di vista agonistico presso il Club Scherma San Severo, con cui ha ottenuto i suoi primi successi sotto la guida del Maestro Benedetto Buenza: nel 2014, al suo primo anno nelle categorie Under 14, fa l’en plein nelle tre prove interregionali conquistando il titolo di campione pugliese e la Puglia Cup nella categoria Maschietti. Nel 2016 coglie il suo primo titolo italiano nelle finali di Riccione nella categoria Ragazzi e vince anche il Gran Prix “Kinder +Sport”. Nel 2017, tra gli Allievi, fa ancora meglio chiudendo la stagione imbattuto e facendo filotto fra le tre prove di qualificazione, le finali dei Campionati Italiani di categoria e le due prove del Gran Prix. L’anno seguente, alla prima stagione nei Cadetti, è terzo a Verona in Coppa Italia. Nel 2019 coglie le prime prestigiose affermazioni in campo internazionale conquistando due medaglie d’oro, nell’individuale e a squadre, ai Campionati Europei Cadetti e Giovani disputati a Foggia. Nello stesso anno è medaglia d’argento ai Campionati Italiani Cadetti svoltisi a Lecce. Nel 2020, prima dello stop alle attività causato dalla pandemia di Covid-19, ha fatto in tempo a vincere la prova di Meylan, in Francia, nel Circuito Europeo Cadetti, la seconda prova nazionale Cadetti disputata a Roma e la medaglia d’argento a squadre ai Campionati Europei Cadetti e Giovani di Porec (Croazia).
Nardella manifesta tutta la sua soddisfazione: «Essere ammesso nel Gruppo Sportivo dell’Esercito Italiano ed entrare a far parte di un team così glorioso – dichiara – è per me motivo di grande gioia ed orgoglio. Questa è la dimostrazione che il lavoro ed i sacrifici fatti in questi anni pagano e che quando un ragazzo crede davvero ai suoi obiettivi ed ai suoi sogni alla fine, grazie all’impegno quotidiano, li può raggiungere. Ringrazio anzitutto l’Esercito Italiano per l’onore che mi ha accordato, poi le persone che mi hanno accompagnato mostrandomi la giusta strada: anzitutto i miei genitori per avermi sempre sostenuto e incoraggiato, il mio maestro Benedetto Buenza che da sempre mi guida nel mio percorso, il mio storico Presidente Matteo Starace, i miei compagni di sala coi quali mi alleno ogni giorno, il mio preparatore atletico Fabio Rollo ed il nutrizionista Atanasio De Meo per la dedizione con cui mi seguono. Per il continuo supporto, una menzione speciale va alla dottoressa Giuliarosa Trimboli, Dirigente dell’Istituto scolastico da me frequentato, ed al Corpo docente del Liceo Polivalente Enrico Pestalozzi di San Severo. Far parte della grande famiglia del Gruppo Sportivo dell’Esercito non è facile: il monito, che rivolgo in primo luogo a me stesso, è quello di non arrendersi mai e di lottare giorno per giorno perché con la forza di volontà e lo spirito di sacrificio anche i sogni più ambiziosi possono avverarsi».

 

 

 

Per conto di:
Ufficio Stampa
Federazione Italiana Scherma

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 0.00 (0 Voti)