Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 335 visitatori e nessun utente online

uni
UniFg e Banca popolare di Bari incentivano l’autoimprenditorialità dei ragazzi (tra 18 e 35 anni).
Domani (giovedì 22 giugno) la presentazione dell’iniziativa a Palazzo Ateneo, nell’auditorium Bruno Di Fortunato: in palio anche la possibilità di lavorare con Giovanni Veronesi.
Il progetto è il primo acceleratore d’impresa promosso da un istituto bancario del Sud, durerà 1 anno e le 25 start up che supereranno la prima fase di selezione parteciperanno al percorso commerciale attivato dal gruppo Banca popolare di Bari.

Parafrasando in chiave positiva il titolo dell’ultimo film del regista Giovanni Veronesi (“Non è un Paese per giovani”), la Banca popolare di Bari ha ideato e promosso il primo acceleratore di impresa allestito da un istituto bancario del Sud.
Il progetto si chiama “È un Paese per giovani”, l’esatto contrario della pellicola uscita all’inizio dell’anno, ed è destinato ai ragazzi tra i 18 e i 35 anni con l’obiettivo di incentivare le loro capacità autoimprenditoriali, potendo disporre oggigiorno di innovazioni sempre più tecnologiche e di idee imprenditoriali sempre più digitali che, però, necessitano di un percorso formativo coordinato da esperti del settore. Il progetto avrà durata di 1 anno, le 25 startup o idee di impresa, che supereranno la prima selezione, parteciperanno al percorso di accelerazione attivato dalla Banca popolare di Bari: questo percorso prevede corsi di formazione specializzata; incontri con business angels selezionati; supporto dell’infrastruttura commerciale, tecnologica e bancaria con esperti e consulenti. Ciascun candidato avrà l’occasione di definire gli ultimi dettagli della sua idea d’impresa, quindi la possibilità di ampliare la propria rete di contatti e relazioni prima di partire per la sua nuova avventura. I progetti dovranno riguardare uno dei seguenti ambiti: area culturale e sociale (es: valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico; turismo; sviluppo sostenibile etc.); area tecnologica (es: innovazioni di prodotto e di processo; media e comunicazione; nuove tecnologie etc.); area sviluppo del territorio (es: il miglioramento della qualità della vita, l'utilizzo di beni comuni etc.). Inoltre, alla fine del percorso, è previsto anche un premio in denaro per i primi 3 soggetti cinematografici (eventualmente realizzati dai partecipanti) che saranno stati ritenuti migliori da una giuria presieduta proprio dal regista Giovanni Veronesi.
L’Università di Foggia – come lo sono state altre accademie in altre province e regioni – è partner di “È un Paese per giovani” oltre a essere da anni partner commerciale del gruppo Banca popolare di Bari. La presentazione del progetto si terrà a Palazzo Ateneo, auditorium Bruno Di Fortunato (VI Piano), domani giovedì 22 giugno a partire dalle ore 10,30: la partecipazione all’evento è gratuita, si richiede conferma della presenza attraverso l’ultilizzo dell’indirizzo e-mail stageplacement@unifg.it.

Davide Grittani