Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 234 visitatori e nessun utente online

baseballFOVEA EMBERS BASEBALL

Lettera aperta del presidente della Fovea Embers, Gianni Vitrani: “Dio salvi la vita, Dio salvi Alfie”

In questi giorni la Vita interpella le nostre coscienze, ci pone davanti a scelte che non possono essere tiepide o di compromesso. Scelte per la Vita o per la morte, tertium non datur. Alfie, con un semplice anagramma “A Life”, è la Vita che grida la sua presenza, la sua voglia di esserci, di continuare ad esserci qui ed ora, con i suoi genitori e con tutti noi.
In lui vediamo tutti i bambini e ragazzi della nostra associazione che un giorno hanno bussato alla nostra porta chiedendo di condividerne i valori e le finalità: “contribuire allo sviluppo sportivo, culturale e civile dei cittadini e alla sempre più ampia diffusione della democrazia e della solidarietà nei rapporti umani” (art. 3 statuto associativo). Hanno chiesto a noi dedizione passione e amore per lo sport ma soprattutto per ognuno di loro, per ogni persona, per ogni Vita, con difficoltà fisiche o intellettive non importa, sono anzi diventati la nostra ricchezza e la nostra gioia. Alfie è uno di noi è un cittadino italiano, e siamo fieri del nostro Stato perché conferendogli la cittadinanza ha lanciato un chiaro messaggio, quello di lottare per la Vita, fino in fondo, fino alla fine, senza arrendersi mai di fronte alle difficoltà anche di fronte a quelle ritenute insormontabili. Siamo fieri perché la nostra Costituzione riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, siamo fieri perché tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso razza di lingua di religione di opinioni politiche di condizioni personali e sociali (artt. 2 e 3). Ai nostri bambini e ragazzi insegniamo ad affrontare gli ostacoli e le difficoltà con spirito di sacrificio, a combattere la buona battaglia perché nella lotta per la Vita si esce sempre vincitori. I Tribunali inglesi hanno sentenziato che quella di Alfie è una vita inutile che non merita essere vissuta, i nuovi fautori della cultura dello scarto detentori della potestas vitae et necis hanno deciso “per legge” che il bambino deve morire: summum jus summa iniuria. Noi crediamo che ogni Vita abbia il diritto di essere vissuta dal concepimento fino alla fine naturale e in qualsiasi condizione essa sia venuta in essere, noi crediamo che ogni Vita sia utile e abbia un valore in sè e per l’intera umanità, perché la Vita è un dono di Amore, è un dono di Dio.
Ad Alfie abbiamo conferito la tessera di Primo Socio Onorario dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Fovea Embers Baseball, ai suoi genitori Tom e Kate consegneremo la tessera con l’auspicio che un giorno possa giocare con i nostri colori.
Ad Alfie diciamo non arrenderti mai, noi siamo con te, con te lottiamo e speriamo, per te preghiamo. Dio salvi la Vita Dio salvi Alfie.

Il presidente, a nome di tutta l’associazione.
Giovanni Battista Vitrani