Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 258 visitatori e nessun utente online


forza italiaDue anni fa circa, il Comune ha pubblicato un Avviso (Bando n. 23-2016 SUA Provincia di Foggia) per individuare il nuovo Gestore della Casa di Riposo, dopo che la Congregazione delle “Suore Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù”, che aveva gestito la struttura per decenni, decise di andare via. La Madre Superiora sosteneva che il numero di ospiti e la retta che gli stessi pagavano non garantivano neppure di stare in pareggio, dovendo procedere anche alla riqualificazione del personale secondo la normativa vigente. Nel Bando erano indicati 25 posti letto da gestire, quelli già funzionanti al tempo delle suore.
Dopo mesi dall’inizio della nuova gestione, qualche Consigliere di opposizione ha sollevato più volte, in Consiglio Comunale, dubbi sugli adempimenti successivi alla individuazione del nuovo Gestore, ricevendo dall’Amministrazione solo risposte vaghe. Dalle Determine pubblicate dal Comune si capisce bene che alla Casa di Riposo sono stati fatti lavori di modifica dei locali per aumentare i posti letto. A questa notizia, il Sindaco d’Arienzo rispondeva di aver visto una richiesta di autorizzazione a modifiche ma, se qualcosa era stato autorizzato, non era avvenuto con il consenso dell’Amministrazione; sembra strano che gli Uffici autorizzino modifiche e l’Amministrazione non ne sa nulla! d’Arienzo, in forte imbarazzo, ha scaricato tutto sul Responsabile di Settore, come se questi abbia firmato chiuso da solo in una stanza!
A nostro avviso l’Amministrazione deve dare spiegazioni su alcune cose:
• il Bando ha previsto la gestione di una struttura con 25 e non con 35 posti letto; chiunque, se avesse saputo che dopo la gara gli sarebbero state autorizzate modifiche per consentire un aumento dei posti e, quindi, un maggiore guadagno, certamente avrebbe partecipato al bando;
• le Determine n. 275 del 05/04/2016, n. 430 del 31/05/2016, n. 721 del 13/10/2016, n. 395 dell’11/05/2017, n. 204 dell’8/3/2018 sono state pubblicate dal Comune e, quindi, l’Amministrazione non può dire di non saperne nulla!
La Determina n. 204 dell’8/03/2018 è stata pubblicata solo dopo l’interrogazione della Minoranza, quando cioè il caso ormai era stato sollevato, e in essa è scritto: “Preso atto: che è stata acquisita la domanda …e prodotto la relativa documentazione … per modifica della capienza della struttura da 25 posti a 35; Accertato: che le modifiche non comportino cambiamenti … strutturali e organizzative della struttura che mantiene il possesso dei requisiti comuni di cui all’art. 36/37, strutturali, organizzativi e gestionali di cui all’art. 65 del regolamento regionale n. 4/07…”. È scritto, quindi, dice che sono autorizzati 35 posti letto, ma la Regione Puglia, con Determina n. 924 del 5 ottobre 2017 (codice CIFRA: 082/DIR/2017/00924), autorizza 25 e non 35 posti letto!
Poniamo a d’Arienzo e a CambiaMonte un po’ di domande:
1) Come mai la struttura può contare 35 posti letto e non 25? È legittimo ciò che è stato fatto subito dopo la chiusura della gara di appalto?
2) Perché l’ampliamento non è avvenuto prima, per consentire a tutti di partecipare, visto che, così facendo, i vantaggi economici del gestore sono indubbiamente aumentati?
3) Dopo l’ampliamento dei posti letto, è stato incrementato il personale dipendente necessario, così come previsto dai Regolamenti regionali?
4) Se nuovo personale è stato assunto, quale procedura è stata seguita? Qualcuno ne sapeva qualcosa?
5) Se il personale è ancora da assumerne, quale procedura l’Amministrazione d’Arienzo chiederà che venga seguita? Sarà resa pubblica?
FORZA ITALIA sollecita l’Amministrazione d’Arienzo e CambiaMonte a dare risposte non solo a Forza Italia, ma anche all’Opposizione Consiliare e alla città che ha bisogno di sapere.

Forza Italia
Monte Sant’Angelo)