Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 405 visitatori e nessun utente online

logoPD
Basta con la manfrina delle casse vuote; utilizzi bene i fondi del Piano Sociale"
Dichiarazione dei consiglieri comunali Pasquale Dell'Aquila, Lia Azzarone e Francesco De Vito

Affermare, come fa il sindaco Franco Landella, che le baby gang ci sono anche a Milano non toglie e non aggiunge nulla al problema, alla sua gravità, all'urgenza dell'adozione di soluzioni. Affermare, come fa il sindaco Franco Landella, che il Comune può far poco è un maldestro tentativo di scrollarsi di dosso le proprie responsabilità.

È disponibile una sola pattuglia notturna della Polizia locale? Riorganizzi il servizio per rafforzare i presidi sul territorio di giorno e di notte, perché anche quando il sole è alto in cielo non si vede un vigile urbano per strada.
Le strade e le piazze sono poco illuminate e favoriscono il vandalismo, il bullismo e la microcriminalità? Dia corso alla procedura per l'affidamento del servizio d'illuminazione pubblica, anche recuperando un po' di risorse finanziarie oggi sprecate in bollette costosissime.
Il Comune già partecipa ad attività nelle scuole per la prevenzione del bullismo? Intensifichi queste attività; progetti nuove attività insieme a chi se ne occupa e non con le associazioni farlocche e le cooperative vacanti; investa maggiori risorse nella prevenzione della devianza e dell'abuso, a partire dall'alcol; attivi specifici programmi di prevenzione e contrasto del vandalismo.
Le famiglie sono responsabili dell'educazione dei figli? Il Comune investa risorse nel sostegno e nell'affiancamanto dei nuclei familiari deboli; garantisca ai minori a rischio assistenza specifica; collabori di più e meglio con le scuole, le parrocchie, le agenzie sociali.

E basta con la manfrina delle casse vuote. Quando Landella vuole, i soldi escono. E comunque il Piano Sociale di Zona è finanziato per intero dalla Regione Puglia e non è soggetto ad alcun vincolo, per cui basterebbe utilizzare quei milioni di euro nell'interesse reale dei foggiani.

Plaudire all'iniziativa delle mamme, che condividiamo e sosteniamo da consiglieri comunali e genitori, è un'altra ipocrisia, perché è suo preciso compito evitare degenerazioni come quelle che hanno determinato violenza e vandalismo nelle strade e nelle piazze.

Su tutto questo il sindaco Landella non ha detto una parola. Le solite lamentele, le solite giustificazioni, le solite mezze verità.
Anche citando Milano ha omesso di dire che è "la città più vivibile di Italia nel 2018. Il capoluogo lombardo svetta per reddito, lavoro e servizi. Al primo posto per depositi in banca pro capite, ha un buon tasso di occupazione e vince come migliore smart city. Anche la cultura sale sul podio, con la spesa media dei milanesi al botteghino" (Sole 24Ore - Indagine sulla qualità della vita 2018).
A noi piacerebbe che davvero Foggia fosse come Milano. Foggia, invece, è al penultimo posto di quella classifica, anche perché i foggiani non hanno un sindaco come quello di Milano.