Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 170 visitatori e nessun utente online

forza italiaINDIRIZZO DI STUDI “SERVIZI PER LA SANITÀ E L’ASSISTENZA SOCIALE”: UNA VITTORIA DI PIRRO?

Gli organi di gestione dell’Istituto “Gian Tommaso Giordani” di Monte Sant’Angelo, in data 2 ottobre 2019, hanno deliberato di proporre l’attivazione di un nuovo indirizzo di studio, denominato “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale”.
La Giunta d’Arienzo, in data 30 ottobre 2019, a sua volta ha deliberato di approvare, quale linea di indirizzo, la proposta avanzata dal Dirigente Scolastico dell’Istituto “Gian Tommaso Giordani”.
I Movimento politici “FORZA ITALIA” e “VERSO IL FUTURO” espressero vivo apprezzamento per lo sforzo di programmazione messo in atto dalla comunità scolastica dell’Istituto “Gian Tommaso Giordani”.
Intanto, nelle scorse settimane, la Giunta Regionale Pugliese con propria Deliberazione n. 2432 del 30 dicembre 2019 ha deciso l’attivazione del nuovo indirizzo di studio richiesto.
A PRIMA VISTA POTREBBE SEMBRARE CHE IL COMUNE ABBIA CONSEGUITO UN IMPORTANTE OBIETTIVO, MA IN REALTÀ NON È PROPRIO COSÌ, POICHÉ LO STESSO INDIRIZZO DI STUDIO È STATO AUTORIZZATO AL LICEO “Toniolo” DI MANFREDONIA!
CHE SENSO HA AUTORIZZARE DUE IDENTICI INDIRIZZI DI STUDIO A DISTANZA DI 15 CHILOMETRI L’UNO DALL’ALTRO? CHI HA CONSENTITO QUESTA CONCORRENZA DANNOSA PER LA NOSTRA CITTÀ?
Se le cose sono andate così, vuol dire che chi alla Regione Puglia avrebbe potuto e dovuto difendere gli interessi di Monte Sant’Angelo non si è speso affatto.
I Movimenti “FORZA ITALIA” e “VERSO IL FUTURO” ritengono che si sarebbe raggiunto un migliore risultato se a ottobre scorso fosse stato convocato il Consiglio Comunale, cui compete la elaborazione della proposta dell’Offerta Formativa.
Pertanto, sulla base di questa esperienza “FORZA ITALIA” e “VERSO IL FUTURO” chiedono al Presidente Vergura di convocare il Consiglio Comunale per elaborare la proposta di un nuovo assetto dell’intero sistema formativo locale, assetto che tenga conto sia delle nuove esigenze formative del sistema produttivo e dei servizi, sia della crescente diminuzione del numero degli alunni.
Tale richiesta è motivata dall’esigenza di arrivare al prossimo appuntamento della programmazione regionale del sistema formativo avendo le idee chiare, sulle quali è giusto che possano esprimersi preventivamente tutti i cittadini insieme agli operatori del mondo della scuola e della formazione.

Forza Italia e Verso il Futuro Monte Sant’Angelo