Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 213 visitatori e un utente online

 


DARe-PUGLIA copyAlla Provincia di Foggia, il Distretto Tecnologico Regionale illustrerà la sua esperienza decennale in occasione della presentazione del nuovo bando (destinato ai giovani fino a 35 anni).
L'obiettivo è mettere il know-how acquisito a disposizione di chi intende creare nuove aziende nel settore agroalimentare.

I giovani e l'agroalimentare, argomento – evidentemente di stringente attualità – di cui si occupano ormai con consuetudine operatori economici ed esperti di fondi comunitari. Non solo per il grande ritorno di fiamma tra i ragazzi e il mondo dell'agricoltura, ma anche perché tra le poche opportunità di progettazione e occupazione ancora a disposizione dei neo-laureati quelle relative al settore rappresentano praticamente una costante in continua escalation.
Proprio per questo il convegno in programma domani (lunedì 6 ottobre 2014, ore 10,30 Provincia di Foggia, piazza XX Settembre a Foggia) si occuperà delle opportunità riservate appunto ai giovani nel settore agroalimentare. Incentrato sul tema “Strumenti e strategie per
l’innovazione: fundraising e progettazione europea”, il convegno in realtà rappresenta la cornice ideale entro cui presentare il bando Fooding destinato ai giovani (fino a 35 anni) che intendono creare dal nulla delle nuove imprese agroalimentari. Il bando ha l'obiettivo di stimolare e favorire nuove sfide imprenditoriali mediante lo studio e l'allestimento di una fase di accompagnamento allo sviluppo delle idee imprenditoriali; mediante l'assegnazione di borse di studio per la formazione all'estero; attraverso l'assegnazione di contributi economici per la realizzazione dei progetti di impresa.
A questo convegno – che rappresenta la tappa locale di un tour ben più articolato, che ha già toccato tutti i capoluoghi provinciali della Puglia – il D.A.Re. Distretto Tecnologico Agroalimentare assumerà inevitabilmente un ruolo da protagonista, per via della sua esperienza decennale e per la mole di progetti (regionali, ministeriali e
comunitari) presentati e finanziati: dati che ne fanno la prima realtà del settore in tutto il Mezzogiorno, la seconda in Italia. Oltre che da D.A.Re, il convegno è stato promosso dalla Provincia di Foggia (che è partner del progetto Fooding assieme a Regione Puglia, CIHEAM - IAM Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, Provincia di Taranto, Camera di Commercio di Bari e i partner greci Regione of Ionian Island, Region of Epirus, Region of Western Greece, Technological Educational of Ionian Islands, Camera di Commercio di Achaia). Ma cos'è il Fooding? Il progetto Fooding mira a potenziare la competitività e l’innovazione delle piccole e medie imprese migliorando la qualità dei prodotti tipici e favorendone la valorizzazione nell’ambito delle diete mediterranee.
Tra gli obiettivi conseguiti, attraverso la creazione di nuove imprese del settore, l'identificazione della biodiversità agroalimentare e degli alimenti tradizionali all'interno delle diete mediterranee sostenibili; l'individuazione e il trasferimento delle innovazioni nella filiera dei prodotti tipici; la definizione di politiche e strategie per la valorizzazione dei marchi territoriali greci ed italiani sui prodotti tipici all'interno della programmazione europea 2014-2020. «Si tratta di una sfida molto interessante – commenta il Direttore generale di D.A.Re.
dott. Antonio Pepe – che abbiamo colto in qualità, diciamo così, di padroni di casa visto che il Distretto Tecnologico Agroalimentare ha la sua sede principale proprio a Foggia. Sono molto contento di questa ennesima occasione, dopo il grande appuntamento del decennale di qualche settimana fa, per raccontare quella che è stata e che è la nostra
storia: D.A.Re. rappresenta un patrimonio per tutto il territorio, ma soprattutto rappresenta un patrimonio da proteggere per le conoscenze che ha acquisito in questi primi dieci anni della sua avventura. Il nostro messaggio, naturalmente rivolto soprattutto ai giovani visto che il Distretto è una realtà molto giovane e composta quasi esclusivamente di giovani, è di speranza: il settore agroalimentare può rappresentare ancora un ottimo banco di prova e un fertile terreno di scommessa. Ci sono occasioni che vanno colte, noi aiuteremo chiunque ce lo chieda a farlo... ». Al convegno saranno presenti, oltre al Direttore generale di D.A.Re., anche i Project Manager del Distretto: la dott.ssa Francesca Volpe (responsabile della sede di Bari del D.A.Re.) e il dott. Giuliano De Seneen (responsabile amministrativo del Distretto). Gli interventi saranno incentrati perlopiù sulle metodologie e sulle opportunità messe “a sistema” in questi anni dal Distretto, offrendo una panoramica sugli strumenti di Project management e Fundraising, con un focus specialistico sui progetti di maggior successo condotti dal D.A.Re..
Saranno inoltre ospitate, tra i casi di studio presi in analisi per offrire una degna sezione empirica al convegno due aziende del settore
agroalimentare: la Promis-Biotech, una start up innovativa con sede a Foggia, e le Cantine Teanum di San Severo. Per ragioni esclusivamente organizzative, per partecipare al convegno è necessario registrarsi collegandosi al sito http://www.foodingproject.org/ alla sezione “Eventi”. Sullo stesso sito, inoltre, sarà possibile scaricare il bando per partecipare al Progetto Fooding e info sulle altre iniziative in programma.