Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 314 visitatori e nessun utente online

uniLa campagna di comunicazione UniFg protagonista al Premio Areté.
Domani a Milano la cerimonia di proclamazione dei vincitori, il progetto è stato molto apprezzato tra i giurati della Pubblica amministrazione.
La responsabile dell'Area Comunicazione: «Molto felici anche se non vinceremo, l'importante è che il nome del nostro Ateneo circoli a certi livelli».
Concepita sul concetto socio-divulgativo dello status “Faraway, So Close” (letteralmente “Così lontani, Così vicini”), la campagna di comunicazione 2014/15 dell'Università di Foggia denominata “Guarda lontano, Resta vicino” è stata selezionata dal progetto Nuvola Verde Onlus che ogni anno organizza il Premio Areté per la comunicazione responsabile ed entrata a far parte dei 150 progetti comunicativi selezionati per concorrere alla vittoria finale (sugli oltre 2000 presentati). Al fianco di Rai 5, Sky, Presa Diretta, Enea, la Effe di Feltrinelli e molte altre campagne pubblicitarie di respiro nazionale e internazionale che hanno lasciato il segno, solo per citarne alcune, la campagna “Guarda lontano, Resta vicino” ha favorevolmente impressionato la giuria della sezione “Pubblica amministrazione” che ne ha molto apprezzato concept, declinazione e trame stilistiche (ecco il link del Premio Aretè che rimanda alla candidatura della CdC dell'UniFg http://arete.nuvolaverde.org/progetti/universita-di-foggia/).
La CdC “Guarda lontano, Resta vicino” è stata realizzata dall'impresa creativa Red Hot Comunicazione di Foggia ed è stata sviluppata solo su due mezzi (web e affissioni) in due fasi temporali differenti (ovvero nel mese di aprile per stimolare un dibattito tra le famiglie che in casa avevano ragazzi prossimi alla maturità e in quello di settembre per intercettare i cosiddetti indecisi che non hanno ancora raccolto le idee sul loro futuro). «L'obiettivo è stato focalizzare l'attenzione sulla assoluta inutilità della dispersione dei talenti a parità di condizioni di studio e di opportunità offerte dal territorio. Il messaggio è che la vera lungimiranza consiste nel restare e non nel partire: guardandosi intorno si crea, voltandosi di spalle si riflette – dichiara la Responsabile dell'Area Comunicazione e Affari Istituzionali dott.ssa Rosa Muscio –. All'interno di payoff e claim destinati ai migliori progetti scientifici UniFg e alle specificità dei Corsi di Laurea presenti all'interno dell'Offerta formativa 2014/15, abbiamo posizionato una Europa di carta che non sta a simboleggiarne la fragilità ma al contrario la sua migliore prerogativa: la mescolanza di usi e costumi, di popoli e lingue così differenti ma anche così simili. Siamo molto felici anche se non vinceremo, l'importante è che il nome dell'Ateneo dauno circoli a certi livelli».
La premiazione avverrà domani a Milano (ore 16, Sala Collina presso la sede del quotidiano Il Sole 24 Ore, Via Monte Rosa 91) nell'ambito di una cerimonia pubblica in cui a presiedere i lavori – e la giuria – sarà l'imprenditore dell'editoria Alessandro Laterza VP Confindustria. L'Università di Foggia concorre per la sezione “Premio Confindustria alla Comunicazione Pubblica”.


Davide Grittani
Portavoce dell'Università di Foggia