Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 177 visitatori e nessun utente online

cèrignolaIL PRIMO LABORATORIO DI CITTADINANZA

La svolta culturale, sociale ed economica che Cerignola ha vissuto negli anni 90’ è svanita con le scelte programmatiche illusorie, ingannevolmente sbandierate con caratteri distintivi di un progetto politico. Il declino dell’azione politica e delle istituzioni cittadine dell’ultimo decennio appare irreversibile e cresce la rassegnazione di giovani ed attori economici ad abbandonare la nostra città, come anche la sfiducia nella possibilità del cambiamento.
Il recente passato amministrativo, fondato su incapacità e compromessi, ha generato ulteriore sconforto in un presente che non vede alcuna prospettiva futura, dignitosa per i cittadini e a misura delle potenzialità di sviluppo di Cerignola. Da qui nasce la determinazione di alcuni concittadini di contribuire ad interrompere tali processi, di dare il proprio contributo per ripartire attraverso spazi di ascolto e dialogo. Oggi la necessità di invertire la rotta si concretizza nella nascita di questa nuova associazione.
Occorrono uomini e donne consapevoli e determinati, che sinceramente e responsabilmente vogliano perseguire il bene - e solo quello- della nostra gente per soddisfare il bisogno di “vivere meglio”, nonché sentirsi protagonisti della vita e delle decisioni del proprio territorio. Bisogno che, tuttavia, stenta
terribilmente a trovare una classe dirigente che sappia tradurlo con un reale ed efficace impegno sociale e che sappia portarlo avanti con decisione, coraggio e lucidità strategica.


Deve essere raccolto l’invito di Papa Francesco ad impegnarsi in prima persona nella tutela e promozione della res publica, dovendo i cattolici superare la paura di essere accomunati alla politica deteriore. E’ il momento di rompere gli indugi per far lavorare insieme le tante competenze che abbiano la capacità di inventare con fantasia e creatività un nuovo protagonismo per la nostra città.
Occorre la condivisone di intelligenze, competenze e valori che realizzino l’innovazione culturale assolutamente necessaria per il rapido sviluppo socio-economico del nostro territorio.
Occorre mettere in gioco il capitale sociale rappresentato dai nostri concittadini per il perseguimento di progetti comuni di ampio respiro, andando oltre gli interessi di bottega, occorre impegnarsi per dare sviluppo alla nostra Città promuovendo i nostri valori ed attingendo nuova linfa dalle migliori esperienze nazionali ed europee. E’ necessario che gli strumenti di politica del territorio e le giuste opportunità siano governate dal merito e dalla competenza di quei cittadini eticamente rappresentativi di una Città che vuole risorgere dai mali che l’hanno infiacchita.
Chi vorrà accettare con noi questa sfida sarà il benvenuto.


Antonio Grillo

Ufficio Stampa
Maria Pia Liguori

COMUNICATO STAMPA