Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Chi c'è online

Abbiamo 135 visitatori e nessun utente online

Politica

carlantino
Sette uomini e tre donne, un mix di giovani e di esperienza, ieri il primo comizio tutti insieme

Il sindaco uscente di Carlantino, Graziano Coscia, dopo aver dichiarato la sua candidatura per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale di Carlantino che si terrà i prossimi 8 e 9 giugno ha presentato la sua lista dei candidati alla carica di consigliere comunale. La lista si chiama “Cambiamo Carlantino” ed è costituita da 3 donne e 7 uomini e con un mix di giovani ed esperienza.
I dieci candidati alla carica di consigliere comunale che sostengono il candidato sindaco Graziano Coscia sono: Daniela Cafano, 50 anni, Lucia Pia Coscia, 28 anni, Saverio Coscia, 59 anni, Pasqualino Genovese, 48 anni, Pietro Goduti, 49 anni, Marilinda Martucci, 42 anni, Salvatore Miranda, 37 anni, Emilio Perna, 54 anni, Angelo Pozzuto, 58 anni, ed Eugenio Savastano, 56 anni.
“Nel corso degli ultimi anni si è lavorato tantissimo alla ricostruzione ed al recupero delle infrastrutture locali anche se c’è ancora tanto da fare – ha dichiarato il sindaco uscente, Graziano Coscia – per il prossimo futuro la vera sfida è una vera e propria evoluzione culturale che solleciti la popolazione alla partecipazione attiva della cosa pubblica.”
Il sindaco uscente ha colto altresì l’occasione per fare un sunto della sua attività amministrativa del suo mandato relativo all’ultimo quinquennio focalizzando l’attenzione sui lavori pubblici. L’azione amministrativa, infatti, in prima battuta si è adoperata per attivare e portare a conclusione lavori fermi i cui finanziamenti erano a rischio senza tralasciare l’azione di individuazione delle linee di finanziamento a cui candidare le progettazioni effettuate in coerenza con le linee programmatiche dell’amministrazione stessa. Per i principali lavori pubblici finanziati e attivati a partire dall’anno 2019 sono stati utilizzati 8 milioni e mezzo di euro. Ben 1 milione e 600mila euro sono stati impegnati per i lavori di sistemazione del movimento franoso in prossimità del cimitero comunale. Un altro milione di euro, invece, è stato utilizzato per i lavori di recupero di fabbricati esistenti da destinare all’edilizia pubblica residenziale. In ambito di edilizia scolastica, un milione di euro è stato investito per i lavori di efficientamento energetico delle scuole del paese, inclusi gli interventi di copertura del solaio della scuola primaria e di potenziamento della mensa dell’asilo. Per gli interventi sulle strade comunali (rifacimento, ripristino e messa in sicurezza) sono stati utilizzati un altro milione e mezzo di euro.
Nell’ultimo quinquennio, l’amministrazione comunale ha investito risorse anche nel campo dello sport e dello svago. 350mila euro sono stati investiti per realizzare una Charging station attrezzata, percorsi attrezzati per la pratica sportiva, l’adeguamento delle aree gioco esistenti presso il parco di via Ungheria e presso il “Parco della Pace” ma soprattutto per la realizzazione di un campo sportivo polivalente dove si possono praticare tennis, calcetto, basket e pallavolo.
Infine, 800mila euro sono stati spesi per il potenziamento della rete pluviale esistente mentre altri 300mila euro sono stati impegnati per la realizzazione di un centro comunale per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati.