Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 364 visitatori e nessun utente online

Politica


riunionePresentato “l'Amico Giusto” uno sportello antiracket e antiusura che sarà disponibile al numero verde 800.900.767, a breve inoltre sarà istituita la Consulta Comunale sulla Legalità

Presentato dal Sindaco Francesco Miglio, dal vice sindaco Francesco Sderlenga e dall'assessore alla Legalità, Michele Emiliano, lo sportello antiracket e antiusura “l'Amico Giusto” promosso dalla Confesercenti che sarà realizzato in collaborazione con il Comune di San Severo. Lo sportello è stato illustrato dagli esponenti della Confesercenti Carlo Simone, presidente provinciale e Francesco Parente, presidente cittadino ed è raggiungibile gratuitamente al numero verde 800.900.767.
“Lo sportello – spiega il presidente cittadino Francesco Parente – si occuperà in una prima fase dell'ascolto e del supporto morale agli imprenditori e poi metterà a disposizione i propri servizi e la consulenza legale oltre a costituirsi parte civile in un'eventuale fase processuale”.
I rappresentanti della Confesercenti hanno anche lanciato l'idea di istituire una Consulta Comunale sulla Legalità, che allarghi la partecipazione alle altre associazioni, movimenti e rappresentanti istituzionali oltre che i rappresentanti delle forze dell'ordine.
“Lo sportello antiracket e antiusura – spiega il Sindaco Francesco Miglio – è un ulteriore passo in avanti nell'intento di non lasciare soli i commercianti, gli imprenditori e i cittadini. A breve avvieremo anche le procedure per istituire la consulta sulla legalità coinvolgendo tutti i movimenti e le associazioni attive sul territorio. L'obiettivo è educare la comunità al rispetto delle regole e promuovere ulteriori iniziative che possano contribuire a raggiungere tale risultato”.
L'assessore alla Legalità Michele Emiliano ha infine ribadito l'importanza che tali iniziative rivestono per assicurare alla comunità una maggiore tranquillità e vivibilità.
“L'Amministrazione Comunale e un Sindaco – ha concluso l'assessore alla Legalità Michele Emiliano – non hanno poteri di indagini né di controllo. Ma con queste iniziative possono contribuire a quel cambio di mentalità necessario affinché la collettività tutta rispetti le regole e diminuiscano i fenomeni illegali. Con questa iniziativa dello sportello antiracket e con la Consulta sulla Legalità la comunità tutta potrà sentirsi ascoltata e avrà le istituzioni al proprio fianco, ma è necessario che tutti collaborino informando le forze dell'ordine di comportamenti o azioni che possono minare la tranquillità cittadina”.

Il Portavoce
Marilia Castelli