Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 375 visitatori e nessun utente online

Politica

emilianoL'assessore alla Legalità Michele Emiliano rassegna le sue dimissioni,
Miglio: “La città gli ha voluto bene come un figlio, il suo impegno si vedrà presto”

L'assessore alla Legalità del Comune di San Severo, Michele Emiliano, ha rassegnato quest'oggi le sue dimissioni. La decisione è maturata a seguito dell'importante impegno che attende Emiliano in qualità di Presidente della Regione Puglia.
“Prendo atto delle dimissioni di Michele Emiliano dall'incarico assessorile a San Severo. Ritengo sia stato prezioso il contributo di Michele in questo anno ed i frutti del suo lavoro si vedranno molto presto. Trovo stucchevole e pretestuosa la polemica alimentata da alcuni nei confronti di Michele, che si è trovato a fronteggiare una situazione molto delicata che perdura da molti anni e certamente non poteva trovare soluzione in alcuni mesi di mandato. Tuttavia, anche grazie alla intermediazione dell'assessore Emiliano, l'emergenza sicurezza esistente nella nostra città è attenzionata anche a livello ministeriale e ben presto saranno incrementati gli organici e ci sarà l'implementazione della rete di sorveglianza, come specificato dallo stesso ministro Alfano in occasione dell'ultimo comitato provinciale sull'ordine e la sicurezza pubblica.
Certamente, dobbiamo essere tutti consapevoli – aggiunge il Sindaco – che c'è moltissimo da fare e la collaborazione della cittadinanza, soprattutto nell'attività di denuncia, resta fondamentale.
A Michele va il ringraziamento mio personale, dell'intera Amministrazione Comunale di San Severo per quanto fatto insieme in questo anno oltre ad un fraterno augurio di buon lavoro per il nuovo e prestigioso incarico di Presidente della Giunta regionale. Sono convinto che in questo nuovo ruolo istituzionale Michele seguiterà a contribuire alla crescita economico-sociale della nostra città, che un anno fa – conclude il Sindaco Francesco Miglio - lo accolse con grande affetto e gli ha voluto bene come a un proprio figlio”.


Il Portavoce
Marilia Castelli