Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 252 visitatori e nessun utente online

Politica

calcioL’Amministrazione Comunale stigmatizza l’atteggiamento dell’Usd San Severo, nei giorni scorsi c’è stato un incontro con la società durante il quale sono stati assunti impegni ben precisi. Sono pertanto inutili le strumentalizzazioni sulla questione

“Ci lasciano sgomenti le dichiarazioni di alcuni dirigenti dell’Usd San Severo, dopo che nei giorni scorsi l’Amministrazione Comunale ha incontrato la compagine dell’Usd San Severo prendendo impegni ben precisi per il futuro”. Così il Sindaco Francesco Miglio e l’Amministrazione Comunale stigmatizzano l’atteggiamento della compagine locale.
“Sin dal nostro insediamento – aggiunge il Sindaco Francesco Miglio – ci siamo occupati dell’agibilità dello stadio comunale Ricciardelli consentendo alla squadra di tornare a giocare le partite casalinghe in città. Non bisogna infatti dimenticare che prima del nostro operato i tifosi sanseveresi erano costretti a recarsi a Lucera per supportare la propria squadra”. La presenza della squadra locale nel quarto campionato nazionale, infatti, secondo gli amministratori è motivo di orgoglio per l'intera città e pertanto sono state messe in campo tutte le iniziative necessarie per consentire alla squadra locale di usufruire di uno stadio agibile in tutti i settori.
“Durante l’incontro con i dirigenti dell’Usd San Severo – aggiunge il Sindaco Francesco Miglio – abbiamo individuato soluzioni e iniziative, consapevoli che la mancata presenza dei tifosi ospiti e la ridotta presenza dei tifosi locali si traduce per la società in minori introiti. A dimostrazione dell’impegno dell’attuale Amministrazione Comunale va evidenziato che mai prima d’ora ci si era preoccupati dell’agibilità dello stadio, né erano stati destinati interventi e risorse economiche allo stadio cittadino. Esistono delle procedure tecniche e degli adempimenti necessari affinché ciò avvenga che non dipendono soltanto dall’operato dell’amministrazione. Riteniamo che per il bene della comunità e dello sport cittadino tutto, occorre un clima di collaborazione reciproca che non può tradursi in sterili strumentalizzazioni”.