Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 407 visitatori e nessun utente online

sportDoppia carriera, doppio trionfo: due studenti dell’Università di Foggia sul gradino più alto del podio.
Francesco Fortunato (Scienze motorie) campione italiano nella 20km, Francesco Pio Iandolo (Fisioterapia) trionfa tra i giovani del fioretto:
due successi ribadiscono il senso e l’utilità di “Studenti-Atleti UniFg”.

Due storie, due successi che testimoniano – se ancora ve ne fosse bisogno – la lungimiranza, il successo e soprattutto l’utilità del programma Studenti-Atleti adottato, ormai quasi quattro anni fa, dall’Università di Foggia, su iniziativa del delegato del Rettore alle Attività sportive, prof.ssa Donatella Curtotti.
Francesco Fortunato (studente del corso di laurea in “Scienze delle attività motorie e sportive” al Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Foggia) in attesa di quella vera, nei giorni scorsi si è laureato nuovo campione italiano della 20km di marcia. Il 25enne atleta andriese (iscritto appunto al programma Doppia-Carriera UniFg) ha conseguito il secondo titolo assoluto di questo suo magico 2019, dopo aver conquistato al Palaindoor di Ancona il tricolore dei 5000mt. Il titolo di Campione italiano della 20km di marcia, consente a Fortunato di partecipare alla Coppa Europa di Marcia in programma il 19 maggio ad Alytus (Lituania).
Lo scorso 15 marzo a Roma, nel corso della seconda prova nazionale di qualificazione ai Campionati Italiani Giovani 2019 di Scherma, il fiorettista Francesco Pio Iandolo (studente del corso di laurea in “Fisioterapia” al Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Foggia) è salito sul gradino più alto del podio assicurandosi, con questa vittoria, la partecipazione ai Nazionali di categoria.
Due storie, due successi – si diceva – che arricchiscono il percorso di crescita e affermazione del programma Doppia-Carriera varato dall’Università di Foggia, il primo ad essere stato adottato tra le università italiane (http://www.ansa.it/puglia/notizie/2015/06/07/universita-foggia-premia-studenti-atleti_bc98506f-0c03-482c-ab05-a04dc63451b7.html ). «Noi lavoriamo a una perfetta integrazione tra didattica e attività agonistica – afferma la prof.ssa Donatella Curtotti, delegato del Rettore alle Attività sportive e promotrice dell’adozione della Doppia-Carriera da parte dell’Università di Foggia – e soprattutto a un riconoscimento culturale dell’attività e della pratica sportiva. L’immagine degli sportivi scansafatiche e rinunciatari credo, anzi spero, abbia fatto il suo tempo e sia stata definitivamente emendata dall’immaginario e dal pensiero collettivo. Al contrario, chi si approccia allo sport sa benissimo che dovrà faticare il doppio, se vuole anche conseguire dei risultati accademici. Quello che però vogliamo fare, e che questi brillanti risultati ci incoraggiano a fare, è il riconoscimento delle attività agonistiche come valore aggiunto per la Comunità accademica, come dote da condividere con tutti gli altri studenti dell’Università di Foggia e con tutti gli iscritti al nostro CUS. Perché l’immagine positiva e vincente che questi ragazzi esportano, vale per mille altre vuote parole che abitualmente si pronunciano intorno e a proposito dello sport». Attraverso il Rettore dell’Università di Foggia, prof. Maurizio Ricci, anche la Comunità accademica ha espresso le proprie congratulazioni a Francesco Fortunato e Francesco Pio Iandolo, per i «brillanti risultati sportivi conseguiti in questi giorni, che vanno ad aggiungersi agli altri straordinari risultati che, in questi primi quattro anni del programma di Doppia-Carriera, sono stati conseguiti, portando un indiscutibile beneficio di immagine all’Università di Foggia».


Davide Grittani