Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 226 visitatori e nessun utente online

Castello

La costruzione del complesso originario a doppia torre risale alla metà del XII secolo.
La torre normanna - angioina, aveva esigenze militari come elemento architettonico essenziale del castello, infatti le sue caratteristiche strutturali sono compatibili con quelle delle altre torri normanne presenti nel Sub Appennino settentrionale e meridionale. Il piccolo nucleo fortificato creato dai Normanni fu utilizzato dagli Svevi e trasformato dagli Angioini fino a raggiungere le dimensioni attuali.
La torre presenta due differenti stili architettonici che corrispondono alle due fasi di costruzione: la parte inferiore normanna, la superiore tardo - angioina ornata da merlatura guelfa, la facciata sud e' arricchita da due eleganti bifore gotiche, mentre sulla facciata est si apre un balconcino. L’ingresso alla torre avviene attraverso una scalinata esterna a chiocciola in legno di 116 gradini che collegava i vari piani, il primo dei quali aveva un'apertura adiacente al balcone e che immetteva su una scalinata nel cortile piccolo. In corrispondenza di questa apertura e' posizionata la caditoia per bersagliare a piombo con pietre, pece, acqua bollente l'assediante che cercava di forzare la porta. Attualmente i piani crollati sono stati solo in parte ricostruiti.

Sito Archeologico di Monte Corvino

Monte Corvino fu fondata nell'anno 1000, diventando un fiorente centro abitato e sede vescovile, che fu completamente distrutta del XV secolo in seguito a terremoti, guerre, incendi e pestilenze. Il sito archeologico di Monte Corvino, a cinque chilometri da Pietra, conserva pochi ma interessanti ruderi: le strutture di fondazione della cattedrale, una torre diroccata simile alla torre di Pietra negli elementi strutturali, e, reperti conservati nel museo della chiesa Madre di Pietra.
La torre e' di probabile origine normanna, anche se non si può escludere che a Monte Corvino, potesse esistere un precedente nucleo di fortificazioni bizantino.
Il rudere della torre presenta una base quadrangolare, l'altezza raggiunge i 24 m ed e' strutturata su tre piani. La muratura e' tipica dell'arte normanna, la stessa tecnica la si trova nei ruderi della cattedrale, che molto probabilmente sorgeva al centro della città di Monte Corvino.
La cattedrale si sviluppava in senso longitudinale, lo spazio interno era diviso in tre navate come e' chiaramente indicato dalle tre absidi parzialmente visibili.
Tutta l'area su cui sorgeva la città e' in stato di abbandono da secoli, una campagna di scavi archeologici potrebbe offrire nuove e più complete indicazioni sull'assetto urbano e sulle vicende storiche e culturali di Monte Corvino.
Ogni anno, il 16 di maggio, il popolo di Pietra si reca in pellegrinaggio presso i ruderi dell'antica città, portando in processione la statua di Sant'Alberto, patrono di Pietramontecorvino, vescovo di stirpe normanna che esercitò il suo ministero pastorale nell'XI secolo a Monte Corvino.

I nostri viaggiatori dopo una bella passeggiata nella storia, potranno decidere di assaggiare anche i prodotti culinari di un tempo nei meravigliosi ristoranti. Se poi avete voglia di farvi coccolare per riprendervi dalla lunga sfacchinata potete rilassarvi nei bei parchi della zona. Vi consigliamo di vedere le bellezze del panorama del centro di Saraceno di Lucera.