Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 159 visitatori e nessun utente online

acquedottoBen 31 depuratori analizzati nella provincia di Foggia, dai quali emerge che le acque di scarico superano i valori limiti previsti dalla legge per l'Escherichia coli, solidi sospesi, azoto totale e fosforo.
La consigliera del M5S Rosa Barone, ha presentato un’interrogazione agli assessorati ai Lavori Pubblici e all’Ambiente per capire come vogliano muoversi per superare questa criticità sanitaria.
L'ARPA Puglia, avrebbe in mano 51 rapporti di criticità, derivanti da analisi delle acque di scarico,  fatte nel luglio 2017 a 31 depuratori tra Foggia, Cerignola, Lucera, San Severo e Manfredonia, e molti altri piccoli comuni.
La salute del pubblico cittadino è a rischio, specie per il parametro Escherichia coli. 
In 27 rapporti si evidenziano il superamento dei limiti consigliati di Escherichia coli, in molti di questi il superamento è anche poco più del doppio dei limiti consigliato, pari a 5.000, in altri, invece, supera oltre venti volte il limite consentito, più di 100.000 come nel comune di Orta Nova in località Palata e a Cerignola in località San Lorenzo. Solo 13 rapporti hanno ricevuto la positività alla prova di tossicità.
Conclude la consigliera dicendo: "Chiediamo che la Provincia disponga analisi che possano chiarire caso per caso il perché del superamento dei valori limite, ed inoltre, vorremmo sapere se siano state applicate le sanzioni previste per le anomalie riscontrate e quale sia stato l’esito dell’incontro tra l’ente provinciale e l’AQP avvenuto lo scorso 23 gennaio".