Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 151 visitatori e nessun utente online

disabilePalazzo Celestini ha ospitato il progetto “Rinforzo delle autonomie” con i ragazzi diversamente abili dell’I.C. Zannotti – Fraccacreta.

Nella giornata di martedì 8 maggio 2018, su iniziativa degli Assessorati alle Politiche Sociali ed alla Pubblica Istruzione, seguiti dall’Assessore avv. Simona Venditti, gli uffici comunali hanno ospitato il progetto sperimentale didattico “Rinforzo delle autonomie” dedicato ai ragazzi diversamente abili dell’Istituto Comprensivo Statale “Zannotti – Fraccacreta” di San Severo.
Il progetto è consistito in un laboratorio formativo durante il quale gli studenti della scuola secondaria di I grado, accompagnati dai propri Docenti e dal personale degli assessorati, hanno partecipato ad una visita guidata agli archivi anagrafici comunali; i ragazzi hanno potuto visionare atti e simulare la procedura di richiesta di documentazione anagrafica con il supporto del personale organico di competenza.
“L’Amministrazione Comunale – dichiara l’Assessore Venditti - nel perseguimento di finalità mirate ad incentivare la promozione di attività che sostengano e sviluppino il miglioramento della qualità della vita dei soggetti appartenenti alla Comunità locale e contribuiscano alla crescita della Società Civile, ha inteso promuovere il progetto didattico proposto dal Dirigente scolastico dott.ssa Lucia Gaeta. Nella consapevolezza che favorire programmi inclusivi di valenza sociale destinati a giovani con disabilità psico-fisiche rappresenti un valido sostegno al fine di favorirne l’integrazione, quest’amministrazione e quest’assessorato si prefiggono costantemente di rappresentare strumenti efficaci di solidarietà che siano in grado di guardare con attenzione i più giovani aiutandoli nel passaggio all’età matura”.
L’Amministrazione Comunale ha ringraziato la preziosa collaborazione della docente prof.ssa Giovanna De Stefano, referente del progetto di inclusione, e dell’educatrice dott.ssa Caterina Peluso Cassese.


Il Portavoce
Michele Princigallo