Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 296 visitatori e nessun utente online


carabinieriDichiarazione di Tommaso Pasqua, vice segretario provinciale del Partito Democratico di Capitanata

È passato un anno dall’omicidio dei fratelli Luciani nelle campagne di San Marco in Lamis. Nel luogo in cui oggi si sono ritrovate istituzioni e organizzazioni civiche per commemorare due persone oneste strappate alla vita e alle famiglie dalla violenza criminale.
Dopo un anno sono immutate la commozione e l’indignazione.
È mutata, invece, la consapevolezza di quanto radicate e pervasive siano le organizzazioni mafiose garganiche.
Ed è mutata, in positivo, l’azione dello Stato e della società civile a tutela delle comunità e delle attività economiche.
Anche grazie all’attività della Regione Puglia, l’antimafia sociale è diventata una prassi sempre più diffusa in questa come nelle altre aree colpite dal virus mafioso.
La memoria dei fratelli Luciani e di tutte le vittime della mafia, conosciute e sconosciute, può e deve essere un potente anticorpo contro l'infezione criminale.