Condividi con

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest

Traduzione

Chi c'è online

Abbiamo 199 visitatori e nessun utente online

comunesanseveroI lavori della III Commissione Consiliare Bilancio e Finanze.


L’Amministrazione Comunale, da sempre attenta promotrice di misure a sostegno della comunità in generale e delle fasce più deboli in particolare, ha provveduto ad aggiornare, dopo l’approvazione in Consiglio Comunale, gli accordi territoriali siglati a livello provinciale dalle associazioni sindacali dei locatori A.P.P.E. – Confedilizia, A.P.P.C., Confappi e degli inquilini Sunia, Sicet, Uniat, Ugl – Assocasa.
“L’aggiornamento – dichiara il dott. Armando Bocola presidente della III Commissione Consiliare permanente Bilancio e Finanze che ha seguito e discusso l’intero iter - si è reso necessario per evitare il rallentamento, se non la sospensione, del ricorso a questa forma di contrattazione, causa l’entrata in vigore, dal 15/03/2017, del decreto interministeriale del ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 16/01/2017, con il quale venivano definiti i criteri per la corretta determinazione dei canoni dei contratti di locazione nella contrattazione territoriale e successivamente della risoluzione esplicativa n. 31/e del 20/04/2018 dell’agenzia delle entrate. La mancanza di un sollecito aggiornamento degli accordi sul territorio avrebbe inibito la possibilità a tutta la comunità di ricorrere a questa forma di contrattazione che tanto successo ha riscosso in questi anni di applicazione e tanti vantaggi ha arrecato alla nostra comunità.
Nel dettaglio, sia il proprietario che l’inquilino, nel momento in cui stipulano un contratto di locazione, con applicazione degli accordi territoriali e cedolare secca, avranno diritto, il locatore ad una riduzione dell’aliquota Irpef dal 21% al 10% (come prevede il piano casa), il conduttore alla riduzione del canone di locazione, nonché’ per entrambi esenzione di imposta di bollo e di registro. “Inoltre – prosegue Bocola -, da un punto di vista più strettamente locale, abbiamo previsto una ulteriore riduzione nella misura del 25% delle aliquote Imu/Tasi. Per cui prontamente, e con lo stesso spirito che ci portò alla convocazione delle sigle sindacali dei proprietari e degli inquilini nel 2016, abbiamo provveduto a riunire le stesse allo stesso tavolo e completare l’iter che ci ha permesso di giungere all’aggiornamento degli accordi, offrendo alla nostra comunità la possibilità di utilizzare al meglio lo strumento fiscale della “cedolare secca” ed usufruire senza interruzione di tempo delle complete agevolazioni previste dalla legge, nel caso di ricorso ad essa. Concludo con la richiesta pervenutaci di integrazione alla sottoscrizione dei nuovi accordi aggiornati ai sensi del d.m. del 16/01/2017, da parte dell’U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari), che si aggiunge alle sigle firmatarie iniziali degli accordi. Tutto ciò rappresenta una chiara testimonianza di come questa Amministrazione abbia da sempre operato, attenta alle esigenze della collettività e facendosi promotrice di misure a sostegno della stessa”.

Il Portavoce
Michele Princigallo